F1 | Verstappen: “Il calendario fitto non è un problema”

"Faccio quello che amo ma per i membri del team con le famiglie, sarà difficile"

Secondo l'olandese non ci saranno problemi di pressione per la tanta attività in pista
F1 | Verstappen: “Il calendario fitto non è un problema”

Nelle prossime dieci settimane ci saranno ben otto Gran Premi. E’ un calendario piuttosto impegnativo quello che si presenta a team e piloti di Formula 1, a partire dalla prossima settimana, quando finalmente inizierà la stagione.

Max Verstappen ha vinto le ultime due edizioni del Gran Premio d’Austria, circondato da migliaia di tifosi e dalle tribune arancioni. Quest’anno l’atmosfera sarà completamente diversa, non ci saranno gli spettatori e l’olandese riconosce che se da un lato per la qualifica non è importante avere le tribune piene, non lo è per il giorno della gara, quando il supporto dei tifosi è importantissimo:

“Se sono in macchina ed è l’inizio delle qualifiche, per esempio, allora sono al centro dell’attenzione. Non ho bisogno dei fans per quello. Ma quando guarderò le tribune vuote la prossima settimana, avrò l’impressione che sarà come una giornata di test”, ha dichiarato Verstappen in un’ intervista a Speedweek.

Sarà diverso dal solito, ma voglio fare bene per i fans. Anche se non sono a Spielberg, continueranno a guardare dalla televisione“.

Riguardo al fitto calendario, cui accennavamo poc’anzi, il 22 enne ha detto di non essere preoccupato:

Non penso che questo mi metterà pressione, perché faccio ciò che amo“, ma ammette che per i team sarà più difficile.

Rimarremo più a lungo lontano e ovviamente non ci sarà permesso di tornare a casa tra una gara e l’altra. Questo sarà particolarmente difficile per i membri del team con le famiglie”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati