Alonso: “In Ungheria un risultato positivo”

Il ferrarista col 5° posto guadagna punti su Webber

La Ferrari nonostante non sia stata brillante all'Hungaroring ottiene motivi per sorridere prima della pausa estiva, anche se ci sarà da lavorare in vista di Spa e Monza
Alonso: “In Ungheria un risultato positivo”

Fernando Alonso termina con un quinto posto il GP di Ungheria, un risultato ottimo in ottica campionato: il ferrarista riesce a guadagnare sul secondo in classifica, Mark Webber, che ha chiuso ottavo, e chi ha chiuso davanti a lui (Hamilton, Vettel e Raikkonen) virtualmente si sta rubando punti.

“E’ un risultato positivo, non ci sono dubbi”, ha commentato lo spagnolo. “Sapevamo che sarebbe stato un fine settimana complicato perché non eravamo sufficientemente veloci ma, nonostante tutto, siamo riusciti ad estendere il vantaggio su Webber. Nell’ottica del campionato è quindi un weekend molto buono. Essere riusciti in condizioni come queste ad arrivare davanti ad una Red Bull e subito dietro l’altra è stato importante perché, sulla carta, il piazzamento che ci spettava era il settimo. Hamilton era per noi irraggiungibile in questo fine settimana ma non abbiamo perso molto terreno su Vettel e questi sono, secondo me, i rivali più forti nel gruppo che sta alle mie spalle in classifica”.

La Ferrari comunque, pu giocando in difesa, a Budapest non ha sbagliato nulla: “Abbiamo fatto le scelte giuste in termini di strategia: è vero che ho perso un po’ di tempo dietro Perez e questo mi è costato la posizione rispetto a Raikkonen ma il finlandese era probabilmente fuori portata oggi pomeriggio. Abbiamo una dote di quaranta punti, accumulata con una vettura che non è stata la migliore in questa prima parte della stagione”. Tuttavia Alonso avverte della necessità di continuare a lavorare per lo sviluppo della vettura. “Ora dovremo cercare di fare un bel salto in termini di prestazione per permetterci di tenere la testa del Campionato perché quello che abbiamo adesso, a lungo andare, non basterà. Se siamo arrivati a questo punto è stato perché abbiamo sempre tirato fuori il meglio da quanto avevamo a disposizione e perché abbiamo avuto un livello di affidabilità eccellente: non si fanno per caso 23 piazzamenti consecutivi in zona punti”.

Infine un pensiero alle vacanze: “Luglio è stato un mese duro e stressante, con tre gare e tanto lavoro in fabbrica. Ora voglio staccare un po’ per ricaricare appieno le batterie e ripresentarmi preparato a Spa, con la speranza che la seconda parte della stagione sia positiva e produttiva come lo è stata la prima. Ci sono cinque settimane di tempo per riposarci e per lavorare, pensando al futuro, a cominciare da due gare molto impegnative come quelle di Spa e Monza”, ha insistito l’asturiano.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

74 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Ferrari, Arrivabene: “Ungheria gara chiave”

“È un appuntamento che non possiamo fallire”, le parole del team principal del Cavallino
In Ferrari non intendo minimamente alzare bandiera bianca davanti allo strapotere Mercedes. Dopo la scialba prova mostrata di Silverstone, la
News F1

L’Hungaroring si rifà il look

Iniziati i lavori di ristrutturazione di asfalto e strutture
A luglio aveva annunciato un importante piano di restyling grazie all’intervento del governo locale.L’Hungaroring ha già iniziato a cambiare volto.
Focus F1

Massa: “Gara compromessa alla partenza”

Il ferrarista in Ungheria non va oltre il 9° posto ma è convinto che sarà competitivo dopo la sosta estiva
Felipe Massa chiude nono a Budapest una gara assolutamente anonima, in cui ha perso due posizioni rispetto al via.