Red Bull indifferente alle polemiche sulle ali flessibili

Red Bull indifferente alle polemiche sulle ali flessibili

Red Bull spazza via ogni polemica circa la flessibilità delle proprie ali ed invita a giudicare i risultati in pista piuttosto che le frasi della stampa.

La RB6 ha superato i nuovi test introdotti dalla federazione dal gran premio d’Italia ma nuove polemiche sono state sollevate dopo la grande prestazione realizzata sul tracciato di Suzuka. In particolar modo alcuni team sostengono che le ali della Red Bull siano ancora troppo flessibili e flettano quando sottoposte a forze superiori di quelle che utilizza la Fia per i test.

Ross Brawn, team principal della Mercedes Gp, crede che la federazione debba rivedere ulteriormente i parametri di verifica su ali e fondo: “..credo che se le squadre e la Fia sentono che c’è qualcosa che non và, allora dobbiamo cambiare i test. Se le squadre vedono qualche anomalia e se anche la federazione sente la stessa cosa allora dobbiamo riunirci e modificare il regolamento”.

La Red Bull rimane indifferente a questa nuova ondata di polemiche e ricorda che la monoposto ha superato tutte le prove imposte dalla Fia. Christian Horner, team boss della scuderia austriaca: “La vettura ha superato tutte le prove sia per quanto riguarda le ali che il fondo. E’ veloce e conforme alle normative ed i nostri ragazzi possono essere orgogliosi del lavoro che stanno facendo. Bisogna giudicare per quello che succede in pista e non per quello che si racconta sulla stampa”.

Roberto Ferrari

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

19 commenti
  1. Daniele

    13 Ottobre 2010 at 11:28

    Horner:
    ‘Ciao ross, insieme alla banana prendi una redde bulle’

    ‘Red bull ti mette aliiii’

    Brawn:
    ‘si ma io voglio le ali FLESSIBILI..’

    …che trash..

  2. Fernando

    13 Ottobre 2010 at 11:37

    … peccato che Ross ed Hamilton non dicono che in due anni il regolamento ha chiuso tanti occhi per loro e che, proprio la McLaren spiona, è quella che ha perso più terreno e prestazione dopo il cambio delle verifiche tecniche da loro voluto… ammettiamolo che a qualcuno rode vedere le macchine del tanto ripudiato Adrian andare così forti… diamo merito alla RedBull che ha fatto una macchina che vola, lenta in rettilineo, ma con le ali nelle curve!

  3. Artigliere (tifoso Force India)

    13 Ottobre 2010 at 11:41

    “Se le squadre vedono qualche anomalia e se anche la federazione sente la stessa cosa allora dobbiamo riunirci e modificare il regolamento”

    Ma si, e da quando?! Ma per favore!!
    Già cambiare il regolamento nel corso della stagione e ridicolo, poi due volte è da idioti, vergogna!
    La Redbull ha già dovuto modificare l’auto una volta, ora sono forse più forti di prima, giù il cappello e silenzio, anzi, rimboccarsi le maniche e darsi da fare!
    Ma guarda! E’ come se nel basket le squadre coi giocatori più bassi cambiassero regolamento e giocassero con un canestro più basso per livellare le prestazioni…

  4. Linus

    13 Ottobre 2010 at 12:55

    Non avete capito!
    Ross Brawn ha ragione!!!

    Lui dice che quando è la BRAWN GP (o quando lo farà la Mercedes) ad aggirare il regolamento (vedi il l’interpretazione molto permissiva del regolamento 2009) allora tutto è corretto.

    Se invece sono gli altri a trarne vantaggio, allora il regolamento deve essere cambiato fino a che le macchine di Ross Brawn non diventano le più veloci.
    Essendo le Red-Bull ancora le macchine più veloci, allora prima della Corea il regolamento deve essere cambiato!

    Sinceramente propongo di mettere questa regola a partire dal 2011 e speriamo che il prossimo consiglio di Parigi la ratifichi…

    Stesso dicasi per Hamilton che solo qualche giorno fa (30 settembre) ha definito le Red-Bull ILLEGALI!

  5. gianluca46

    13 Ottobre 2010 at 13:09

    onore alla redbull se è così veloce….sono stati semplicemente i più bravi..punto e basta

  6. schubaffo

    13 Ottobre 2010 at 13:39

    Onore al merito della RedBull che è riuscita a tirar fuori una macchina fantastica, interpretando alla lettera, ed al meglio, un regolamento tecnico scritto da un bambino ripetente di 3a elementare…

    Chi è indietro si rimbocchi le maniche invece di gridare al complotto.

  7. gianluca

    13 Ottobre 2010 at 14:50

    “alcuni team sostengono che le ali della Red Bull siano ancora troppo flessibili e flettano quando sottoposte a forze superiori di quelle che utilizza la Fia per i test”

    della serie: se le RB passano i test, allora occorre cambiare i test!

  8. Daniele

    13 Ottobre 2010 at 15:49

    Da notare che la prima modifica che gli fu imposta per sporgenze irregolari, non ricordo se ad instubul o dovealtro, invece che svantaggiarli li avvantaggiò, perchè a detta di newey stesso, si trovarono la vettura ancora piu veloce di un paio di decimi..
    Non c’è nulla da fare, hanno una macchina coi contropalloni…

  9. Fernando

    13 Ottobre 2010 at 16:04

    … già, ma quando ad avere la macchina forte non sono i top team che barano (ricordiamoci che la McLaren doveva essere RADIATA per frode sportiva e violazione del segreto industriale) va tutto bene… quando a vincere è una squadra piccola, con un budget non mostruoso (tutt’altro), con un progettista troppo presto ripudiato da Williams e McLaren perché ritenuto esageratamente estremistico sull’aerodinamica e con un motore clienti che non è Mercedes o Ferrari… bhé, come fanno a giustificarsi con gli sponsor e gli investitori? Che la RedBull bara, perché? Passa le nuove regole e torna più forte di prima, ovvio!!!
    Ma non vedo i commenti di qualcuno che tanto male parlava di RedBull… dove siete finiti signor giustizialisti…???

  10. D-Lord

    13 Ottobre 2010 at 16:24

    Ross ha detto così perchè vuole rallentare a tutti i costi le lattine, d’altra parte hanno fatto uguale con lui l’anno scorso e quindi mi sembra solo una ripicca. Non è di certo bello vedersi cambiare continuamente regolamento in corso d’opera e penso che ai tifosi faccia ancora meno piacere che ai diretti interessati, ma i campionati si vincono anche così.

  11. Daniele

    13 Ottobre 2010 at 16:37

    bah..dopo aver sentito un certo numero di bestialità, proporrei di seguire il campionato SERIE C di formula 1:
    http://northernwaffler.wordpress.com/2010/10/10/we-have-a-champion/

    Dove tra l’altro kovalainen ha già vinto con 2 gare di anticipo…

  12. Rezz

    13 Ottobre 2010 at 20:47

    I regolamenti andrebbero cambiati nel corso dell’anno solo se è in gioco la sicurezza dei piloti. Dato che così non è, tanto di cappello alla Red Bull per il lavoro fatto

  13. ila

    13 Ottobre 2010 at 21:59

    e’ un genio adrian a fare una macchina veloce per le tantissime piste da carico o gli altri a fare una macchina supervelocissssssima per la sola monza?

  14. Faffo78

    14 Ottobre 2010 at 09:45

    La Redbull ha fatto una macchina superiore, con un motore che forse non è nemmeno prestazionale quanto il Mercedes… ovvio che a loro bruci, ma come molti di voi giustamente hanno detto farebbero bene a stare tutti zitti e non perchè Brawn ha vinto un mondiale “barando” con l’estrattore e la McLadren ha fatto la peggior schifezza antisportiva possibile, ma innanzitutto dovrebbero tacere per il fairplay che fino a qualche anno fa era ancora presente in questo sport che ormai sta diventando sempre di più spettacolo e show televisivo pro sponsor!

    PS la Ferrari s’è adattata e ha cercato di creare degli alettoni flessibili emulando l’ennesima invenzione di Newey, perchè gli altri invece non si adeguano (come la Brawn ha obbligato a fare a tutti l’anno prima con enormi costi aggiuntivi per le scuderie?)

  15. Tommy

    14 Ottobre 2010 at 10:20

    Il concetto è questo…se una macchina con certi accorgimenti và forte meglio spendere soldi per emulare gli accorgimenti oppure meglio pagare la Fia per cambiare le regole?

    Secondo me costa meno pagare la FIA! Comunque la federazione è palesemente pro england…ricordo male o l’ F-DUCT fu considerato regolarissimo?

  16. Daniele

    14 Ottobre 2010 at 12:10

    @ila
    La red bull, non potendo costruire un missile da pista veloce, ha progettato una macchina sulle caratteristiche comuni a tutti i circuiti.

  17. Frenk

    14 Ottobre 2010 at 20:51

    Faffo78 & Tommy .
    Avete colto l’essenza della questione….

  18. Luca

    15 Ottobre 2010 at 07:28

    @Fernando

    ok, ma se si sta parlando dellared-bull cosa c’entra la spy story???
    Che la mclaren ha sbagliato non ci piove, così come che la red-bul è una macchina azzeccatissima e nessuno ha ancora cpito ben come fa ad essere così perfomante.
    Tuttavia, secondo te la Mclaren non dovrebbe più parlre per quello che è successo nel 2007??? Addirittura dovrebbe essere radiata per sempre dalla F1? MI SEMBRA UN PO’ ECCESSIVO ma rispetto la tua idea, solo che allora X COERENZA dovreati dire la stessa cosa per tutti quei team che hanno fatto cose smili! FERRARI COMPRESA!(un esempio ce lo abbiamo negli anni ’60) E non mi pare che tu abbia mai menzionato la rossa tra i team negletti.

  19. Anonimo11

    15 Ottobre 2010 at 16:00

    @ Fernando:
    tu non dici che in diversi anni il regolamento è stato fatto con regole dettate dalla Ferrari.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati