F1 | Toro Rosso, Gasly pronto per Spa: “Voglio dare il massimo”

Hartley: "Pausa estiva rigenerante"

F1 | Toro Rosso, Gasly pronto per Spa: “Voglio dare il massimo”

Dopo aver chiarito il proprio futuro, Pierre Gasly è pronto a rigettarsi nel presente di questo mondiale 2018 di Formula Uno. Il francese della Scuderia di Faenza, infatti, vuole sfruttare al massimo i restanti nove appuntamenti di questa stagione, aiutando la squadra a raggiungere gli obiettivi prefissati insieme alla Honda. Da notare che le caratteristiche di Spa non si sposano con quelle della STR13, ragion per cui i piloti dovranno dare il massimo, cogliendo tutte le occasioni che le altre squadre lasceranno per strada.

Ecco le parole di Pierre Gasly: “Mi sono goduto le vacanze insieme alla mia famiglia e ai miei amici più cari. La pausa estiva ha preso una piega ancora migliore quando ho scoperto di essere stato promosso alla Red Bull Racing per il prossimo anno! Ho appreso che Daniel aveva deciso di andare via mentre ero in vacanza con i miei amici e poi, qualche giorno dopo, ho ricevuto la chiamata da Helmut che mi comunicava di aver deciso di prendere me. Ero davvero così felice ed eccitato! Ho sempre sognato questo momento fin da quando ho preso parte al Red Bull Programme nel 2013. Non mi aspettavo che Daniel se ne andasse, quindi l’effetto sorpresa ha reso questa notizia ancora più bella. Ora voglio rimanere concentrato da qui alla fine dell’anno, perché mancano ancora nove gare e voglio dare il massimo per la Toro Rosso”.

“Dopo un viaggio in Grecia, ho continuato la pausa estiva in Francia, facendo ogni tipo d’attività, incluso il surf, il wakeboarding, il calcio con i miei amici e godendomi il sole e il mare”, ha proseguito. “Per alcuni giorni non ho fatto nulla, ma poi ho velocemente ripreso il mio allenamento, intensificandolo la scorsa settimana. Ci sono ancora nove gare da disputare e voglio essere nella miglior condizione possibile”.

Sul Belgio ha sottolineato. “Spa è il mio circuito preferito, una pista incredibile sulla quale ho sempre adorato correre in tutte le categorie, quindi non vedo l’ora di affrontarla con le attuali vetture di F1, in grado di generare tanto carico aerodinamico. Si andrà davvero veloci! Riprendere da qui il campionato sarà grandioso. L’ultima volta che ho corso a Spa in GP2, nel 2016, ci ho anche vinto. Ma già in passato avevo ottenuto un successo in Renault 3.5. In generale, sono sempre andato bene qui. Ho trascorso del tempo al simulatore per preparare la gara e sappiamo che, sulla carta, questo potrebbe essere un fine settimana difficile per noi, ma come sempre faremo del nostro meglio. Non vedo l’ora di rimettermi al volante venerdì, dopo tre settimane di digiuno”.

“Devo ammettere che durante la pausa estiva ho pensato spesso alle corse. Mi mancava il senso di competizione e cercavo quindi di ritrovarlo in qualsiasi attività svolgessi insieme ai miei amici. Lo spirito competitivo è ciò che mi guida, quindi sono davvero felice che il weekend sta per iniziare”, ha concluso.

Qui invece le parole di Brendon Hartley: “Subito dopo i test a Budapest, io e Sarah siamo andati in Colorado e siamo rimasti lì per due settimane, insieme a Mark Webber. Abbiamo fatto molte escursioni, siamo andati in mountain bike e ci siamo rilassati un po’, è stato bello staccare un po’ la spina. Ho anche partecipato alla Leadville Trail 100 MTB, una corsa di cento miglia in mountain bike, davvero dura, a cui mi ero iscritto lo scorso anno. Tuttavia, non sono riuscito a stare dentro il tempo limite, è stata incredibilmente dura: la corsa è iniziata a più di 10 mila piedi d’altezza e si è conclusa a 12 mila. Ma è stato comunque soddisfacente poterla completare, soprattutto perché mi ha fatto uscire dalla mia zona di comfort. È andata molto bene e dopo tutto quel tempo passato in montagna, mi sento rigenerato e pronto per il resto della stagione, che riparte già questo fine settimana in Belgio”.

“A Spa ho vinto sia in Formula 3 che nel WEC. Questo è un circuito molto popolare sia tra i piloti che gli appassionati”, ha aggiunto. “Una pista old-school, dallo scenario panoramico, che ondeggia attraverso la foresta: mi piace molto! Spesso entra in gioco il meteo e nel corso degli anni abbiamo assistito a delle gare molto emozionanti proprio per via delle condizioni mutevoli. A Budapest, abbiamo dimostrato di avere ritmo e di poter fare un buon lavoro in condizioni miste, quindi potremmo avere un weekend positivo a Spa”.

“Durante la pausa estiva, ho fatto un grande sforzo per non pensare alle corse, perché è importante fermarsi e ricaricare le batterie. Ma nell’ultima settimana ho iniziato a pensare al resto della stagione e in particolare a Spa. È stata una prima parte dell’anno piuttosto difficile, ma sono sicuro che dopo questa pausa, tutti in Toro Rosso si stiano già concentrando sulle prossime gare. Siamo tutti ottimisti dopo il buon passo mostrato in Ungheria. Venerdì sarà bello tornare nell’abitacolo, soprattutto perché affronterò il circuito di Spa per la prima volta a bordo di una monoposto di Formula 1. È uno dei circuiti più iconici del calendario, non vedo l’ora!“, ha concluso.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati