Nuovi controlli sulla flessibilità delle ali a Spa

Nuovi controlli sulla flessibilità  delle ali a Spa

La Fia al prossimo gran premio del Belgio introdurrà nuovi controlli per verificare la flessibilità delle ali anteriori di alcune vetture, in particolar modo di Red Bull e Ferrari.

McLaren e Mercedes hanno inoltrato un reclamo alla federazione la quale ha effettivamente constatato che un certo livello di flessibilità esiste ma che al momento rimane all’interno del regolamento. Dal Belgio i test saranno più severi, l’articolo 3.17.8 del regolamento tecnico prevede che la Fia introduca ulteriori prove su qualsiasi parte del telaio che sembra essere, o sia sospettata, di movimento.

Le attuali verifiche impongono una pressione di 50 Kg sull’ala e tollerano una flessione di 10 millimetri, si prevede che la forza applicata alle parti sarà aumentata.

L’articolo 3.15 specifica che le parti sospese della vettura devono essere rigidamente fissate alla vettura e devono rimanere immobili. Quindi si aggiunge che: “..ogni costruzione progettata per colmare il divario tra la parte sospesa del veicolo ed il suolo è vietata in tutte le circostanze”.

Webber, vincitore della gara a Budapest ha commentato i reclami degli avversari: “Quando alle persone non piace quello che vedono sul cronometro devono giustificare in qualche modo la loro posizione. Non bisogna mai penalizzare le cose buone ed ingegnose che le persone riescono ad ottenere facendo un buon lavoro, ma a volte succede”.

Roberto Ferrari

Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

64 commenti

Articoli correlati