Raikkonen: “Il successo è vicino”

Il pilota della Lotus ha chiuso a 1'' da Hamilton

Malgrado alcuni problemi il finlandese ha dimostrato un enorme potenziale: la Lotus è ormai pronta per la prima vittoria
Raikkonen: “Il successo è vicino”

Kimi Raikkonen realizza in Ungheria una gara bellissima, ma come in Bahrein il finlandese non riesce a insidiare il leader della corsa e deve accontentarsi del secondo posto.

“E’ un peccato non riuscire a ottenere la vittoria, ma è un buon risultato per la squadra e noi continueremo a spingere per fare il passo finale”, ha detto il pilota della Lotus, che ha chiuso all’Hungaroring alle spalle di Lewis Hamilton. “La mia partenza non era male ma poi abbiamo avuto alcuni problemi con il KERS e ho perso una posizione a vantaggio di Fernando Alonso. Quando siamo stati capaci di farlo funzionare ancora, siamo rimasti bloccati nel gruppo quindi è stato un po’ frustrante come fase, ma una volta che abbiamo avuto pista libera, abbiamo potuto spingere e sembrava che avremmo potuto recuperare qualche posizione”.

A questo punto, passato Alonso ai box e dopo anche Vettel, il finnico ha provato a superare anche il compagno di squadra Grosjean, che era in seconda piazza. “Il team ha detto che sarebbe stato un duello ravvicinato con Romain e ho commesso un errore, premendo il pulsante del limitatore di velocità alcuni metri dopo la fine della pitlane. Così ho perso un po’ del vantaggio, siamo arrivati ruota a ruota, ma sono riuscito a passare. Mi spiace non aver potuto superare Hamilton, ma la vittoria è molto vicina per noi. Dobbiamo migliorare il nostro piazzamento in qualifica e partire più in alto. Se lo faremo, ci rifaremo presto”, ha concluso l’ex ferrarista.

Con lui concorda anche il team principal della Lotus, Eric Boullier: “Il nostro nuovo approccio alla qualificazione sta dando risultati. Ci siamo qualificati meglio questo weekend e abbiamo inseguito il leader della gara per molti giri. Su un tracciato diverso, che permette il sorpasso, penso che avremmo potuto vincere questa gara”, ha commentato il capo della Lotus.

Raikkonen: “Il successo è vicino”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

43 commenti
  1. ayrtonxx2

    29 luglio 2012 at 19:43

    fosse stato un altro circuito oggi Kimi avrebbe vinto

    • Slauzy

      29 luglio 2012 at 21:08

      fosse piovuto avrebbe vinto un altro ancora… e se fossero andati in fumo i motori di alcuni, altri avrebbero approfittato

    • Max Bassanet

      30 luglio 2012 at 14:36

      si ma erano in ungheria e li è arrivato 2° quello che conta è questo.

  2. paese dei balocchi

    29 luglio 2012 at 19:50

    si si credici cn quel hamilton nn passava nessuno quando lui e in giornata nn lo ferma nessuno

    • Francesco_Iceman

      29 luglio 2012 at 20:02

      vedremo a spa se non lo passa nessuno

    • mario

      29 luglio 2012 at 20:14

      Hamilton oggi si e’ limitato a fare la gara che chiunque avrebbe fatto se fosse partito davanti su una pista come questa.Una bella gara ma le gare alla Hamilton sono altre.

      • ayrtonxx2

        30 luglio 2012 at 11:00

        non metto la mano sul fuoco che Raikkonen avrebbe vinto, ma penso che su un altra pista Kimi se la sarebbe giocata molto di più. Detto questo Hamilton ieri ha corso in maniera impeccabile e nessuno mette in discussione la sua vittoria

  3. DIE HARD

    29 luglio 2012 at 19:53

    spa

    • Federico Barone

      30 luglio 2012 at 23:39

      La sto aspettando anch’io, la corsa sul circuito delle Ardenne. Spero di non restare deluso.

      Schumacher, Räikkönen ed Hamilton vi si trovano molto bene.
      Vedremo cosa succederà, perchè vi sono altri piloti che non staranno a guardare…

  4. Dariok

    29 luglio 2012 at 20:21

    dai Kimi che SPA sta arrivando!

  5. mario

    29 luglio 2012 at 20:25

    Un applauso a tutti quelli che compongono questa squadra.Una proprieta’ continuamente sbeffeggiata da quando hanno acquistato il team dalla Renault.Bouiller il grasso,poi Lopez venne dipinto come il cattivo nella vicenda Kubica.Il team subi’ un duro colpo dall’incidente di Robert.Avevano costruito il team su di lui.Si sono ripresi ignari delle continue storie che puntualmente venivano fuori circa la solidita’dellla proprieta’.Hanno difficolta’ economiche si disse.Poi han preso Kimi..altre critiche..e’ finito,bollito ma dove hanno i soldi per pagarlo?E poi come secondo prendono Grosjean?Ma allora era meglio tenere Heidfeld.Ora questo team di gente che di corse qualcosina capisce,e’ li che lotta con i migliori..in tutti i sensi.Ricordo Lopez quando disse ad inizio 2011..il nostro obbiettivo e’ puntare al mondiale nell’arco di tre anni.Tutti lo guardavano con aria compassionevole come a dire..questo non sa di cosa parla.Volete vedere che dopo i magliai ed i bibitari,magari il prossimo anno sara’ un esperto di finanza a far saltare il banco?

    • tatanka

      29 luglio 2012 at 21:20

      Eh già si stanno togliendo tanti sassolini dalle scarpe, e dopo la pausa estiva arriva SPA.
      Lì il sorpasso è possibile eccome!

      E se avranno questo ritmo…

  6. vettelthebest moderato a dispetto del nick

    29 luglio 2012 at 21:45

    Manca davvero poco per vedere la vittoria di Kimi; Grosjean ha dimostrato che deve ancora fare molta esperienza per vincere le gare, ma sembra sulla buona strada.
    Riconosco che Raikkonen mi sta piacevolmente smentendo: a inizio anno dissi che è un pilota velocissimo ma poco costante nel mantenere le motivazioni; sarà merito del bell’ambiente Lotus questa evoluzione.

  7. GT

    29 luglio 2012 at 23:15

    Oggi Raikkonen ha dimostrato di essere un vero campione. Con le soft vecchie di più di 20 giri ha dato un secondo a tutti e si è preso con grande coraggio e grinta la seconda piazza. Ma se questo non significa essere campioni, cosa lo è allora?? E non venitemi a parlare di Alonso: forte non è solo chi vince, lo è chi con il suo talento, va oltre ogni qualunque possibilità!!

    • tatanka

      29 luglio 2012 at 23:55

      Bravo GT, Raikkonen ha mostrato una parte del suo immenso talento.
      In una pista tecnica, dove il sorpasso è difficile ha fatto il 2 posto partendo quinto.

      Ma la cosa davvero straordinaria è che ha recuperato sul battistrada 20 secondi, in condizioni normali, martellando un ritmo straordinario alla faccia delle pirelli usurate.
      Quest’anno 20 secondi sono una enormità e ancora non ci era riuscito nessuno.
      alonso è stato mediocre, i tanti tifosi spagnoli potranno dire qualcosa quando il loro idolo riuscirà a fare una cosa del genere (probabilmente mai)

      • Slauzy

        30 luglio 2012 at 12:11

        Sempre addosso allo spagnolo, uno sport olimpionico a quanto pare 😉

      • Max Bassanet

        30 luglio 2012 at 14:41

        lascia stare slauzy ormai è irrecuperabile 🙂 . mi ricorda un certo frederick haah che guarda caso tatanka rosika come lui

      • Piolo79

        30 luglio 2012 at 17:11

        Non mi pare che la ferrari abbia mai avuto quest’anno una vettura in grado di imporre un ritmo del genere!!Il tuo è un discorso senza senso
        Avrei voluto vedere Kimi sulla F2012,sfido che avrebbe fatto meglio di Alonso!!
        E’ comodo imporre un ottimo ritmo con un ottima vettura sotto il sedere!!
        Lo dimostra le ottime prestazioni di Grosjean,che insieme hanno fatto secondo e terzo posto!!!
        Finalmente in questa pista sono quasi riusciti a concretizzare il potenziale della monoposto!!
        Se la Ferrari riuscirà a recuperare il gap,Alonso da una pista a tutti gli altri!!!

    • Slauzy

      30 luglio 2012 at 12:09

      Allora vale anche per Grosjean che gli è arrivato subito dietro, un altro supercampione che è riuscito a fare l’impossibile

  8. Aanto

    29 luglio 2012 at 23:53

    La classe non è acqua, un talento pari a quello di Schumacher.

  9. goyatlay

    30 luglio 2012 at 00:37

    Non capisco perché un pilota come alonso sia tanto criticato. Un 2 volte campione del mondo che ha sempre regalato gare fantastiche alla ferrari e che ora si trova in testa alla classifica piloti. Alonso ha sempre fatto ottime gare quasi senza sbagliare nulla tra qualifiche partenze e sorpassi. Noi tifosi ferrari sappiamo di poterci fidare di lui sempre. Quindi perché criticare così un grande pilota?

    • Slauzy

      30 luglio 2012 at 12:12

      C’è la risposta incorporata nella tua domanda! Alonso è il più criticato (dai tifosi RB e ML) mah chissà perchè…

      • Max Bassanet

        30 luglio 2012 at 14:43

        rosikamento ?

      • Daniele

        31 luglio 2012 at 00:23

        Che rosikamento? Ha fatto perder un titolo alla mecca!

    • Federico Barone

      30 luglio 2012 at 23:44

      Rosicamento?
      Guida una Ferrari?
      Ha parlato male della Ferrari in passato?
      Non piace a Todt?
      È separato (cattivo esempio)?
      È spagnolo (4-0)?

      Forse un po’ di tutto ciò… ed altro ancora!

      • Maria

        31 luglio 2012 at 12:01

        é brutto 😉
        Porta male i suoi anni… (io gliene davo 35-36).
        Ci fregherà il titolo 2012
        Ha fatto le corna alla moglie con ben 2 fotomodelle russe! (anoressiche per di più).
        Ha fatto un gestaccio a Petrov dopo Abu Dhabi 2010 (i fan di Petrov non lo sopportano…)
        Ha fregato il posto a Kimi.
        Ha costretto Ron Dennis ad andarsene dalla McLaren facendo scoprire la spy story
        Ha fatto incazzare tutta la famiglia Massa….
        Altri motivi non me ne vengono….

      • goyatlay

        31 luglio 2012 at 17:43

        @ Maria,Federico Barone
        È giusto che un pilota venga giudicato per quanto fa in pista non per la sua vita privata…inoltre l’aver denunciato la mc laren per la spy story è motivo di elogio non di critica.
        @ Daniele.
        A abu dhabi 2010 perse il titolo perché era impossibilitato a sorpassare per colpa della pista. Nel 2011 infatti furono portati miglioramenti alla pista. Alonso quel giorno non poté fare niente…

  10. Lumegoto

    30 luglio 2012 at 01:08

    Condivido il commento di Jean Alesi a fine corsa, qualcuno l’ha sentito? Ha detto che il team Lotus è ancora un pò inesperto per lottare ai vertici. Se fossero stati più determinati (il loro obbiettivo era il quarto posto nel costruttori) avrebbero dovuto puntare di più i loro sforzi su Kimi e a questo punto avrebbero già vinto.
    Penso che Kimi sappia di avere il potenziale per vincere o lottare per il mondiale e per quello non si vede mai tanto soddisfatto dei piazzamenti, mentre nel resto del team sembra che si accontentino.

    • mario

      31 luglio 2012 at 11:18

      Se il team punta alla classifica costruttori deve lavorare con entrambi i piloti soprattutto su Grosjean che ha meno esperienza..Non mi pare che il team faccia mancare a Kimi il supporto necessario.Serve solo che riescano a mettere insieme un fine settimana perfetto.E poi con tutto il rispetto il buon Jean dovrebbe stare tranquillo.Lui in tredici anni di F1 ha vinto un solo gran premio grazie al volante capriccioso della Benetton di Schumacher.

  11. Elena (mclaren)

    30 luglio 2012 at 09:30

    ..dipende dalle temperature che ci saranno a Spa..non date nulla di scontato..non sarà caldo come ieri quindi non sono sicura che andrà in “stile inseguimento del primo in classifica” come ieri…e comunque non capisco perchè Kimi continui a prenderle da Grosjean in qualifica…comunque ieri è stato impressionante..!

    • vettelthebest moderato a dispetto del nick

      30 luglio 2012 at 10:04

      Ciò che dici è condivisibile, le temperature di ogni Gp determinano di volta in volta i rapporti di forza, pur mantenendo i contendenti con prestazioni vicine. Riguardo al discorso qualifica, penso che la differenza sia nell’assetto: Raikkonen punta ad avere una prestazione elevata in gara per un arco di giri più ampio, Grosjean privilegia dei picchi di prestazione di qualche giro. Concludo dicendo che la Lotus E20 è la macchina che degrada meno le gomme in assoluto e perciò col caldo consente una libertà di strategie che gli altri si sognano.

    • ZioAlessio

      30 luglio 2012 at 11:45

      Ok, a Spa farà più freddo, però comunque Raikkonen a Spa si è sempre esaltato da morire, e in tutte le edizioni tra il 2004 e il 2009 ha vinto lui, nonostante avversari con macchine anche più performanti (stava con la McLaren esplosiva e la Ferrari tir, per dirne due). Tutto questo a parte il 2008 – l’anno che penalizzarono Hamilton per la sua manovra su Kimi, per intenderci.
      Sulla qualifica, penso che Raikkonen – come anche Button – visto come imposta(no) la gara, penso che non siano formidabili sul giro singolo di qualifica, ma in gara quando devono recuperare. Per cui fanno tutta una serie di giri ad alto livello e non uno singolo. Questo fatto sa essere penalizzante, ma ho un debole per chi ha un ritmo gara da caterpillar.

  12. Beppe (Tifoso Redbull)

    30 luglio 2012 at 11:49

    Credo che Spa e Monza non siano le piste ideali per la Lotus da quel poco che si intuisce.

    Beppe

  13. GT

    30 luglio 2012 at 13:07

    Raikkonen nella sua carriera ha raccolto molto meno di quanto ha seminato!! Io non lo elogio quando guida forte o lo critico quando guida male. Per me lui è il pilota dal talento migliore degli ultimi anni. Lasciando perdere le altre caratteristiche, che indubbiamente vanno a completare il pilota, dal punto di vista della velocità pure non c’è nessuno come lui.

  14. Aanto

    30 luglio 2012 at 13:56

    OT.
    Se Kimi dovesse fare il testimonial per un dentifricio, manderebbe le vendite a picco. 🙂

    Ma nonostante la sua freddezza a tanti piace così.

    • Maria

      31 luglio 2012 at 13:21

      potrebbe fare il testimonial dei gelati Algida però 😉

  15. GT

    30 luglio 2012 at 15:04

    Cioè un pilota che dopo la straordinaria gara che ha fatto, ammette pure di aver schiacciato il pulsante del limitatore 5 metri dopo, quando alla fine tutto è andato bene. Che umiltà!! Un inchino, veramente…

    • Dariok

      31 luglio 2012 at 00:00

      e’ fantastico anche per questa sua “innocenza”, per il candore di molte sue affermazioni (dai bisogni corporali alle bandiere blu)! Tutto gli scivola addosso senza toccarlo. Vi ricordate Interlagos 2007 e lo sgarro di Hamilton in qualifica? non si e’ nemmeno scomposto; mi ricorda il grande Buster Keaton!

      • Maria

        31 luglio 2012 at 13:23

        te lo ricordi il tamponamento di Hamilton al semaforo rosso dell’uscita box nel 2008?
        Grande Kimi – nemmeno lì si scompose 😉

  16. Aanto

    30 luglio 2012 at 16:02

    Grosjean è arrivato terzo perchè non è riuscito a sbattere contro qualcuno …. 😛

    • Lyon66

      31 luglio 2012 at 00:14

      La sparo grossa: mi piacerebbe rivedere di nuovo in Ferrari Kimi, pur essendo Ferrarista mi fa un gran piacere vederlo correre e vorrei anche vederlo vincere di nuovo.
      Naturalmente in Ferrari con ruolo pari ad Alonso; ovviamente, a un certo punto del campionato, chi ha meno punti aiuta l’ altro.
      E poi, onestamente, mandar via Kimi dopo il Mondiale vinto per Massa?
      Kimi lo ritengo uno dei tre piloti più forti in questo momento, consideriamo che è appena tornato.
      Vai Kimi, vinci almeno uno o due titoli alla faccia di Monteprezzemolo, Ferrari per sempre ma alcune persone all’ interno potrebbero anche cedere il passo che sarebbe meglio.

      • Beppe (Tifoso Redbull)

        31 luglio 2012 at 15:01

        Ultima stagione in Ferrari Raikkonen da buon finlandese era demotivato; il team gli preferì Massa ed i risultati sono “arrivati” ovvero zero.

        Beppe

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Ferrari, Arrivabene: “Ungheria gara chiave”

“È un appuntamento che non possiamo fallire”, le parole del team principal del Cavallino
In Ferrari non intendo minimamente alzare bandiera bianca davanti allo strapotere Mercedes. Dopo la scialba prova mostrata di Silverstone, la
News F1

L’Hungaroring si rifà il look

Iniziati i lavori di ristrutturazione di asfalto e strutture
A luglio aveva annunciato un importante piano di restyling grazie all’intervento del governo locale.L’Hungaroring ha già iniziato a cambiare volto.
Focus F1

Massa: “Gara compromessa alla partenza”

Il ferrarista in Ungheria non va oltre il 9° posto ma è convinto che sarà competitivo dopo la sosta estiva
Felipe Massa chiude nono a Budapest una gara assolutamente anonima, in cui ha perso due posizioni rispetto al via.