Lewis Hamilton: “Oggi era tra me e Nico ma il team ha voluto comunque interferire”

"Non penso di essere stato pericoloso o sleale"

Lewis Hamilton: “Oggi era tra me e Nico ma il team ha voluto comunque interferire”

Alla fine vincere il GP di Abu Dhabi non gli è bastato. Lewis Hamilton è salito sì sul gradino più alto del podio dominando weekend e gara, ma il titolo di Campione del Mondo 2016 è andato al rivale Nico Rosberg. Nonostante la vittoria, per tutti e 55 i giri il pilota britannico è però sembrato più “lento” del solito… Una mossa per favorire l’avanzamento degli avversari alle spalle di Rosberg? Non secondo il diretto interessato che, seppur amareggiato per la sconfitta, ha voluto difendere la propria posizione anche fuori dalla pista.

“Non penso di avere fatto nulla di pericoloso o sleale oggi”, si è subito difeso il pilota Mercedes. “Stavamo combattendo per un titolo mondiale e io ero al comando, per questo controllavo il passo. E’ così che si fa. Avevo perso molti punti importanti nel corso della stagione e oggi ero là fuori per combattere. Non ho mai fatto nulla per danneggiare la squadra. Però, arrivati a questo punto, avevamo già vinto il Mondiale Costruttori: oggi era tra me e Nico e il team ha comunque avuto bisogno di interferire. Non so perché non ci abbiano semplicemente lasciato correre. Sapevo che stavo perdendo il Mondiale e non c’è mai stato un momento in cui ho creduto di perdere la gara. Sinceramente non ho molto da dire alla squadra, non c’è mai stato un momento in cui mi sono sentito in pericolo”.

Nonostante la frustrazione, Hamilton ha voluto congratularsi con il suo rivale: “Non dobbiamo comunque lasciare che questo metta in secondo piano il titolo di Nico. Diventare Campione del Mondo è una sensazione pazzesca. Io mi sento bene, ho fatto tutto quello che potevo quest’anno, specialmente nelle gare finali. Ma Nico ha avuto una stagione pulita senza intoppi, per questo ora siamo messi così. Ha fatto un lavoro fantastico, quindi congratulazioni! Ora aspetto di lottare di nuovo con lui il prossimo anno”, ha concluso, battagliero come sempre, il tre volte iridato.

 

 

Lewis Hamilton: “Oggi era tra me e Nico ma il team ha voluto comunque interferire”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Interviste

Lascia un commento

29 commenti
  1. walterc

    27 novembre 2016 at 20:42

    Grande Hamilton.

    • Francesco

      27 novembre 2016 at 21:38

      Lewis Hamilton è veramente un grande, ma come tale, e come sempre succede, hai gran parte del mondo che ti da contro…

      …è successo a tutti i grandi, almeno del recente, da Vettel ad Alonso, da Schumacher a Prost, da Hakkinen a molti altri…

      Quando sei il migliore e “sembra” che stai davanti solo per demeriti altrui, improvvisamente tutti cercano di trovare motivazioni per sminuire le tue capacità…

      Oggi Rosberg è portato in palmo di mano, ma la verità, lo sappiamo tutti, è ben altra…

  2. Aanto

    27 novembre 2016 at 21:28

    Caduta di stile. Poteva risparmiarsela.

  3. Jess

    27 novembre 2016 at 22:03

    @francesco

    Hamilton è un pilota eccezionale, forse il migliore dopo Alonso tra i piloti attualmente iscritti al mondiale. Ciò non toglie che oggi Rosberg lo abbia battuto meritatamente. Ha capito che lo poteva battere solo sfruttando ogni occasione per fare punti e lo ha fatto in modo impeccabile. Lewis è un pilota di cuore e pancia, non un calcolatore. Lottare con le sue armi vuol dire perdere, quindi Nico ha fatto il calcolatore, sa bene che Lewis fa cappellate ogni tanto (vedi le partenze sbagliate più volte), li ha vinto il mondiale, facendo punti freddi e calcolati quando Lewis sbagliava! Molti danno la colpa ai 25 punti persi per quel motore rotto. No, il titolo lo ha perso Hamilton con i suoi errori, perché una rottura la metti in conto sempre (se una giustizia divina potesse ridare quella vittoria mancata a Lewis allora gli toglierebbe anche il primo titolo, ridando a Massa il motore ungherese)! Quest anno Lewis non aveva rivali se non Nico e il tedesco ha capito come fare per vincere, oggi è stata la sintesi di una stagione perfetta per il tedesco. onore a Nico!

    • walterc

      27 novembre 2016 at 23:13

      Ma per favore.. ma da dove viene questo super nico… Pura fantasia da chi invidia il talento immenso di Hamilton. Macchina che lo ha sempre portato a punti. Questa è stata la differenza. . Basta solamente sottolineare che senza la rottura di Hamilton nico se lo sognava il mondiale…

      • iceman82

        27 novembre 2016 at 23:36

        Forse ti dimentichi un paio di cose, walterc…che rosberg ha subito due penalizzazioni ingiuste (con tanto di cambio regolamenti in corso),senza le quali, il discorso iridato sarebbe stato chiuso da tempo.
        La differenza è questa: lo scorso anno, Nico all’ultima gara perde il mondiale con un guasto tecnico e ringrazia la squadra, Hamilton grida al “complotto”.
        Dovrebbe ringraziare il suo amico bernie…

      • Francesco

        28 novembre 2016 at 01:02

        Porta pazienza @uomodighiaccio, ho una certa età e la memoria gioca brutti scherzi… non ricordo le due penalizzazioni INGIUSTE a Rosberg, mi potresti rinfrescare la memoria???

    • Francesco

      28 novembre 2016 at 00:59

      @Jess
      A parte che oggi Rosberg non ha battuto Hamilton, forse hai visto un’altra gara, scusami l’ironia… ho visto Lewis tagliare per primo la bandiera a scacchi e oltretutto, tentando con ultimo disperato tentativo (ma come tutti i disperati tentativi, la soluzione è stata peggio della causa) rallentando fino al limite del consentito dal regolamento… forse Lewis oggi non ha dato il meglio di se, anche se ricordo un tale 6 anni fa che, analogamente a quanto è successo oggi, ha perso un mondiale senza poter fare nulla per non permettere che succedesse, e in queste situazione è facile perdere il controllo, quando ti vedi scappare un mondiale all’ultima gara dalle mani…
      Comunque è vero, forse è stato più Lewis a perdere il mondiale che non Rosberg a vincerlo… fermo restando che mai sapremo se la vera causa degli errori di Lewis siano dovuta al suo stile di guida o piuttosto…
      Cosa dici: quest’anno su 168 GP con motori Mercedes solo uno si rompe? ma ci può stare…
      E’ vero, Lewis vince di pancia e di cuore, ed è per questo che piace ai suoi fan…
      Permettimi, ma quest’anno, come forse anche i due passati, non serviva un gran pilota come Rosberg per vincere il mondiale, probabilmente gran parte dei 22 in griglia avrebbero vinto il mondiale alla guida di una W07, forse anche senza tutte le cappellate di Hamilton…

      • John_Beverly

        28 novembre 2016 at 02:11

        ma non diciamo fesserie, hamilton dovrebbe solo ringraziare la mercedes per l’astronave che gli da e che gli ha permesso di lottare senza rivali per 3 anni, poi sminuire rosberg e considerare hamilton così superiore e poi lamentarsi per un ritiro è semplicemente un controsenso in un mondiale senza rivali e la differenza d talento che continuate a dire avrebbe dovuto asfaltare nico senza problemi secondo i vostri ragionamenti, invece state a sindacare per una singola gara. semplicmente i due come prestazioni sono molto vicini, e in ogni caso nico ha avuto le sue sfortune ricordiamoci anche che rosberg è stato costretto a far passare hamilton a monaco cosa assurda visto che il mondiale se lo giocavano in due lasciare andare il tuo rivale diretto è semplicemente ridicolo. in malesia inoltre c si dimentica che pure rosberg è stato colpito alla prima curva e ha avuto una penalizzazione ingiusta. semplicemente hamilton pur essendo un grande pilota ha perso un mondiale, in altre annate ha avuto più fortuna come il 2008 è così che funziona e non rendere merito al proprio compagno è di una bassezza imbarazzante. allora cosa dovrebbe dire raikkonen per i mondiali persi nel 2003 e nel 2005 per una marea di rotture del motore, penalizzazioni etc…altro che un singolo ritiro in una stagione!! ma non scherziamo perfavore

      • robyxx74

        28 novembre 2016 at 13:15

        caro John_Beverly purtroppo tutti si ricordano solo gli episodi che gli fanno comodo su Kimi si ricordano solo il mondiale vinto fortunatamente nel 2007 (vedi errori di Hamilton) mentre quelli vinti da Alonso solo per bravura dimenticando gli episodi che tu hai citato ecc ……..

      • John_Beverly

        28 novembre 2016 at 13:32

        mah sul fortunatamente nel 2007 ho dei dubbi, vinse più gare di tutti e ebbe un ritiro in più dei rivali e nella seconda parte di stagione ebbe un rendimento al limite della perfezione. non vinse al fuji perchè la ferrari sbagliò strategia ad inizio gara facendolo finire ultimo. hamilton fece degli errori nelle ultime gare e raikkonen approfittò della rivalita interna alla mclaren ma questa è la F1. Ricordiamoci che hamilton fu rimesso in pista con una gru quell’anno, altra cosa mai vista.

      • robyxx74

        28 novembre 2016 at 20:56

        il mio FORTUNATAMENTE era ironico, tutti si ricordano solo le ultime 2 gare con gli errori di Hamilton, mentre non mi ricordo particolari sfortune di Alonso, però Alonso è il fenomeno e gli altri sono scarsi e fortunati Hamilton quasi vinse il mondiale da debuttante in F1 con Alonso come compagno di squadra

  4. cevola

    27 novembre 2016 at 22:52

    La squadra ha interferito perché voleva la doppietta anche con il Mondiale costruttori già vinto. E’ dovere della squadra salvaguardare la stessa, anche a discapito dei piloti. La cosa è ineccepibile perché più di 1000 persone lavorano solo per quello e cioè il massimo risultato possibile che nella fattispecie è fare primo e secondo. Dopo di chè ci sta che Hamilton abbia tentato con ogni mezzo lecito di fare avvicinare gli avversari a Nico per fargli perdere punti, ma cio’ non toglie che la squadra abbia agito bene nell’interesse della squadra stessa.

  5. rossa27

    28 novembre 2016 at 08:28

    esatto la Mercedes voleva la doppietta è quindi era allarmata .Detto questo basta con i se e i ma , quest’anno Rosberg è stato più bravo di Hamilton e merita il mondiale ,Hamilton è nel complesso più bravo di Rosberg ma quest’ultimo non è una schiappa ( infatti i loro risultati in questa squadra sono molto simili)se mai… entrambi devono solo ringraziare di avere sotto il sedile una super macchina ( ahimè )che ha permesso a loro di spadroneggiare in questi ultimi anni facendo incetta di pole e vittorie

  6. Jess

    28 novembre 2016 at 09:10

    @walterc

    Il talento di Hamilton è incredibile, per me, dopo Alonso, resta il miglior pilota attualmente in griglia. Detto questo, ripeto, senza rottura del motore avrebbe vinto il titolo.

    Così come Massa senza la rottura del motore in Ungheria, Lewis ne avrebbe uno in meno…

    Così come Schumacher contro alonso…

    Così come se io avessi corso da solo con la Mercedes, sarei campione pure io.

    Il motore si è rotto perché a volte si rompono! Le partenze alle ha sbagliate perché è un pilota che vive di emozioni, non è un calcolatore. Per quello a volte sbaglia. Per quello spesso è imprendibile! Finiamola con le cavolate dei complotti!!!

  7. Jess

    28 novembre 2016 at 09:15

    @francesco

    Ieri Nico ha battuto Hamilton nella lotta al titolo, intendevo quello, no n la singola gara.

    Se poi ti interessa saperlo, se corressero in 6 con la stessa macchina (Lewis, Vettel, Nico, kimi, e i due della redbull) penso che Nico arriverebbe quinto o sesto in classifica. Il mondiale lo vincerebbe Vettel.

    Se poi Alonso avesse una Mercedes… beh, non ci sarebbe storia! Ma sono solo fantasie!

    • robyxx74

      28 novembre 2016 at 13:24

      Se poi Alonso avesse una Mercedes… beh, non ci sarebbe storia!
      Vai a rivederti il mondiale 2007
      a scusa li veniva penalizzato dalla squadra

    • Francesco

      28 novembre 2016 at 13:29

      @Jess, mi trovi perfettamente in sintonia con il tuo pensiero, ma tant’è vedi… ci sono sempre quelli che ricordano il 2007, quelli che ricordano il 2008, quelli che ricordano… tutti altamente competenti in materia!!!

      • robyxx74

        28 novembre 2016 at 21:05

        ma si cancelliamo il 2007 dalla storia della F1, poi quali altri anni sono da cancellare caro ESPERTO!!!!!!!!!!!

    • Francesco

      28 novembre 2016 at 13:50

      @Jess, detto questo, è pur vero che un po’ ti sei contraddetto…

      Prima dici che

      “…Hamilton è un pilota eccezionale, forse il migliore dopo Alonso tra i piloti attualmente iscritti al mondiale…”

      “…Il talento di Hamilton è incredibile, per me, dopo Alonso, resta il miglior pilota attualmente in griglia…”

      …e fin qua non ci piove, abbiamo capito, per inciso sono d’accordo con te, e non siamo i soli a dirlo…

      …poi dici che tra i sei piloti in testa al mondiale Rosberg prenderebbe paga da tutti (meno uno), e anche qui sono d’accordo con te, probabilmente arriverebbe dietro a tutti e cinque gli altri, senza Alonso ovviamente, altrimenti sarebbe settimo…

      …ma allora come fai a dire che Rosberg ha vinto meritatamente se a Lewis bastava non rompere il motore in Malesia???

      diciamo semplicemente che la dea bendata è stata generosa con Rosberg in quella che forse è stata la sola e decisiva occasione per lui di vincere un mondiale di F1…

  8. Francesco

    28 novembre 2016 at 14:18

    Comunque noto con piacere che il detto “SALIRE SUL CARRO DEL VINCITORE” è sempre attualissimo e assolutamente atteso fino in fondo… fino a ieri Rosberg non se lo è MAI CAG@t0 NESSUNO, oggi è paragonato alla stessa stregua dei migliori… è proprio vero: la gente non si smentisce mai…

    • michele

      28 novembre 2016 at 15:13

      Usando la testa posiamo dire che doveva essere Hamilton a sanzionare la squadra.

      Dopo un anno di guasti tecnici a fronte di una macchina perfetta data s Rosberg per tutto il campionato,

      il team avrebbe dovuto solo tacere e non impartire ordini.

    • michele

      28 novembre 2016 at 15:15

      Ma poi questi ordini a cosa sarebbero serviti.

      A far arrivare Rosberg al secondo posto invece che al quarto.

      Non ha senso.

      La Mercedes sapeva di essere in debito con Hamilton,

      perché allora insistere nel dare quell’ordine?

  9. Jess

    28 novembre 2016 at 15:35

    @francesco

    Ti dico che rosberg ha vinto meritatamente, pur essendo un pilota veloce come tanti altri, ma non il più veloce, perché ha capito come battere un avversario molto più forte di lui e lo ha fatto nel migliore dei modi. Ha capito che per vincere non doveva fare errori e non ne ha fatti. Doveva capitalizzare ogni risultato, perché negli ultimi tre anni mai come questo il dominio è stato così assoluto (lo scorso anno la Ferrari e due anni fa la redbull erano decisamente più forti, le due vittorie rb in questa stagione sono state casuali).

    Per questo penso che Nico abbia meritato. E ripeto, non è il motore rotto, ma le vittorie mancate hanno tolto il titolo a Lewis. Quand parti in pole con la Mercedes e hai un solo avversario devi vincere e basta.

    Per la prossima stagione spero di vedere Ferrari e redbull allo stesso livello dei tedeschi, ti assicuro che nel caso Lewis sara li a giocarsi il titolo, Nico no!

    • michele

      28 novembre 2016 at 16:13

      Io invece spero di non vedere più, chiunque sia il pilota,

      – quattro o cinque partenze dalla pole col compagno che va al doppio della velocità

      – guasti tecnici solo ad un pilota, chiunque esso sia, mentre l’altro non è ha mai

      – telefonate a Jos Verstappen che chiedono di non interferire nella lotta tra i due piloti

      – cambio gomme della RBR fatto ad un pilota di 19 anni che è secondo dietro Hamilton e deve solo portare la macchina al traguardo, perché oggettivamente di più non può fare

      – comunicazioni fatte dal box ad un pilota chiedendo di accelerare l’andatura, quando non
      serve a niente;

      – sanzioni fatte al pilota che non accelera per obbedire ad un ordine che non serve a niente

      – tattiche di gara come in Austria dove si fanno cambi gomme inutili o cose del genere

  10. the magic

    28 novembre 2016 at 19:37

    lewis oramai per il sottoscritto resta un fenomeno da baraccone proprio come lo vuole bernie. come persona lascia mooolto a desiderare.ma tanto ci sarà sempre chi lo idolatrerà quindi potrà stare tranquillo

  11. michele

    28 novembre 2016 at 21:44

    Tutti noi abbiamo le nostre simpatie.

    Hamilton è simpatico o antipatico,

    E quindi la verità è nascosta dalle simpatie o antipatie.

    La verità però esiste,

    Una cosa è certa però,

    Senza Hamilton come si farebbe?

    Un giorno non correrà più e allora ci sarà un grande vuoto,

    E lo sentiremo tutti,

    Anche quelli che non lo,sopportano.

  12. Ceppa

    28 novembre 2016 at 23:21

    Quanti tifosi da bar. La storia del motore è per ignoranti tifosi da televideo. Bravo Nico, gran stagione e grande inizio. Grande Hamilton ad aver lottato fino al limite del giusto. Meno nel dopo gara. Comunque c’è gente che è meglio che vada al bar in piazza a fare certi discorsi da tifosi da televideo. Quanta ignoranza.

    • michele

      29 novembre 2016 at 12:13

      Certo!

      Tu sei il depositario della verità,

      e gli altri,

      sono niente!

      meno male che ci sono quelli come te,

      altrimenti il mondo sarebbe troppo cattivo da sopportare.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati