F1 | Ricciardo e la sua delusione: “Difficile superare, non c’era nulla da fare”

Daniel spiega le difficoltà nel finale: "All'attacco, le gomme si rovinano perchè non hanno abbastanza spazio, e se quelli davanti si stanno difendendo allora non c'è quasi nessuna possibilità"

F1 | Ricciardo e la sua delusione: “Difficile superare, non c’era nulla da fare”

Daniel Ricciardo ha chiuso in sesta posizione, così come si era qualificato sabato a Singapore, dietro ai due piloti finlandesi. Tanta è la elusione per il pilota Red Bull, soprattutto per non essere riuscito a cambiare la sua posizione iniziale grazia alla strategia: “Volevo lavorare di più, quindi avrei lottato per una posizione migliore. Se ricordiamo che Seb e Lewis erano delusi di non aver fatto la pole, anche io lo sono stato adesso”, ha commentato.

“Sui circuiti cittadini il crono è molto importante e difficile, ma non solo, il sorpasso e l’inseguimento in gara sono molto complicati. Soprattutto verso la fine eravamo in una situazione migliore, quando sono arrivato a Kimi e Valtteri, ma non potevo fare niente contro di loro. Mi sono avvicinato, ma non abbastanza. All’attacco, le gomme si rovinano perchè non hanno abbastanza spazio, e se quelli davanti si stanno difendendo allora non c’è quasi nessuna possibilità”, ha lamentato Ricciardo parlando di quanto complicato sia compiere sorpassi in questa tipologia di circuiti.

“Speravo in una migliore competizione, ma stavamo aspettando questa gara. Ho provato a giocare un po’ con Kimi: l’ho visto dietro Valtteri, quindi ho provato a prenderlo e ho cercato di iniziare a fare qualcosa, ma non ci sono riuscito, quindi sono tornato indietro e ho provato di nuovo. Non c’era niente da fare alla fine”, ha concluso Ricciardo con frustrazione ma realismo.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati