FIA: una nuova direttiva per il controllo del flusso carburante

Le scuderie devono mettersi in regola entro il prossimo mese

FIA: una nuova direttiva per il controllo del flusso carburante

La Federazione Internazionale avrebbe chiesto ai team di Formula 1 di mettere a punto nuovi sistemi che possano garantire ai tecnici della FIA di controllare, con sempre più accuratezza, la misurazione del flusso di carburante che, ricordiamo attualmente prevede una taratura di 100 chili per ora. Secondo i rumors provenienti dal magazine Autosport, le scuderie devono mettersi in regola entro il prossimo mese tanto che il termine limite prestabilito sarebbe fissato dal Gran Premio della Cina.

Proprio la Federazione, non lascerà da soli i team in questo momento, ma avvierà una produttiva collaborazione con quest’ultimi, col solo scopo di valutare il metodo migliore da utilizzare a riguardo della misurazione del flusso del carburante. Una soluzione che aiuterà la FIA a non fare esclusivamente affidamento sul flussometro, strumento che si trova nella zona del serbatoio, del quale sono state dotate tutte le vetture.

Eleonora Ottonello
@lapisinha

FIA: una nuova direttiva per il controllo del flusso carburante
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

7 commenti
  1. 12cilindri

    16 marzo 2015 at 11:52

    ma non capite che con queste assurde regole state distruggendo la f1 ed il pubblico è stanco di vedere sempre la stessa storia ogni gp,prechè non c’è possibilita’ di recupero per gli altri team, esclusa naturalmente la mercedes,anche con i gettoni non si recupera niente,domenica le mercedes hanno giocato ad andare forte,per fare vedere che esiste ancora spettacolo o recupero degli altri,vedi ferrari,ma senza test liberi e queste regole del cavolo non si va da nessuna parte,quindi aspettiamoci un altro anno di merda

  2. Caribe

    16 marzo 2015 at 12:00

    Non ho capito quale sia il problema.

  3. 12cilindri

    16 marzo 2015 at 12:28

    x caribe hai preso il caffe’ stamattina? o stai ancora dormendo!!

    • Caribe

      16 marzo 2015 at 13:30

      Allora, caro il mio sapientone, spiegami il motivo per cui si è deciso di modificare il sistema di rilevamento del flusso di benzina. C’è qualcuno che fa il furbo? Non è affidabile? O cos’altro?

  4. reaper

    16 marzo 2015 at 13:20

    Problema:
    le monoposto possono imbarcare al massimo 100 kg. di benzina, il flusso del carburante non può superare i 100 Kg./h, i gran premi durano, mediamente, 1 ora e 40 minuti.
    Domanda, come si fa, anche volendo, a superare la soglia di consumo di 100 Kg/h senza rimanere a piedi in meno di un’ora?

    • Caribe

      16 marzo 2015 at 13:31

      Ovviamente i motori non vanno al massimo per tutti i 300 Km di Gran Premio.

      • Goofy

        16 marzo 2015 at 14:19

        In realtà un giornalista di un altro famoso blog di motorsport ha portato all’attenzione della FIA che ci sarebbe la possibilità di creare un “polmone” di carburante tra il flussometro e l’iniezione che sarebbe riempito nelle fasi di basso consumo (tipo nelle frenate o nei rilasci).
        Questo polmone consentirebbe di eludere il flussometro e in certe situazioni andare oltre i 100g/h. Un meccanismo del genere nelle ripartenze darebbe un bel boost.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati