GP Singapore: Anteprima ed orari del weekend

GP Singapore: Anteprima ed orari del weekend

La Formula 1 ritorna a Singapore! Dopo il grande successo dello scorso anno anche il mondiale 2009 fa tappa nella citta'-stato del sud-est asiatico, in notturna!

La Formula 1 arriva a Singapore ancora una volta sommersa dagli scandali. Il puzzle del crash-gate (come e' stato ribattezzato dalla stampa anglosassone), relativo alla ormai nota presunta combine circa l'incidente di Piquet jr. al Gran Premio di Singapore 2008, si e' arricchito di nuovi tasselli: Flavio Briatore e Pat Symonds, team manager e direttore tecnico della Renault, si sono dimessi.

La Renault ha emesso un comunicato con cui ha reso noto il passo indietro dei due presunti organizzatori della combine, aggiungendo, inoltre, che non contestera' le accuse alla riunione del Consiglio Mondiale del prossimo 21 Settembre. Un'ammissione di colpa in pratica, anche se comunque i lati oscuri in questa vicenda non mancano: e' emerso infatti che Nelson Piquet sr. abbia comunicato oltre dieci mesi fa alla FIA l'esistenza di una regia dietro l'incidente del figlio. Dunque e' lecito domandarsi come mai si sia venuto a sapere il tutto solo ora e poche settimane dal ritiro di Mosley dalle stanze federali.

Neanche a dirlo i maggiori quotidiani si sono buttati a capofitto sulla questione dando le versioni piu' diverse, con un denominatore comune pero': dietro tutto ci sarebbe Mosley, ansioso di prendersi una personale vendetta, prima di lasciare le luci della ribalta, nei confronti di Briatore, suo nemico storico. Da non sottovalutare, secondo i giornali, il ruolo di Ecclestone. Il patron del circus avrebbe tramato contro Briatore che ambiva, con l'appoggio delle squadre, alla sua successione nella gestione dei diritti commerciali della Formula 1.

Quel che e' certo e' che la Formula 1 perde (per ora?) due personaggi che hanno molto contribuito a cambiare la storia dello sport degli ultimi quindici anni: Briatore e Symonds hanno vinto sette mondiali dal 1994 ad oggi, gli unici a vincere di piu' sono stati Todt e Brawn, che comunque aveva gia' contribuito ai successi della Benetton nel biennio 94/95. Molto probabilmente non sara' un addio definitivo, forse in futuro con Mosley estromesso dalla FIA Briatore potrebbe tornare al mondo delle corse.

Una cosa pero' e' mancata nelle analisi emerse sui quotidiani in questi giorni: la considerazione per l'appassionato! Siamo ormai al quarto anno di fila che invece di parlare di Formula 1 in pista, ne parliamo in riferimento alle aule di tribunale, mentre lo spettacolo offerto all'appassionato e' sempre piu' scadente, ed e' forse proprio per questo che chi governa il circus non fa altro che alimentare nuovi scandali con regolamenti che fanno acqua da tutte le parti, complotti, intrighi, sotterfugi e quant'altro… se tutto cio' fosse il frutto di una strategia preordinata? Se tutto cio' fosse voluto per distogliere l'attenzione dello spettatore dalla pochezza in cui questo "sport" e' precipitato?

Il circus arriva a Singapore dopo un Gran Premio d'Italia che ha visto trionfare la BrawnGP con una doppietta: Barrichello ha preceduto Button. Sul terzo gradino del podio Raikkonen, che ha beneficiato di un clamoroso errore di Hamilton all'ultimo giro quando in ingresso della curva Lesmo ha perso il controllo dell'auto ed e' andato a schiantarsi contro le barriere di protezione. Fuori dai giochi le Red Bull, lo stesso Dietrich Mateschitz ha ammesso che le speranze iridate del team austriaco sono finite.

Anche quest'anno il Gran Premio di Singapore si disputera' in notturna, sotto la luce artificiale. L'impianto di illuminazione e' stato realizzato da un'azienda italiana: la Valerio Maioli di Ravenna, che ha utilizzato delle speciali lampade in modo da evitare riflessi fastidiosi che potessero causare problemi alla vista dei piloti.

Non sono comunque mancate le critiche: il circuito e' stato giudicato troppo stretto in alcuni punti ed eccessivamente lento e tortuoso. Gli organizzatori hanno quindi proceduto alla modifica delle curve 1, 2 e 3 e della chicane 10, i cui cordoli eccessivamente alti hanno causato non pochi problemi durante l'edizione dello scorso anno. Modifiche sono state apportate anche all'entrata e all'uscita della pit lane.

Il mondiale si avvia a conclusione: dopo il week-end in nottura di Singapore sara' subito la volta di Suzuka, che torna in calendario dal quale mancava dal 2006, il circus fara' poi tappa in sud America ad Interlagos e il gran finale ad Abu Dhabi.

La situazione in calssifica sorride al duo Brawn ed ormai l'unico vero ostacolo sulla strada di Jenson Button che porta al titolo iridato e' il compagno di squadra Barrichello. Il pilota brasiliano e' in forma smagliante mano a mano sta recuperando il gap che lo separa da Button. I due sono divisi da 16 punti. Recuperarli e' difficile, ma non impossibile.

Domenico Della Valle

Lunghezza del circuito: 5,067 km
Giri da percorrere: 61
Distanza totale: 308,950 km
Numero di curve: 23 – 14 a sinistra e 9 a destra
Mescole Bridgestone: supersoffici/soffici

Record
Giro in prova: 1:44.014 – F Massa – Ferrari – 2008
Giro in gara: 1:45.599 – K Raikkonen – Ferrari – 2008
Sulla distanza: 1h57:16.304 – F Alonso – Renault – 2008
Vittorie per pilota: 1 – F Alonso
Vittorie per team: 1 – Renault
Pole per pilota: 1 – F Massa
Pole per team: 1 – Ferrari
Giri veloci per pilota: 1 – K Raikkonen
Giri veloci per team: 1 – Ferrari
Podi per pilota: 1 – F Alonso, L Hamilton, N Rosberg
Podi per team: 1 – McLaren, Renault, Williams
Punti per pilota: 10 – F Alonso
Punti per team: 10 – Renault
———-

Albo d'oro
1. 2008 F Alonso – Renault
———-

Gli orari del Gran Premio di Singapore

Venerdi' 25 Settembre
18:00-19:30 (12:00-13:30) Prove Libere 1 – Sky Sport 2
21:30-23:00 (15:30-17:00) Prove Libere 2 – Sky Sport 2

Sabato 26 Settembre
19:00-20:00 (13:00-14:00) Prove Libere 3 – Sky Sport 2
22:00-23:00 (16:00-17:00) Qualifiche – Sky Sport 2 – Rai Due

Domenica 27 Settembre
20:00 (14:00) Gara – Sky Sport 2 – Rai Uno

Tra parentesi gli orari italiani.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati