Schumacher: “Gara da dimenticare, ma abbiamo salvato la vettura per Spa”

Un problema di surriscaldamento ha condizionato la gara del tedesco

Schumacher: “Gara da dimenticare, ma abbiamo salvato la vettura per Spa”

Michael Schumacher ha chiuso con un ritiro la sua gara-calvario al GP di Ungheria. Il tedesco della Mercedes è stato vittima di uno spegnimento del motore prima del semaforo e poi una serie di guai lo hanno portato nelle retrovie.

Se la Mercedes non brillava oggi per forma, la sorte ha fatto di tutto per rovinare l’ultima corsa prima delle ferie per Schumacher: la fermata in griglia e la successiva partenza dai box, la sosta anticipata e la violazione del limite di velocità ai box, la penalizzazione e il distacco abissale dai primi, con tanto di foratura, come se non bastasse. “Oggi è stata ovviamente è una di quelle gare che non si vogliono ricordare per molto tempo”, ha spiegato l’ex ferrarista. “Le nostre temperature del motore erano molto alte prima della partenza, il motore si è spento, sono partito dalla pitlane, ho subito una penalità e poi una foratura. Quindi, tutto sommato, l’inizio della gara non è stato molto piacevole”.

Il realtà Schumi rivela che la Mercedes ha deciso di non rischiare e di far ritirare il tedesco per non incorrere in penalità in Belgio, dopo la pausa estiva. “Non abbiamo avuto a disposizione la telemetria completa prima dell’inizio e durante il periodo di surriscaldamento, ed è per questo abbiamo deciso di ritirarci in modo da non rischiare eventuali danni che avrebbero potuto rovinare la prossima gara. Ora siamo in grado di controllare la macchina prima della pausa e prima di Spa. Questo fine settimana non è da ricordare, ma poi ci sono fine settimana come questo ed è una coda che si può solo accettare. Sono sicuro che faremo molto meglio nelle prossime gare”, ha chiuso il sette volte campione del mondo.

Lorena Bianchi

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

24 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Ferrari, Arrivabene: “Ungheria gara chiave”

“È un appuntamento che non possiamo fallire”, le parole del team principal del Cavallino
In Ferrari non intendo minimamente alzare bandiera bianca davanti allo strapotere Mercedes. Dopo la scialba prova mostrata di Silverstone, la
News F1

L’Hungaroring si rifà il look

Iniziati i lavori di ristrutturazione di asfalto e strutture
A luglio aveva annunciato un importante piano di restyling grazie all’intervento del governo locale.L’Hungaroring ha già iniziato a cambiare volto.