F1 | Verstappen, 5° posto: “Abbiamo fatto il massimo, in gara lottiamo per il podio”

"In generale non è stata una cattiva qualifica, la Ferrari era molto veloce ma alla fine non eravamo così lontani dalla Mercedes"

F1 | Verstappen, 5° posto: “Abbiamo fatto il massimo, in gara lottiamo per il podio”

Quinta posizione per Max Verstappen: l’olandese scatterà dalla terza fila nel Gran Premio della Cina, dopo le due Ferrari e le due Mercedes. La Red Bull in questo weekend non ha trovato grandissimo ritmo. Nonostante questo, però, il team anglo-austriaco ha fatto tutto il possibile per avvicinarsi ai suoi avversari dando il massimo.

“Abbiamo raggiunto un buon bilanciamento della vettura e oggi l’abbiamo sentita meglio, quindi non credo che avremmo potuto fare molto di più di quanto abbiamo fatto”, ha subito esordito Max Verstappen come riporta il sito ufficiale della scuderia. “Direi che il quinto posto in griglia è abbastanza realistico e spiega dove dovremmo essere. Non credo che abbiamo ottenuto il massimo dal motore in Q3, ma avremo tempo per analizzare tutti i dati e i risultati con calma. Stiamo perdendo tempo su entrambi i rettilinei ed è difficile da recuperare in altre aree della pista, sapevamo che le curve sarebbero state importanti per ridurre il gap, ma non è stato sufficiente per fare davvero la differenza”, ha continuato, spiegando come la Red Bull abbia cercato di limitare il danno nella parte più guidata, consapevole delle proprie debolezze invece quando si tratta di usare il motore a tutta potenza.

“In generale non è stata una cattiva qualifica, la Ferrari era molto veloce ma alla fine non eravamo così lontani dalla Mercedes, in gara non possono usare queste modalità di motore così, in base al passo lungo, possiamo essere vicini perchè abbiamo una strategia diversa – seconda delle temperature e del degrado – e le cose possono cambiare. Speriamo di avere un inizio pulito di gara e poi cercheremo di raggiungere il podio”, ha concluso Verstappen.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati