F1 | Gran Premio d’Austria 2020: anteprima e orari del weekend

Primo appuntamento della stagione 2020

Dopo la gara del 5 luglio, ci sarà un'altro Gran Premio la settimana successiva sempre in Austria
F1 | Gran Premio d’Austria 2020: anteprima e orari del weekend

Orari

Venerdì 3 luglio

-Prove Libere 1 (11:00-12:30)
-Prove Libere 2 (15:00-16:30)

Sabato 4 luglio

-Prove Libere 3 (11:00-12:00)
-Qualifiche (15:00-16:00)

Domenica 5 luglio

-Gara (15:10)

*Teniamo a precisare che gli orari indicati possono variare in attesa di indicazioni dalla Formula 1. Per quanto riguarda la copertura televisiva, Sky trasmetterà in esclusiva i Gran Premi che probabilmente verranno poi replicati in differita su TV8. Vi ricordiamo però che potrete seguire il weekend motoristico anche sul nostro sito F1GrandPrix con live e aggiornamenti in tempo reale.

Si ricomincia!

Dopo una lunga pausa, finalmente si riaccendono i motori. Non sono stati mesi facili e di fronte alla gravità della pandemia di Covid-19 che ha causato migliaia di vittime, anche lo sport è giustamente passato in secondo piano. Non sarà un mondiale come tutti gli altri, non ci saranno le tribune piene di tifosi pronti a sostenere i loro beniamini, nei paddock non si respirerà facilmente quella stessa atmosfera ricca di adrenalina e competizione ma una cosa è certa: i 20 piloti di Formula 1 scenderanno in pista e daranno il massimo per farci emozionare anche di fronte alla TV.

Si ricomincia dall’Austria con due appuntamenti. Dopo la gara del 5 luglio infatti, la settimana seguente ci sarà un’altro Gran Premio sempre nel circuito di Spielberg.

Questo 2020 intanto ci ha già dato dei colpi di scena, come l’annuncio di Sebastian Vettel che lascerà la scuderia di Maranello a fine stagione; al suo posto arriverà lo spagnolo Carlos Sainz. Alla McLaren arriverà invece Daniel Ricciardo. Per quanto riguarda invece Charles Leclerc e Max Verstappen, i loro contratti con Ferrari e Red Bull sono stati rinnovati fino al 2023 compreso.

L’uomo da battere sarà ancora lui, Lewis Hamilton, che dopo il sesto titolo mondiale, andrà alla caccia del settimo, per eguagliare il campione tedesco, Michael Schumacher.

In bocca al lupo ragazzi, fateci divertire!

Circuito 

Nome: Red Bull Ring

Luogo: Spielberg, Stiria, Austria

Costruzione: la nascita di questo storico tracciato risale agli anni ’50, quando alcuni appassionati di auto da corsa crearono il primo percorso con qualche cono e semplici balle di fieno. Nel 1958 si disputò sul tracciato di allora una gara di vetture sportive internazionali, mentre nei successivi due anni fu la Formula Due a fare tappa in Austria. Nei primi anni Sessanta il tracciato di Zeltweg ospitò due eventi del campionato di Formula 1 non validi per il mondiale. Sull’onda dei successi dell’idolo locale Jochen Rindt, si decise di costruire un nuovo tracciato, l’Osterrichring. Il 1970 fu l’anno dell’inaugurazione: la prima gara di Formula 1 si disputò sul circuito lungo 5,911 km e fu vinta inaspettatamente da Jacky Ickx. Nel corso degli anni la pista subì qualche modifica, ma le più importanti avvennero nel 1988, quando la gara era già stata cancellata dal calendario iridato; vennero modificate la curva Bosch e la larghezza del rettilineo principale. Il tracciato come lo conosciamo ora risale però al 1997, dopo numerose modifiche e un nuovo progetto a carico della società austriaca A1, che fece nascere una nuova pista all’interno della vecchia. Dopo l’ultima edizione del 2003, il tracciato è stato rilevato dalla Red Bull, che nel 2010 ha finanziato i lavori per un rimodernamento della struttura del paddock, senza modifiche alla pista. Il tracciato come lo conosciamo ora ha ospitato eventi di altri campionati, prima di rientrare lo scorso anno nel calendario della maggiore Serie.

Circuito

Distanza a giro: 4,318km

Numero di curve: 10, sette a destra e tre a sinistra

Senso di marcia: orario

Dati tecnici:

Carico aerodinamico: Basso Medio Alto
Apertura del gas: 60% del giro
Consumo di carburante al giro: 1,4 kg/giro
Velocità massima: 328 km/h
Possibilità di safety car: 65%
Tempo di percorrenza della pit lane con sosta: 22 secondi
Possibilità di sorpasso: Facile Medio Difficile
Vincitori dalla pole position: 9 su 30 edizioni in questo tracciato
Peggiore posizione di partenza per un vincitore: quattordicesimo (Jones, 1977)

Particolarità del tracciato: Il Red Bull Ring è uno dei tracciati più veloci del calendario di F1, in quanto vi sono solo nove curve. Richiede un carico aerodinamico medio, ma i top team utilizzeranno ali più cariche in modo da compensare l’aria rarefatta, oltre che per avere una maggiore trazione in uscita di curva. Per quanto riguarda le zone DRS, ve ne sono ben 3 (rettilineo, curve 1 e 2 e curve 2 e 3). I sorpassi qui sono possibili in quanto, oltre alle zone appena citate, la pista è piuttosto larga.

Freni:

Categoria di circuito: Light Medium Hard
Numero di frenate: 7
Tempo speso in frenata: 17 % del giro
Energia dissipata in frenata durante il GP: 143 kWh
Carico totale sul pedale del freno durante il GP: 67.237 kg
Frenata più impegnativa: la seconda staccata alla curva 2

Gomme:

Non abbiamo ancora indicazioni certe sulle scelte di Pirelli per questo Gran Premio ma molto probabilmente, i set saranno gli stessi dell’anno scorso, vale a dire gomme più dure (C1) e più morbide (c5).

RECORD

Giro prova: 1:03.003 – C Leclerc – Ferrari– 2019
Giro gara: 1:06.957 –K Raikkonen – Ferrari– 2018
Distanza: 1:22’01″822 – M Verstappen – Red Bull– 2019
Vittorie pilota: 3 – A Prost
Vittorie team: 6 – McLaren
Pole pilota: 3 – N Piquet/ N Lauda/ R Arnoux
Pole team: 7 – Ferrari
Migliori giri pilota: 3 – D Coulthard
Migliori giri team: 8 – McLaren
Podi pilota: 5 – D Coulthard
Podi team: 22 – Ferrari

Albo d’oro

  1. 1964 L Bandini – Ferrari
  2. 1970 J Ickx – Ferrari
  3. 1971 J Siffert – BRM
  4. 1972 E Fittipaldi – Lotus-Ford Cosworth
  5. 1973 R Peterson – Lotus-Ford Cosworth
  6. 1974 C Reutemann – Brabham-Ford Cosworth
  7. 1975 V Brambilla – March-Ford Cosworth
  8. 1976 J Watson – Penske-Ford Cosworth
  9. 1977 A Jones – Shadow-Ford Cosworth
  10. 1978 R Peterson – Lotus -Ford Cosworth
  11. 1979 A Jones – Williams -Ford Cosworth
  12. 1980 J-P Jabouille – Renault
  13. 1981 J Laffite – Ligier -Matra
  14. 1982 E de Angelis – Lotus-Ford Cosworth
  15. 1983 A Prost – Renault
  16. 1984 N Lauda – McLaren-TAG Porsche
  17. 1985 A Prost – McLaren-TAG Porsche
  18. 1986 A Prost – McLaren-TAG Porsche
  19. 1987 N Mansell – Williams-Honda
  20. 1997 J Villeneuve – Williams-Renault
  21. 1998 M Häkkinen – McLaren-Mercedes
  22. 1999 E Irvine – Ferrari
  23. 2000 M Häkkinen – McLaren-Mercedes
  24. 2001 D Coulthard – McLaren-Mercedes
  25. 2002 M Schumacher – Ferrari
  26. 2003 M Schumacher – Ferrari
  27. 2014 N Rosberg – Mercedes
  28. 2015 N Rosberg – Mercedes
  29. 2016 L Hamilton – Mercedes
  30. 2017 V Bottas – Mercedes
  31. 2018 M Verstappen  – Red Bull
  32. 2019 M Verstappen  – Red Bull

Leggi altri articoli in Anteprima

Articoli correlati