GP Abu Dhabi, Prove Libere 2: Hamilton ancora al comando

Rosberg lo insegue, terzo Magnussen. Alonso a piedi senza nemmeno un crono

GP Abu Dhabi, Prove Libere 2: Hamilton ancora al comando

Lewis Hamilton è ancora il più veloce anche nella seconda sessione di Prove Libere del GP Abu Dhabi.
Il pilota della Mercedes ha fermato il cronometro a 1:42.113 a metà della sessione, quando i piloti sono passati a girare con la mescola più morbida, la Super Soft rossa. Dietro di lui di nuovo il compagno di squadra Nico Rosberg, che ha preceduto la McLaren di Magnussen. Pomeriggio amaro invece per la Ferrari di Alonso, tradita da un problema elettrico dopo solo quindici minuti dal via, mentre Kimi è riuscito almeno a piazzarsi nella top ten, al settimo posto.
Rispetto alla mattinata i piloti hanno girato in condizioni più simili a quelle che troveranno in gara domenica, con temperature più basse.

Cronaca – Adrian Sutil, tornato in possesso del suo sedile dopo averlo ceduto in mattinata all’esordiente Fong, è il primo a entrare in pista e a fermare il cronometro: con la sua Sauber gira in 1:47.412. La pista si riempie e al vertice si scambiano velocemente Magnussen e quindi Vergne, con il francese che segna il miglior tempo di 1:45.697. Ma subito viene scavalcato da Hulkenberg e quindi da Massa, che ferma il cronometro a 1:45.055. Ma poco dopo tocca a Kvyat, 1:44.949, a sua volta rimpiazzato da Magnussen, 1:44.895. Festa finita però appena scendono in campo le due Mercedes, con Rosberg che si porta in testa in 1:43.024, seguito da Hamilton a sei decimi.
Un problema ai freni mette in difficoltà Sutil alla Curva 8, mentre la Ferrari di Alonso è ferma con il motore in fumo: lo spagnolo esce dall’abitacolo e la sua F14T viene spostata in una zona sicura della pista. I piloti approfittano delle bandiere gialle per rientrare ai box.
Dopo i primi venti minuti manca ancora all’appello la McLaren di Button, che sembra abbia problemi idraulici. Mentre Bottas fa segnare il suo primo crono e si porta in terza posizione alle spalle della due Mercedes, Rosberg migliora e abbassa il crono da battere a 1:42.972. Button è finalmente pronto a girare, mentre la Ferrari fa sapere che sulla rossa di Alonso si è trattato probabilmente di un problema elettrico.

Passata la prima mezz’ora i piloti montano la gomma rossa Super Soft – tranne Bottas e Raikkonen – e la classifica si anima velocemente. Kvyat spezza il sodalizio Mercedes e si porta in seconda posizione. Subito dopo è Ricciardo a farsi spazio tra le Frecce d’Argento e Vettel sale in testa con il miglior crono di 1:42.959.
Qualche giro e la McLaren di Magnussen strappa la leadership al tedesco, in 1:42.895. Ma ecco che le Mercedes tornano a dettare legge, prima con Rosberg, 1:42.303, e quindi con Hamilton, 1:42.159, abbassato poco dopo a 1.42.113. Il passaggio alla mescola più morbida è completato e anche Bottas si migliora salendo al quinto posto. Quando manca poco più di mezz’ora alla fine, Hamilton è al comando seguito da Rosberg, Magnussen, Vettel, Bottas, Ricciardo, Raikkonen, Kvyat, Massa e Perez. Alonso è l’unico senza crono, mentre la sua Ferrari è arrivata ai box nelle mani dei meccanici.

Dopo la simulazione di qualifica i piloti sono quindi impegnati nei long run per gli ultimi trenta minuti. Button intanto sale all’ottavo posto, tra Kimi e Kvyat. Al box Ferrari intanto i meccanici sono sempre al lavoro sulla monoposto di Alonso, ma per lo spagnolo la giornata è finita, purtroppo senza aver fatto registrare nemmeno un crono. Negli ultimi minuti si assiste a qualche uscita di pista temporanea da parte di Hulkenberg, Maldonado e Kobayashi. Completa la serie Felipe Massa, che va lungo a pochi minuti dalla fine. Il brasiliano riesce però a tornare in pista poco prima che sventoli la bandiera a scacchi e che Hamilton si confermi di nuovo il più veloce davanti a Rosberg, Magnussen, Vettel, Bottas, Ricciardo, Raikkonen, Button, Kvyat e Massa.

F1 GP Abu Dhabi 2014 – Tempi e Risultati Prove Libere 2

Pos. Naz. Pilota Team Tempo Distacco
1. GBR L.Hamilton Mercedes Mercedes 1:42.113 35
2. GER N.Rosberg Mercedes Mercedes 1:42.196 0.083 37
3. DEN K.Magnussen McLaren Mercedes 1:42.895 0.782 36
4. GER S.Vettel Red Bull Renault 1:42.959 0.846 33
5. FIN V.Bottas Williams Mercedes 1:43.070 0.957 34
6. AUS D.Ricciardo Red Bull Renault 1:43.183 1.070 32
7. FIN K.Raikkonen Ferrari Ferrari 1:43.489 1.376 33
8. GBR J.Button McLaren Mercedes 1:43.503 1.390 23
9. RUS D.Kvyat Toro Rosso Renault 1:43.546 1.433 38
10. BRA F.Massa Williams Mercedes 1:43.558 1.445 34
11. MEX S.Perez Force India Mercedes 1:43.746 1.633 37
12. VEN P.Maldonado Lotus Renault 1:44.005 1.892 37
13. GER N.Hulkenberg Force India Mercedes 1:44.068 1.955 32
14. FRA J.Vergne Toro Rosso Renault 1:44.157 2.044 39
15. MEX E.Gutierrez Sauber Ferrari 1:44.316 2.203 38
16. GER A.Sutil Sauber Ferrari 1:44.763 2.650 37
17. FRA R.Grosjean Lotus Renault 1:44.986 2.873 35
18. JAP K.Kobayashi Caterham Renault 1:45.505 3.392 38
19. GBR W.Stevens Caterham Renault 1:47.057 4.944 34
20. SPA F.Alonso Ferrari Ferrari 2

Nina Stefenelli

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

4 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati