F1 | Wolff: “Bottas non è il numero due”

"Se Valtteri fosse stato davanti la decisione sarebbe stata presa a suo favore"

F1 | Wolff: “Bottas non è il numero due”

Il team principal della scuderia tedesca, ha ammesso che gli ordini di scuderia non influenzeranno il resto della stagione.

Durante il gran premio di Hockenheim, mentre Lewis Hamilton era al comando della gara dopo un’incredibile rimonta, è stato chiesto a Valtteri Bottas (che voleva sorpassare il compagno di squadra), di mantenere la sua posizione.

Toto Wolff è stato intervistato in merito a questo episodio ed ha rassicurato sul fatto che il pilota finlandese non è il numero due all’interno del team:

“No, la cosa più importante in Formula 1 è gareggiare. Abbiamo sempre detto che se arriviamo all’ultimo quarto del campionato con uno dei piloti che ha un grande vantaggio, allora potremmo prendere alcune misure impopolari. Ma non è ancora arrivato il momento. Abbiamo usato una tattica in modo che entrambe le vetture potessero arrivare al traguardo. Se Valtteri fosse stato in testa, la decisione sarebbe stata presa a suo favore”.

Proprio il pilota finlandese, nel post gara ha aggiunto che capisce la decisione presa dalla Mercedes:

“Fa parte del lavoro. Siamo abituati a guidare liberamente ma nella Formula 1 di oggi devi essere veloce da superare e poi le condizioni erano piuttosto insidiose. Perciò non avrebbe avuto senso prendere rischi, non sono arrabbiato”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. francof1

    francof1

    23 Luglio 2018 at 14:54

    ha ora capisco pechè a BOTTAS gli fanno un contratto ANNO per ANNO

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati