Mark Webber non pensa ancora al ritiro: “Non è l’attitudine corretta”

Mark Webber non pensa ancora al ritiro: “Non è l’attitudine corretta”

Mark Webber insiste che il ritiro è l’ultima cosa a cui penserà nel 2012. Molti hanno effettivamente pensato che il 2011 fosse l’ultimo anno in F1 per l’australiano, ma ora, dopo aver firmato un contratto di un anno ancora con la Red Bull, le indiscrezioni vogliono che il 2012 sia l’ultima stagione per Webber nella categoria.

Il 35enne si dice sicuro di non pensare al ritiro, per il momento.

“Non è l’attitudine corretta, bisogna invece concentrarsi al cento per cento sulla prossima gara. I risultati sono quelli che contano, non l’età” ha detto ad Autosport.

“Ho avuto compagni di squadra che non ottenevano risultati ed erano finiti già a 21 anni. Se non hai risultati buoni, non lavori con i top team”.

L’australiano ha sofferto in questa stagione il dominio del compagno di squadra Vettel, che ha vinto undici volte, contro l’unica volta dell’australiano.

Il pilota però non guarda al passato e spera di iniziare in maniera ottimale la prossima stagione.

“Non ho nemmeno iniziato a ricaricare le batterie, che sono già pronto a lanciarmi verso la nuova stagione” ha detto.

“Il 2011 per me è finito, è tempo di passare un po’ di tempo con la famiglia e di rilassarmi un po’, sapendo che non lo farò per molto. Divento impaziente di tornare a correre. E non vedo l’ora di vedere come sarà la macchina della prossima stagione. Ci sarebbe qualcosa di sbagliato se non fossi curioso di sapere come andrà contro la Ferrari e la McLaren”.

Alessandra Leoni

Mark Webber non pensa ancora al ritiro: “Non è l’attitudine corretta”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

11 commenti
  1. capitanAmerica

    14 dicembre 2011 at 15:48

    che ha vinto undici volte, contro l’unica volta dell’australiano!!!
    Ma siamo seri anche nello scrivere gli articoli e facciamo a meno di evidenziare dati di fatto che rispecchiano giochi di squadra….
    Vettel avrebbe dovuto essere squalificato per simulazione e tolti i punti gara ai bibitari!
    che porcata!!

    • anonimo

      14 dicembre 2011 at 16:17

      Se non hanno squalificato e tolti i punti alla Ferrari e ad Alonso come possono toglierli alla RB. L’invidia quanto e’brutta

    • Me

      14 dicembre 2011 at 16:18

      Anche se il problema al cambio non fosse vero, non li hanno tolti lo scorso anno alla Ferrari quando gli ordini di scuderia erano vietati dal regolamento e dovrebbero togliergli alla RB con i giochi di squadra permessi?

    • anonimo

      14 dicembre 2011 at 17:13

      Auguri Buon Natale, http://www.nuvolari.tv/articolo/auguri-red-bull La squalifica se la meritavano Vettel e la Red Bull?? Mangia il panettone bello!!! Questa frase rimarra’nella storia..

      • frederick

        14 dicembre 2011 at 17:40

        Alla Red Bull sono dei geni anche nel lanciare frecciatine 😉 Comunque Mark in teoria ne avrebbe ancora di carriera davanti…Tutto sta nella Red Bull e nei favoritismi in squadra alla fine.

  2. capitanAmerica

    14 dicembre 2011 at 15:50

    Mark è un bravo ragazzo,ma non ha smesso perchè ancora non ha avviato per bene cosa fare dopo!

  3. Davideah

    14 dicembre 2011 at 16:24

    Dai Mark metticela tutta!!!!!

  4. SEZAR

    14 dicembre 2011 at 16:50

    Ormai in F1 si corre anche fino ai 40 e oltre tranquillamente….. L’importante è essere ancora in grado di fare buone o ottime performance ancora….. De la Rosa, Barrichello e Schumacher ad esempio nonostante l’età sono ancora in grado di fare risultati importanti, anche se purtroppo sono piloti di scuderie poco competitive! Metteteli sulla RedBull o sulla McLaren e vi vincono almeno il mondiale costruttori!! Poi se un certo Schumacher a oltre 40 anni vince anche quello piloti…!!!!!!!! Spettacolo puro!! 😀

    MARK WEBBER rimani a correre fino a quando sei in grado di correre…. Non pensare all’età perché non serve!!

    • Franz Iacobelli

      16 dicembre 2011 at 11:27

      De La Rosa e Barrichello sono ancora in grado di fare buoni risultati? S’OO DICI TE

  5. Beppe (tifoso RedBull)

    15 dicembre 2011 at 19:28

    Mark in questa stagione mi ha un poco deluso, l’avrei preferito in versione 2010.
    Il 2012 sarà la stagione della verità, Mark torna il fulmine che eri.

    Beppe

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati