HRT: una qualifica difficile, ma con qualche miglioramento

HRT: una qualifica difficile, ma con qualche miglioramento

E’ stata senz’altro una qualifica impegnativa per i due piloti della HRT, Vitantonio Liuzzi e Narain Karthikeyan, ma qualche lieve passo in avanti sembra essere stato compiuto, in virtù di un nuovo diffusore. Gli avversari vicini alla HRT non sembrano più così lontani.

Narain Karthikeyan, 23mo: “Ho avuto qualche problema con il riscaldamento del mio primo set di gomme e qualcosa è cambiato nella monoposto da ieri ad oggi. La mia ruota anteriore sinistra si è bloccata quando ho frenato più forte, quindi ho perso un po’ di tempo in quel momento, ma a parte tutto questo, siamo entrambi molto vicini ai nostri rivali più prossimi. Ho fatto qualche progresso nelle ultime gare, sono solo ad un decimo di distanza da Tonio, dopo cinque anni e mezzo lontano dalla Formula Uno, è una buona sesnazione essere così vicino. Ho bisogno di uno spunto in più, che verrà man mano che la stagione progredisce”.

Vitantonio Liuzzi, 21mo: “Sarà una domenica interessante. Abbiamo dimostrato oggi di aver fatto un passo in avanti; siamo praticamente davanti ai nostri concorrenti più vicini e avremo una bella gara domani. La corsa potrebbe essere sotto la pioggia, quindi potrebbe essere differente da quello che ci aspettavamo, ma sarà sicuramente più eccitante e dovremo spingere per tirare fuori il massimo dalla macchina. Il 107% non è più un problema per me, in un circuito dove il KERS e il DRS fanno la differenza, dobbiamo concentrarci sul battere i nostri avversari. Il nuovo diffusore sembra funzionare bene, ma dobbiamo ancora trarne il meglio. Ci vorranno un po’ di gare per ottimizzarlo, dobbiamo capire meglio il sistema per farlo lavorare meglio in futuro”.

Alessandra Leoni

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati