F1 | Whiting sul problema penalità: “Stiamo lavorando per evitare casi come quelli di Sochi”

"Ho avuto delle discussioni con le squadre e pensiamo di aver trovato una soluzione", ha aggiunto

F1 | Whiting sul problema penalità: “Stiamo lavorando per evitare casi come quelli di Sochi”

A margine dell’ultimo Gran Premio di Russia, Charlie Whiting ha parlato del problema penalità presentatosi a Sochi, sottolineando come FIA e squadre stiano lavorando a una regola per far si che i piloti penalizzati possano affrontare le tre sessioni di qualifica.

L’obiettivo di questa discussione, ovviamente, è quello di evitare situazioni come quella di domenica, con dieci macchine in pista nel Q2 e tre squadre (Renault, Red Bull e la Toro Rosso col solo Gasly.ndr) ai box per evitare chilometraggio extra e inutile sulla power.

Ecco le parole di Charlie Whiting: “Nessuno poteva prevedere quanto successo a Sochi. Ci siamo ritrovati con cinque piloti penalizzati per lo stesso identico motivo e stabilire chi dovesse partire prima è stato alquanto complicato. Ho avuto delle discussioni con le squadre proprio in tal senso e penso di aver trovato un altro modo.”

“Invece di schierare le macchine ai box in un modo piuttosto farsesco, gli stessi cinque piloti potrebbero schierarsi in griglia in base al proprio tempo”, ha aggiunto. “Un sistema semplice che costringerebbe le vetture a schierarsi secondo l’ordine cui si sono qualificate”.

“Una manovra del genere costringerebbe i piloti a non sacrificare la qualifica, puntando magari a posizione più alta rispetto al fondo dello schieramento”, ha aggiunto.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati