Pirelli: “Bisogna impedire ai team di cambiare le gomme dopo la bandiera rossa”

Pirelli: “Bisogna impedire ai team di cambiare le gomme dopo la bandiera rossa”

Pirelli ha chiesto una modifica delle regole relative alla bandiera rossa in Formula 1 per evitare che le squadre possano cambiare gomme se una gara viene interrotta. La richiesta arriva dopo la delusione dei tifosi che ieri non hanno potuto assistere ad un grande finale per il Gran Premio di Monaco.

La battaglia per la vittoria a Monte Carlo è stata in bilico tra Sebastian Vettel, Fernando Alonso e Jenson Button nelle fasi finali della gara, con tutte e tre in pista con le gomme che erano in fasi molto diverse della loro usura.

Ma quando tutti ormai si aspettavano gli attacchi di Alonso e Button, e quindi un entusiasmante finale di gara, la battaglia è stata evitata dalla bandiera rossa, per l’incidente che ha coinvolto Vitaly Petrov.

Con la ripartenza della gara tutti sono autorizzati a cambiare le coperture e quindi il risultato è diventato praticamente scontato, con i primi tre classificati in processione fino alla bandiera a scacchi.

Il direttore di Pirelli Motorsport Paul Hembery pensa che la libertà di cambiare le gomme abbia derubato i tifosi di un divertente e avvincente finale di gara – e ritiene che le norme debbano essere ottimizzate per evitare che le squadre possano cambiare gomma se c’è una bandiera rossa con ripartenza nelle fasi finali di una corsa.

“Posso capire che vi è un problema di sicurezza ma sto pensando di più dalla prospettiva di un fan, ad essere onesto”, ha dichiarato Hembery ad Autosport.

“Penso che molti si siano chiesti che senso ha cambiare le gomme a sei giri dal termine. Non capisco la regola, e forse abbiamo bisogno di chiedere alle squadre cosa ne pensano”.

“Il sorpasso è difficile qui, quindi le diverse strategie, una, due o tre fermate, hanno reso la gara intrigante”, ha detto Hembery.

“Penso che sia stato un po’ un peccato la bandiera rossa, naturalmente, perché se non avessero cambiato le gomme, allora avrebbero potuto combattere fino alla fine perchè erano tutti su strategie diverse, e l’usura dei pneumatici era molto diversa.”

“E ‘un peccato che non siamo stati in grado di vedere quale sia stata la migliore strategia”.

Pirelli: “Bisogna impedire ai team di cambiare le gomme dopo la bandiera rossa”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

38 commenti
  1. luciano

    30 maggio 2011 at 14:33

    nn so se avrebbe vinto alonso o button, ma vettel sarebbe stato superato da almeno da alonso, button non poteva attaccare alonso perche quest unltino era troppo vicino a vettel e vi sarebbe stato un incidente, per la regola di cambiare i pneumatici, sono daccordo, le auto devono essere in condizione ottimale per correre, altrimenti andrebbero vietati anche le riparazioni ecc… cmq è unb eventualità che non capita da anni, quindi non vedo il problema… ovviamnete lo spettacolo ne ha sofferto, ma credo che la regola attuale sia giusta

  2. vincenzo

    30 maggio 2011 at 14:35

    La questione, da appassionato di F1, non è se alonso avrebbe passato Vettel o se Button avrebbe passato Alonso o addirittura tutti e 2, la questione è che ci siamo persi 7 giri di battaglia serratissima, probabilmente uno dei finali pù entusiasmanti degli ultimi anni. Questo dovuto al fatto che le gomme di Vettel avessero circa 25 giri in più ripetto a quelle di Alonso e 35 in più rispetto a quelle di Button combinato con l’estrema difficoltà di fare sorpassi a montecarlo. Per altro proprio in gara c’è stata la dimostrazione che i sorpassi erano possibili in alune circostanze grazie al crollo delle gomme. Non bisogna poi dimenticare che i 3 al comando si erano appena infilati in un trenino scatenato e le posibilità di sorpasso sarebbero aumentate. Quindi ripeto l’incidente non ha privato Alonso o Button della vittoria ma ha privato gli appassionati di F1 di una battaglia spettacolare e di un finale mozzafiato (come quello di Mansell con Senna).
    Concordo col fatto che le gomme non andrebbero cambiate in caso di ripartenza nelle fasi finali di gara. Se le gomme fossero rimaste le stesse la battaglia sarebbe ripresa serratissima e poi, chissà, magari nessuno dei tre avrebbe vinto perchè poteva anche succedere che in un tentativo di sorpasso si buttavano tutti fuori e si sarebbero giocati la vittoria Koba e Webber!

  3. Adriano

    30 maggio 2011 at 14:54

    totalmente d’accordo, come impedire alla vetture di essere riparate (vedi l’alettone rotto di hamilton)

  4. umberto

    30 maggio 2011 at 15:19

    sono d’accordo con chi ha scritto l’articolo cambiare le gomme durante la bandiera rossa ti potrebbe priva di un podio sicuro oltretutto se hai dei doppiaggi da fare che a monaco come si è visto sono molto difficili.comunque forza ferrari.

  5. davinumberone

    30 maggio 2011 at 15:48

    io credo che alonso non avrebbe voluto sorpassare di forza vettel, ma indurlo all’errore. Perchè le sue gomme erano praticamente finite e a montecarlo già è difficile guidare con gomme nuove, figuriamoci sulle tele e con due mastini dietro di te pronti a surclassarti.
    io da ferrarista sfegatato devo dire che Vettel ieri ha avuto le palle ed è stato molto bravo. E’ ovvio che non avrei mai voluto la bandiera rossa perchè non sapremo mai come sarebbe andata a finire. però bisogna riconoscere al tedeschino il suo sangue freddo

  6. ricky

    30 maggio 2011 at 15:51

    io non ho visto il granpremio e da logica mi sarei aspettato che non venissereo cambiate le gomme dopo la sosta per la bandiera rossa. e adesso scopro che le hanno potute cambiare !!!!!!
    belle regole di m… fanno quegli intelligentoni della FIA

  7. Alex. (tifoso WILLIAMS)

    30 maggio 2011 at 17:42

    @ Davinumberone

    La tua tesi su Alonso non è affatto da sottovalutare… 😉
    Complimenti per la tua sportività.., 🙂

  8. PaoloF

    30 maggio 2011 at 17:54

    La possibilità di cambiare le gomme ha falsato il risultato della corsa, forse non succederà così spesso, ma è estremamente antisportivo, come lo sono stati tutti gli interventi sulle auto (Hamilton), visto che le stesse non sono passate per i box.
    Quando le vetture sono schierate, a mio parere non devono essere toccate, altrimenti dovrebbero ripartire dai box.

  9. davinumberone

    30 maggio 2011 at 18:18

    @alex
    ti ringrazio! il buon senso e la sportività prima di tutto.

  10. Emanuele

    30 maggio 2011 at 19:30

    Cavoli il cambio gomme è stato assurdo, tanti piloti hanno avuto il loro bel da fare per amministrarle in virtù degli ultimi giri, nella speranza di fare lo scatto vincente e poi una stupidissima regola fa si che tutta la strategia venga annullata. Alonso e Button sono quelli che lo hanno preso in tasca per primi, entrambi avrebbero perlomeno dato filo da torcere al pilota che li precedeva. Sarebbero stati 7 giri da urlo ma come sempre chi ne fa le conseguenze siamo noi spettatori che dobbiamo e possiamo solo aspettare le bravate di un pilota (bravissimo) ma troppo pieno di se e arrogante come Hamilton che semina macerie sul circuito.

  11. anto

    30 maggio 2011 at 19:52

    vettel si vanta che ha la scelta della strategia l ha scelta lui ahahahah si deve solo vergognare deve ringraziare solo chi gestisce la formula uno ladroniii…forza ferrari e mclaren gli altri che vadano a correre nei kart

  12. giacomo

    30 maggio 2011 at 21:00

    ogni volta che qualcuno dice qualcosa che potrebbe, anzi poteva, tornare utile al proprio idolo…un coro di applausi; la prossima volta se qualcuno dirà che la Red bull deve avere un aggravio di peso di …20 kg…giusto bene, bravi;
    la regola è questa punto; ma i tifosi ferraristi pensano( anzi si illudono) che la cosa sarebbe andata a loro vantaggio dimenticando che Button poteva superare prima Alonso poi Vettel; se questo fosse avvenuto avrebbero avuto da ridire anche in questo caso; per quanto riguarda il tecnico Pirelli, forse sarebbe opportuno ricordargli che a lui spetta di fare il tecnico , non le regole, saluti

  13. marcoferrarista

    30 maggio 2011 at 22:38

    d’accordo anch’io,e come se le nuove gomme hanno annullato la gara è i sforzi fatti da alonso e button! poi ha rovinato il finale di una gara stupenda qualsiasi sarebbe stato il finale!!!

  14. marcoferrarista

    30 maggio 2011 at 22:40

    vorrei sottolineare che per me è stato rovinato il finale di una gara stupenda mettendo delle nuove gomme!!! chi è d’accordo???

  15. fang

    30 maggio 2011 at 23:00

    sono dubbioso che senza il cambio gomme alonso avrebbe potuto superare vettel.non ha fatto nessuna manovra di difesa quindi non ancora in crisi in piu’ doveva guardarsi piu’ da button che provare a vincere

  16. Frenk

    30 maggio 2011 at 23:58

    Io sono d’accordo sul fatto che la bandiera rossa sancisce la fine della gara(che ormai era quasi finita)per cui se si è voluto continuare lo show NON in regime di safety car il risultato non è stato diverso.
    Come sarebbe andata senza bandiera rossa non lo sapremo mai…

  17. Zardoz

    31 maggio 2011 at 14:05

    Mh tutto giusto, bene bene, però…… la federazione dovrebbe essere imparziale, e non “favorire” NESSUNO ……… nn fatemi dire di più……..

  18. Rumix

    31 maggio 2011 at 14:25

    d’accordo, ma allora in regime di bandiera rosso andrebbe vietata qualunque operazione sulle vetture.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati