F1 | Williams, Russell: “L’affidabilità può essere determinante in alcune gare”

"Non abbiamo avuto problemi di alcun tipo", ha detto il britannico

F1 | Williams, Russell: “L’affidabilità può essere determinante in alcune gare”

Per la Williams i test in Bahrain sono stati sicuramente soddisfacenti in termini di affidabilità e giri percorsi. Soltanto nell’ultima giornata, George Russell ha totalizzato la bellezza di 850 km, confermando la resistenza delle componenti della sua FW43B. Il tempo sul giro anche non è stato male, a un solo decimo da Hamilton con la stessa mescola, ma chiaramente sono tempi per nulla indicativi per stessa ammissione del giovane pilota britannico, comunque soddisfatto di quanto fatto vedere dal team in questa tre giorni di prove a Sakhir, sede tra l’altro della prima prova del mondiale 2021 di Formula 1 che scatterà tra dieci giorni.

“Il test è stato molto produttivo per il team, abbiamo girato tantissimo e senza problemi di affidabilità – ha detto Russell. E’ un aspetto importante quello dell’assenza di guai tecnici e meccanici: l’anno scorso in Austria in occasione della prima gara solo undici vetture sono arrivate al traguardo. Non sto dicendo che accadrà di nuovo, ma se dovesse succedere in qualsiasi gara, penso che la nostra sia una posizione di vantaggio in termini di affidabilità. I tempi non sono rilevanti: ero un decimo dietro Hamilton, ma posso dirvi con assoluta certezza che tra due settimane non sarà così”.

“Stiamo tutti facendo dei programmi diversi e per quanto mi riguarda posso dire di essere stato molto fortunato ad avere una giornata senza problemi di alcun tipo: ho girato per 850 km, è la mia giornata più lunga alla guida di una macchina da corsa, un lavoro enorme. Allo stesso modo però avrei potuto avere un problema al cambio o qualsiasi altra cosa che mi avrebbe penalizzato tantissimo. Il mio tempo sul giro? Non eravamo al massimo”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati