Formula 1 | Brown sulla ristrutturazione McLaren: “Abbiamo rimosso la politica dalla squadra”

"Abbiamo dato un'organizzazione alla squadra", ha affermato Brown

Brown ha parlato delle modifiche attuate all'interno della struttura McLaren, sottolineando come Seidl e Stella abbiano svolto un ottimo lavoro nel corso della passata stagione
Formula 1 | Brown sulla ristrutturazione McLaren: “Abbiamo rimosso la politica dalla squadra”

Intercettato da RaceFans.net, Zak Brown ha parlato della ristrutturazione attuata dalla McLaren all’interno della factory di Woking, sottolineando come Andreas Seidl e Andrea Stella abbiano svolto un ottimo lavoro nel corso della passata stagione.

Grazie a una serie di modifiche organizzative attuate alla struttura tecnica del team, infatti, la McLaren è riuscita a risalire rapidamente la china, conquistando un quarto posto nel mondiale costruttori che mancava da diverse stagioni.

Un risultato importante, più volte sottolineato dallo stesso Manager statunitense, che la scuderia con base a Woking spera di migliorare nel corso del prossimo campionato.

“Quando ho iniziato a lavorare in McLaren c’era molta gente in fabbrica”, ha affermato Zak Brown. “In azienda succedevano parecchie cose e direi che mancava non solo la concentrazione, ma anche la giusta leadership. Non c’era allineamento. Oggi, invece, direi che abbiamo apportato i giusti cambiamenti alla struttura tecnica della squadra. Andreas ha svolto un ottimo lavoro e l’organizzazione del team è stata resa più semplice”.

“Abbiamo preso James Key e non va sottovalutata la promozione di Andrea Stella”, ha proseguito. “Non si è trattata di una rivoluzione, ma semplicemente di una organizzazione dei lavori. Le persone in questione sono state autorizzate a fare certe cose e questo ci ha permesso di avere una struttura chiara”.

Sulla politica presente in squadra ha invece affermato: “L’abbiamo completamente rimossa. Se in un team mancano organizzazione e leadership, la politica può diventare un problema. Come squadra siamo quindi intervenuti su questo ambito, aspetto che ci ha permesso di mettere insieme una vettura ben strutturata e sviluppata nella maniera corretta”.

Conclusione infine sui piloti: “Abbiamo inserito due piloti giovani, veloci, entusiasti di lavorare in McLaren e che insieme funzionano davvero bene. Tutte questi fattori ci stanno aiutando a rilanciarci. Adesso dobbiamo focalizzarci esclusivamente su questo, proseguendo sulla strada intrapresa nel corso della passata stagione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Victor61

    20 Gennaio 2020 at 18:28

    lo facessero anche in Ferrari…Marchionne lo aveva capito a suo tempo ma, causa la sua poca conoscenza della F1, sbagliò puntando su Arrivabene e Vettel e i risultati li abbiamo visti in pista

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati