Mark Webber non pensa ancora al ritiro: “Non è l’attitudine corretta”

Mark Webber non pensa ancora al ritiro: “Non è l’attitudine corretta”

Mark Webber insiste che il ritiro è l’ultima cosa a cui penserà nel 2012. Molti hanno effettivamente pensato che il 2011 fosse l’ultimo anno in F1 per l’australiano, ma ora, dopo aver firmato un contratto di un anno ancora con la Red Bull, le indiscrezioni vogliono che il 2012 sia l’ultima stagione per Webber nella categoria.

Il 35enne si dice sicuro di non pensare al ritiro, per il momento.

“Non è l’attitudine corretta, bisogna invece concentrarsi al cento per cento sulla prossima gara. I risultati sono quelli che contano, non l’età” ha detto ad Autosport.

“Ho avuto compagni di squadra che non ottenevano risultati ed erano finiti già a 21 anni. Se non hai risultati buoni, non lavori con i top team”.

L’australiano ha sofferto in questa stagione il dominio del compagno di squadra Vettel, che ha vinto undici volte, contro l’unica volta dell’australiano.

Il pilota però non guarda al passato e spera di iniziare in maniera ottimale la prossima stagione.

“Non ho nemmeno iniziato a ricaricare le batterie, che sono già pronto a lanciarmi verso la nuova stagione” ha detto.

“Il 2011 per me è finito, è tempo di passare un po’ di tempo con la famiglia e di rilassarmi un po’, sapendo che non lo farò per molto. Divento impaziente di tornare a correre. E non vedo l’ora di vedere come sarà la macchina della prossima stagione. Ci sarebbe qualcosa di sbagliato se non fossi curioso di sapere come andrà contro la Ferrari e la McLaren”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

11 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati