Formula 1 | Brawn esalta il Mugello: “Una pista favolosa”

"La pista che ci ha regalato una gara ricca di episodi, in parte conseguenza della natura della stessa", ha affermato Brawn

Il Mugello ha ospitato l'ultimo Gran Premio della Toscana Ferrari 1000
Formula 1 | Brawn esalta il Mugello: “Una pista favolosa”

In una chiacchierata concessa ai media internazionali al termine dell’ultimo Gran Premio della Toscana, nono appuntamento di questo mondiale 2020 di Formula 1, Ross Brawn ha promosso a pieni voti il layout del Mugello, sottolineando come il tracciato abbia regalato agli appassionati una gara ricca di episodi e di capovolgimento, soprattutto nelle zone di vertice della classifica.

Un week-end da 10 e lode, gestito alla perfezione dalla Direzione Gara e dal direttore di gara, Michael Masi, che ha permesso alla Toscana di mostrare al mondo non solo la bellezza dell’impianto attualmente di proprietà della Ferrari, ma anche tutte le proprie bellezze.

“La Toscana è un luogo bellissimo da visitare, ma mai avrei immaginato, nei miei anni trascorsi alla Ferrari, che un giorno la Formula 1 vi avrebbe corso un evento ufficiale”, ha dichiarato Ross Brawn. “Il Mugello è una pista favolosa, in una posizione mozzafiato, e non ha deluso le aspettative. Certo, siamo venuti qui solamente a causa della situazione globale, ma l’occasione è stata colta alla perfezione con la pista che ci ha regalato una gara ricca di episodi, in parte conseguenza della natura della stessa”.

“Ci sono stati dei grandi sorpassi e il layout ad alta velocità ha reso la vita molto difficile ai piloti”, ha proseguito l’inglese. “La gara, inoltre, credo che sia stata ben gestita dalla FIA e dal direttore di gara Michael Masi. Le due bandiere rosse ci hanno fatto vivere una gara davvero emozionante”.

Sull’incidente avvenuto in rettilineo ha infine precisato: “Sono sicuro che la FIA studierà le circostanze che hanno portato agli incidenti avvenuti in pieno rettilineo, traendo le opportune conclusioni”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati