McLaren: De la Rosa torna come pilota di riserva

McLaren: De la Rosa torna come pilota di riserva

Dopo aver corso per la Sauber l’anno scorso e aver ricoperto il ruolo di test driver Pirelli, Pedro de la Rosa tornerà alla McLaren quest’anno in veste di pilota di riserva. De la Rosa è arrivato alla McLaren nel 2003 e ha lavorato a stretto contatto con il team come collaudatore per sette stagioni, sviluppando le vetture che hanno portato il team a 29 vittorie al titolo mondiale con Lewis Hamilton nel 2008.

“Di tutti i team per cui ho guidato in F1, la McLaren è uno di quelli in cui mi sento davvero a casa” ha dichiarato lo spagnolo. “Sono davvero eccitato all’idea di tornare con il team e spingere lo sviluppo della MP4-26. Lewis e Jenson hanno già un ottimo rapporto lavorativo, quindi spero di fare tutto il possibile per aiutarli a trarre il massimo dalla vettura, dai nostri ingegneri e dalle nostre risorse al McLaren Technology Centre”.

“Siamo felicissimi che Pedro abbia deciso di tornare alla McLaren” ha commentato Martin Whitmarsh, team boss della McLaren. “Ritorna con ancor piu’ esperienza, e la sua motivazione e attenzione per i dettagli è sempre intatta. Il suo ingaggio aggiunge una considerevole solidità alla nostra formazione piloti”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

13 commenti
  1. Enrico

    9 Marzo 2011 at 22:46

    Ma per favore…Se ne vada in pensione,tanto venisse anche chiamato in causa(il che visti gli infortuni in f1 è una possibilità più unica che rara)potrebbe fare giusto il doppiato…

  2. AlexMah(tifoso e basta)

    10 Marzo 2011 at 00:42

    basta però con questi commenti superficiali e demagogici alla vittorio feltri..

  3. Walter176

    10 Marzo 2011 at 07:48

    Penso che questo sia proprio il ruolo che più gli si addica…

  4. SEZAR

    10 Marzo 2011 at 10:09

    @Enrico
    Da come parli, è evidente che non conosci questo pilota… Vatti a guardare i sorpassi su alonso e non solo prima di esporre la tua ignoranza.

  5. Beppe (tifoso Redbull)

    10 Marzo 2011 at 10:23

    quoto Walter176
    anche se come pilota mi ha deluso ai tempi della Jaguar (io ero tifoso del team inglese)

    Beppe

  6. Mattia

    10 Marzo 2011 at 10:54

    De La Rosa è sicuramente un ottimo tester, ma non è velocissimo. Merita il posto da titolare in Formula 1 più di qualche altro pilota in griglia.

  7. Antonio

    10 Marzo 2011 at 12:13

    Grandissimo pilota e grandissimo uomo. Pero’, ….. cosi’ vá questo mondo…. al contrario.

  8. SEZAR

    10 Marzo 2011 at 12:42

    @Mattia

    Concordo pienamente….

  9. Daniel

    10 Marzo 2011 at 12:46

    Se fossi stato Martin non l’avrei mai ripreso.
    Non tanto per le qualità che alla fin fine sono soggettive, ma per il fatto che l’anno scorso ha spiegato a Sauber come costruire l’F-Duct!!

  10. Fernando

    10 Marzo 2011 at 14:46

    La McLaren non lo ha preso per un ruolo da collaudatore vero, ma per l’incredibile bagaglio di conoscenza che lo spagnolo ha acquisito collaudando i pneumatici della Pirelli… saranno informazioni vitali per adattare meglio la vettura al tipo di mescole e carcassa della copertura italiana.
    Sulle qualità… non è velocissimo, ma certamente un bravo pilota

  11. certom

    10 Marzo 2011 at 15:28

    oh mamma è come l’araba fenice 😀

  12. SEZAR

    10 Marzo 2011 at 23:56

    @Daniel
    ?????????!!!!!!!!!

  13. Daniel

    11 Marzo 2011 at 00:24

    Non ricordo la fonte, ma Pedro come collaudatore nel 2009 aveva aiutato la McLaren a far nascere l’f-duct.

    Dopo aver trattato con Campos poco prima che iniziasse il campionato 2010 però passò alla Sauber.

    Sauber fu tra le prime a montare l’f-duct sulla sua monoposto, e il motivo di questa celerità sembra sia da cercare nel fatto che Pedro conosceva già il meccanismo.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati