Gran Premio di Ungheria: Anteprima e orari del weekend

Gran Premio di Ungheria: Anteprima e orari del weekend

Dalle fresche alture dell'Efeil alle calde campagne di Budapest. Il prossimo week-end si disputera' il 25° Gran Premio d'Ungheria, anche se e' la ventiquattresima edizione valida per il Campionato del Mondo, infatti nel lontano 1936 a Nepliget si svolse una gara vinta dal leggendario Tazio Nuvolari. La gara in terra magiara si svolge sul circuito dell'Hungaroring, uno strettissimo e tortuoso toboga situato nella piccola cittadina di Mogyorod ad una ventina di chilometri da Budapest.

Si arriva in Ungheria, reduci dalla prima vittoria in carriera di Webber al Nurburgring con le classifiche iridate che vedono al comando sempre Button e la Brawn, ma i margini si stanno riducendo: la Red Bull arriva da due vittorie consecutive e sta accorciando le distanze nel mondiale costruttori. Nel mondiale piloti il duo Vettel-Webber ha superato Barrichello e ha gia' messo nel mirino Button, ma la lotta intestina potrebbe svantaggiare il team austriaco, che ha gia' garantito che non interferira' nella battaglia tra i due piloti. Barrichello invece sembra ormai rassegnato a ricoprire, ancora una volta, il ruolo di gregario. Il brasiliano a fine gara non le ha mandate a dire, accusando esplicitamente il team di avergli fatto perdere la gara. Lapidaria la replica di Brawn "Rubens e' solo frustrato".

Abbastanza soddisfacenti le prestazioni offerte da Ferrari e McLaren. Il team di Maranello e' riuscito ad agguantare il podio con Massa, mentre purtroppo Raikkonen e' stato costretto al ritiro a causa di un detrito infilatosi in macchina che ha perforato un radiatore causando una perdita' d'acqua. In casa McLaren speravano in un'ottima prestazione e probabilmente sarebbe arrivata se Hamilton non fosse stato tradito gia' alla prima curva di una foratura che l'ha relegato in fondo al gruppo, unico dei doppiati.

Le prime due edizioni del Gran Premio furono vinte dal Nelson Piquet. Memorabile l'edizione del 1989 quando Mansell, partito dodicesimo ando' a rimontare vincendo la gara. Da ricordare l'edizione del 1998 quando Schumacher grazie ad un ritmo da qualifica e a tre pit stop riusci' a vincere la gara scavalcando la McLaren. Non possono essere dimenticate le edizioni 2006 e 2007: Button vinse il suo primo Gran Premio della carriera sotto la pioggia, mentre l'anno dopo la gara verra' ricordata per il pandemonio scatenato da Alonso ai box McLaren durante le qualifiche quando ando' ad ostacolare Lewis Hamilton per impedirgli di lottare per la pole. Lo spagnolo fu retrocesso in griglia e la McLaren privata dei punti costruttori, Hamilton vinse poi la gara davanti a Raikkonen ed Heidfeld.

Gara amarissima quella dell'anno scorso per Massa e i ferraristi, dopo una partenza fulminea dalla terza posizione Massa aveva preso il comando e non l'aveva piu' mollato, quando a tre soli giri dalla fine il motore della F2008 ando' fumo frantumando i sogni di gloria del brasiliano. A beneficiarne fu il finlandese della McLaren Kovalainen che vinse il suo primo Gran Premio diventando anche il centesimo vincitore della storia della Formula 1.

Il circuito dell'Hungaroring e' un circuito atipico per lo standard dei normali tracciati, e' il piu' corto del mondiale dopo Monte Carlo e tortuoso e stretto, tanto che Hakkinen disse che guidare sull'Hungaroring era come guidare a Monte Carlo, ma senza mare, ne' case, ne' marciapiedi. Cio' che rende molto insidioso il circuito inoltre e' la polvere e la terra trasportata dal vento sulla pista, il che comporta un radicale cambiamento delle condizioni del tracciato dal venerdi' alla domenica, ed anche in gara le condizioni della pista sono in continua evoluzione.

Tentare il sorpasso e' pressoché impossibile, anche se nel 2003 sono state apportate varie modifiche al tracciato in modo da facilitare i piloti nel superare chi e' davanti: il rettilineo principale e' stato allungato e la parte che precede i box e' stata rivista introducendo una secca curva a novanta gradi.

Pur offrendo gare spesso e volentieri noiose, il Gran Premio ungherese non va sottovalutato, i colpi di scena sono dietro l'angolo, come ben dimostra la gara del 2008, e a tal riprova basta dare un'occhiata all'albo d'oro che vede sette vincitori diversi negli ultimi setti anni.

Negli ultimi giorni si e' tornati a parlare anche di politica: Max Mosley ha confermato ancora una volta che non ripresentera' la sua candidatura alla presidenza della FIA alle elezioni del prossimo 23 Ottobre. Gli unici due candidati che si sono ufficialmente esposti sono l'ex Campione del Mondo di Rally ed ex parlamentare europeo, il finlandese Ari Vatanen e il francese Jean Todt per lunghi anni capo della Gestione Sportiva Ferrari e gia' responsabile della Peugeot nei Rally.

Un aspetto sul quale vale la pena soffermarsi e' il crollo dei dati d'ascolto dei Gran Premi: la scorsa gara al Nurburgring ha ottenuto appena cinque milioni e mezzo di telespettatori perdendo circa due milioni rispetto alla gara precedente e quasi la meta' rispetto agli altri anni. Solo per rendere l'idea, l'ultima gara di MotoGP disputatasi agli stessi orari (il GP d'Olanda ad Assen) ha ottenuto un ascolto piu' alto, ed e' la prima volta che la MotoGP supera in ascolti la Formula 1 da quando i due eventi sono trasmessi in diretta e monitorati dall'auditel. Il calo degli ascolti e' un dato statistico che oramai si registra di anno in anno, ma un crollo del genere era davvero difficile da credere come possibile.

Con meta' stagione superata la Red Bull spera, grazie alle idee del "genio" Newey, di avviare la rimonta sulla Brawn che nelle ultime due gare e' apparsa sottotono anche forse a causa delle basse temperature che hanno caratterizzato gli ultimi Gran Premi, per questo si attende con ansia la gara ungherese, tradizionalmente molto calda, per capire se davvero la Brawn e' regredita o se si e' trattato solo di una crisi momentanea. Da questo Gran Premio inoltre la Bridgestone ricomincera' a portare mescole contigue, cosi' come accadeva lo scorso anno.

Domenico Della Valle

Lunghezza del circuito: 4,381 km
Giri da percorrere: 70
Distanza totale: 306,630 km
Numero di curve: 14 – 8 a destra e 6 a sinistra
Mescole Bridgestone: supersoffice/soffice
Record sul giro in prova: 1:19.146 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Record sul giro in gara: 1:19.071 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Record sulla distanza: 1h35:26.131 – M Schumacher – Ferrari – 2004
Record di vittorie per pilota: 4 – M Schumacher
Record di vittorie per team: 8 – McLaren
Record di pole per pilota: 7 – M Schumacher
Record di pole per team: 7 – McLaren
Record di giri veloci per pilota: 4 – M Schumacher
Record di giri veloci per team: 9 – Williams
Record di podi per pilota: 7 – M Schumacher e A Senna
Record di podi per team: 19 – McLaren
Record di punti per pilota: 65 – M Schumacher
Record di punti per team: 174 – McLaren
———-

Albo d'oro
01. 1986 N Piquet – Williams Honda
02. 1987 N Piquet – Williams Honda
03. 1988 A Senna – McLaren Honda
04. 1989 N Mansell – Ferrari
05. 1990 T Boutsen – Williams Renault
06. 1991 A Senna – McLaren Honda
07. 1992 A Senna – McLaren Honda
08. 1993 D Hill – Williams Renault
09. 1994 M Schumacher – Benetton Ford
10. 1995 D Hill – Williams Renault
11. 1996 J Villeneuve – Williams Renault
12. 1997 J Villeneuve – Williams Renault
13. 1998 M Schumacher – Ferrari
14. 1999 M Hakkinen – McLaren Mercedes
15. 2000 M Hakkinen – McLaren Mercedes
16. 2001 M Schumacher – Ferrari
17. 2002 R Barrichello – Ferrari
18. 2003 F Alonso – Renault
19. 2004 M Schumacher – Ferrari
20. 2005 K Raikkonen – McLaren Mercedes
21. 2006 J Button – Honda
22. 2007 L Hamilton – McLaren Mercedes
23. 2008 H Kovalainen – McLaren Mercedes
———-

Questi gli orari per il 25° Gran Premio ING d'Ungheria

Venerdi' 24 Luglio
10:00-11:30 Prove libere 1 – Diretta su Sky Sport 2/16:9/HD
14:00-15:30 Prove libere 2 – Diretta su Sky Sport 2/16:9/HD

Sabato 25 Luglio
11:00-12:00 Prove libere 3 – Diretta su Sky Sport 2/16:9/HD
14:00-15:00 Qualifiche – Diretta su Sky Sport 2/16:9/HD e Rai Due

Domenica 26 Luglio
14:00 Gara – Diretta su Sky Sport 2/16:9/HD e Rai Uno

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Ferrari, Arrivabene: “Ungheria gara chiave”

“È un appuntamento che non possiamo fallire”, le parole del team principal del Cavallino
In Ferrari non intendo minimamente alzare bandiera bianca davanti allo strapotere Mercedes. Dopo la scialba prova mostrata di Silverstone, la
News F1

L’Hungaroring si rifà il look

Iniziati i lavori di ristrutturazione di asfalto e strutture
A luglio aveva annunciato un importante piano di restyling grazie all’intervento del governo locale.L’Hungaroring ha già iniziato a cambiare volto.