Ferrari: Spingere per recuperare il gap

I piloti della Ferrari hanno fatto il punto sulla sfida che li attende in Bahrain

Ferrari: Spingere per recuperare il gap

Il campionato si sposta immediatamente in Bahrain, già teatro di due delle tre sessioni di test invernali, dove domenica a Sakhir si corre la terza gara della stagione. Fernando Alonso a Sepang ha conquistato un altro quarto posto utile per la classifica mentre Kimi Raikkonen dalla Malesia ha portato a casa solo i trecento chilometri percorsi con la F14 T dal momento che dopo l’incidente di inizio gara era chiaro che la zona punti era fuori discussione. Prima di lasciare Sepang entrambi i piloti della Scuderia Ferrari hanno fatto il punto sulla sfida che li attende in questo weekend.

Fernando Alonso
Rispetto all’ultimo test in Bahrain abbiamo fatto grossi passi avanti per quanto riguarda la gestione della potenza elettrica e di quella termica nella power unit. Tutti ora hanno capito meglio le regole, anche noi piloti sappiamo come adattare il nostro stile di guida e come comportarci con queste nuove vetture di Formula 1. Perciò possiamo dire che arriviamo a questa gara con una base molto più solida di consapevolezza rispetto ai test di questo inverno.
L’aspetto più difficile da gestire sulla pista di Sakhir è senza dubbio quello della frenata: ci sono rettilinei molto lunghi seguiti da frenate secche cui fanno seguito curve da bassa velocità e poi altri rettilinei. Per questo la performance dei freni è fondamentale: un bilanciamento corretto ti permette di sentirti molto a tuo agio in macchina e di ottenere tempi migliori. Oltre ai freni c’è un’altra necessità qui in Bahrain: avere una buona velocità di punta.
Fino a questo punto abbiamo visto due diversi tipi di gare nei primi Gran Premi della stagione. In Australia è stato importante risparmiare carburante, in Malesia ci siamo dovuti concentrare maggiormente sulla gestione delle gomme perché c’era un degrado pronunciato a causa delle alte temperature. Io credo che il Bahrain potrebbe essere una combinazione tra le prime due gare. Probabilmente dovremo stare più attenti ai consumi rispetto alla Malesia ma anche i pneumatici risentiranno delle temperature elevate del deserto del Bahrain. Ci aspettiamo una gara dura, sappiamo che alcuni dei nostri rivali sono molto forti ma noi dobbiamo puntare in alto per recuperare il gap da loro il più presto possibile.

Kimi Raikkonen
Torniamo in Bahrain dopo i test invernali con l’esperienza che ci viene dalle prime due gare della stagione. A Sakhir dobbiamo fare buon uso di quanto abbiamo imparato fin qui. C’è ancora molto lavoro da fare ma tutti nel team stanno dando il massimo per ottimizzare il nostro potenziale il più velocemente possibile.
Non ci sono molte curve sulla pista di Sakhir ma è sempre piuttosto difficile ottenere un giro perfetto perché è complicato conciliare i settori veloci con le curve da affrontare a bassa velocità. Si potrebbe pensare che con poche curve sia semplice ottenere un giro pulito, ma una volta in macchina si scopre che non è così. La chiave sta nel trovare il prima possibile il giusto assetto: se ci si riesce, via via che il weekend progredisce la vettura migliora costantemente.
Ogni circuito è diverso per quanto riguarda la gestione di carburante e pneumatici. In Bahrain penso che il risparmio di benzina potrà essere un elemento più importante rispetto alle prime due gare. Non dovrebbe però essere un problema insormontabile perché come abbiamo visto a Melbourne ha inciso meno di quanto tutti si aspettassero. Per quanto riguarda le gomme, una volta trovato il giusto assetto per la vettura, la situazione dovrebbe essere più semplice rispetto alla Malesia.

Cosa ci possiamo aspettare dal Bahrain? In Malesia, anche se non lo si è potuto vedere per quello che mi è successo al primo giro, ho fatto dei miglioramenti sotto il profilo della conoscenza dei sistemi che ho a disposizione e credo anche in questo weekend beneficerò del miglior feeling che ho con la vettura. Dovrei poter girare su tempi migliori e quindi ottenere anche risultati migliori.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

20 commenti
  1. Raphael

    1 aprile 2014 at 15:25

    Spingere per recuperare il gap…. ma è permesso spingere la monoposto? 🙂

  2. ing. Cosimo

    1 aprile 2014 at 18:00

    Una fonte interna ed attendibile ha lasciato trapelare che Ferrari riceverà una deroga per un problema relativo alla power unit.
    Complementi al colpo gobbo di Ferrari, almeno potrà rimettere in sesto un campionato monotono!

    • Alberto

      1 aprile 2014 at 18:33

      quale fonte? conosci il cuoco che si portano dietro ad ogni gp?:)
      scherzo, ma illuminaci

      • ing. Cosimo

        2 aprile 2014 at 20:02

        la fonte è un tecnico che lavora a maranello Pesce Aprile

  3. Kimi_FS

    1 aprile 2014 at 21:04

    Mi sono stufato, che in ogni gara bisogna sempre sperare che Fernando faccia il miracolo, per una buona volta vogliamo lavorare e migliorare sta macchina, dall’australia alla malesia in due settimane hanno solo bucato il cofano motore, nessun altra novità………in due settimane.
    Nel film Rush Lauda dice parlando con un tecnico ferrari: “Tante possibilità e fate una merda simile”, è quello che mi viene da pensare ora.
    E lo dico da ferrarista, diamoci una mossa senò ciao ciao mondiale

  4. lor

    1 aprile 2014 at 22:29

    Possiamo competere infatti solo se si elimina la PU e le F1 devono andare a spinta per tutta la gara. Sperando sempre che i meccanici ferrari stiano abbastanza in forma.

  5. lor

    1 aprile 2014 at 22:30

    Spingi, spingi, spingi, spingi, spingi, spingi…… sono anni che spingono. Ma che c.zzo spingono se sono sempre fermi alla Ferrari.

  6. lor

    1 aprile 2014 at 22:32

    Ragazzi ditemi: ma i nostri commenti li leggono alla Ferrari? Sarebbe da vergognarsi! non credo che li leggano.

    • Aanto

      2 aprile 2014 at 00:17

      si li legge e a voce alta, Montezemolo in persona…così li sentono tutti in Ferrari 😀

  7. Aanto

    2 aprile 2014 at 00:20

    Secondo me Kimi sta scalpitando….

  8. blupoint

    2 aprile 2014 at 04:33

    da ferrarista a ferrari team, INCAPACI, STATE SEMPRE A RINCORRERE, sono anni che fate questo bla bla senza risultati, grazie ad Alonso se e arrivato dove e arrivato al mondiale non al Ferrari team. anche la red bull ci a passato e senza fare i chilometri che avete fatto voi nei test, quelli sanno pensare riflttere mettere i pezzi insieme e hopla! stanno davanti.
    ma cosa volete spingere ? andate a spingere la carriola ai muratori, e se e possibile piu veloci che in ferrari. e incredibile che non sapete fare una macchina competitiva essendo FERRARI da anni nel mondo delle corse, ma da quando non si possono piu fare i test non arrivate piu a niente, e grazie prima avevate la pista privata! ora che non ce piu i cervelloni non possono piu provare i rottami dei pezzi che fanno. Alonso vai via che li non sarai mai piu campione del mondo, il poveretto si sta bruciando la carriera ed essere negli albo con piu titoli, e non mi parlate di soldi etcc…quei soldi che prende in ferrari li prenderebbe anche altrove. ciaooooo mi sono sfogato un po, chissa che i dipendenti ferrari li leggono e della vergogna si licenziano per orgoglio di essere Italiani e lasciare spazio a chi ne e capace.

  9. alex ferrarista

    2 aprile 2014 at 12:38

    gente come siete pessimisti aspettate almeno metà compionato prima di sparare sentenze

  10. Gio--61

    2 aprile 2014 at 12:39

    Concordo con la marea di critiche mosse, in questo inizio di stagione, alla Ferrari.
    In realtà credo che sia la nuova cocente delusione di dover ancora rincorrere, che spinge tutti noi, tifosi della Rossa, a lamentarci.
    Eppure quest’anno rappresentava l’occasione giusta, il cambiamento totale delle regole doveva essere l’occasione buona per liberarsi degli errori del passato e rimboccarsi le maniche per mettere insieme una macchina degna del nome che porta, …. ed invece????? Sempre lì a sentirsi dire che “bisogna colmare il gap, …………. Bisogna lavorare sodo………, bisogna spingere sullo sviluppo………., etc. etc.
    Ma, cavolo, non potevate arrivarci preparati????? Era necessario scoprirlo a cose fatte che ancora “bisogna………”??????
    VOI SIETE LA FERRARI !!!!!!!!!, il massimo dell’industria Italiana, l’espressione del made in Italy che funziona e che conta, (per il momento, ancora), AVETE I DUE MIGLIORI PILOTI IN CIRCOLAZIONE AL MOMENTO !!!!!!!!!!,
    ho il timore che la mancanza di coraggio nel prendere decisioni forti verso uno staffa che da anni sta fallendo gli obiettivi, ci porti a veder naufragare una delle nss. ultime eccellenze.
    Un tifoso appassionato, abbastanza deluso ed ancor più demoralizzato

    • Marcocelli

      3 aprile 2014 at 08:58

      volevi dire il migliore e il peggiore.

      • Marcocelli

        3 aprile 2014 at 09:02

        solo il domenicano poteva fare una hazzata del genere, ovvero riassumere una schiappa come il fondaco …, ops! Intendevo il fondo di barile. ops no! proprio non mi viene il “fi nni co!!

      • goKimigo

        3 aprile 2014 at 18:18

        Il tuo problema è solo sparare a zero su K.R??, avrai tutte le ragioni del mondo ma mi sembra un caso personale; COSA TI AVRà MAI FATTO DI MALE kIMI?? Ti ha rubato la donna?? ti ha picchiato da piccolo??, ti ha battuto alla gara di birra e salsicce , ti ha rotto il castello lego??? ti ha tamponato con la macchina, Mi sembra molto infantile l’accanimento che hai nei suoi confronti . boh.

  11. kimi79raikkonen

    2 aprile 2014 at 19:04

    a kimi datele la Ferrari F14T OPEN!

  12. Dario

    3 aprile 2014 at 15:55

    Gia’ non sanno piu’ che pesci prendere…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati