GP del Brasile: la corsa degli addii

Da Hulkenberg a Perez a Schumacher ad Hamilton: a Interlagos l'emozione la farà da padrona

GP del Brasile: la corsa degli addii

Sarà il GP degli addii quello in scena nel weekend in Brasile e che chiuderà la stagione 2012 di Formula 1. Da Nico Hulkenberg che lascia la Force India andando in Sauber per rimpiazzare Sergio Perez che approderà in McLaren, a Michael Schumacher che si congederà definitivamente dal circus, a Lewis Hamilton che saluterà la McLaren, la scuderia in cui è cresciuto e si è formato come pilota.

Dal prossimo anno il pilota britannico correrà con la Mercedes, ma il suo pensiero è ancora rivolto al team di Woking a cui vuole regalare un ultimo successo che poi sarebbe il primo a Interlagos.

“Si tratta della mia ultima gara con la squadra in cui sono cresciuto e sarà dura, ma darò il massimo e cercherò di vincere
– spiega Lewis -. Qui non ho mai raggiunto il successo ma abbiamo una buona vettura e possiamo riuscirci. Speriamo che il tempo regga”.

A chi gli chiede quali siano i suoi ricordi più belli in McLaren, naturale è la vittoria del Mondiale nel 2008, raggiunta nonostante il quinto posto nell’ultima gara in Brasile.

“Porterò via solo ricordi positivi della nostra avventura insieme. Ovviamente vincere il campionato del mondo è uno di questi – ha risposto -. Ho solo bei ricordi. Me ne vado con le migliori esperienze e, spero, con un sacco di amici che manterrò anche in futuro”.

Infine, Hamilton non chiude le porte a un eventuale ritorno a Woking in futuro.

“Mai dire mai: credo che sarà sempre la mia casa. Sarebbe bello un giorno tornare, ma ora voglio sperimentare nuove avventure. E’ un po’ come uscire di casa e viaggiare per un po’: semplicemente lo farò con un altro team”, conclude.

Lorenza Teti

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

4 commenti
  1. TifosoHam

    23 Novembre 2012 at 12:02

    Fantastico Lewis hai detto proprio quello che speravo!

    io ti rivoglio in mclaren.

    Martin e Ron già non aspettano altro se non il tuo ritorno

    della serie che si apprezza qualcosa/qualcuno solo quando la si perde o si sta per perderlo

  2. Ele (mclaren)

    23 Novembre 2012 at 12:33

    “Mai dire mai: credo che sarà sempre la mia casa. Sarebbe bello un giorno tornare”

    ..Grazie per tenerci viva la speranza di un tuo ritorno…

  3. OverTheWall

    23 Novembre 2012 at 18:31

    Mi fa una strana impressione non vedere più Lewis con la tuta della McLaren, ormai mi ero troppo abituato. E’ un po’ come vedere la Juve senza Del Piero, l’Udinese senza Totò, i Litfiba senza Pelù, il WRC senza Loeb…
    Se ha deciso di provare nuove avventure va bene così…

  4. duke

    23 Novembre 2012 at 19:01

    io ho già le lacrime.. adesso…. 🙁

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati