F1 | Sauber, Vasseur: “Nel 2017 il nostro problema non era il motore, bensì il telaio”

Il team principal individua la causa principale del fallimento sportivo della passata stagione: "Ora dobbiamo spingere come dei matti sull'aerodinamica"

F1 | Sauber, Vasseur: “Nel 2017 il nostro problema non era il motore, bensì il telaio”

Quella appena trascorsa è stata per la Sauber una delle peggiori stagioni della propria storia: il team svizzero si è classificato all’ultimo posto nel campionato costruttori, con la miseria di 5 punti all’attivo, frutto di un 8° e di un 10° posto ottenuti da Pascal Wehrlein in Spagna ed Azerbaigian. Il divario rispetto alla concorrenza, spesso e volentieri, è stato imbarazzante: secondo molti, le difficoltà riscontrate dalla scuderia di Hinwil erano riconducibili alla scelta di utilizzare la Power Unit 2016 della Ferrari, anziché quella del 2017.

Il team principal Frédéric Vasseur, però, non la pensa esattamente così: “Dobbiamo essere sinceri con noi stessi” – ha esordito il francese ad Autosport. Il problema più grosso era il motore: è vero, il motore era del 2016, ma l’handicap effettivo era solo di un paio di decimi. Se ci mettiamo a paragone con le altre squadre, il problema più grande è stato il telaio: dobbiamo concentrarci su questo e spingere come dei matti sull’aerodinamica”.

In ogni caso, nel 2018, il “problema Power Unit” non si porrà: la Sauber, fresca di sponsorship con Alfa Romeo, difatti usufruirà del motore aggiornato della Ferrari.

Federico Martino

F1 | Sauber, Vasseur: “Nel 2017 il nostro problema non era il motore, bensì il telaio”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Raphael

    4 febbraio 2018 at 14:56

    Il problema era il telaio e spingono sull’aerodinamica? In effetti il telaio ormai lo sanno fare tutti e non ha segreti, con pneumatici uguali per tutti poi non c’è molto da inventare.
    La dichiarazione comunque appare come una “gentilezza” nei riguardi del fornitore e anche un mettere le mani avanti nel caso i risultati non dovessero arrivare.
    Una bella mossa di comunicazione.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati