F1 | Red Bull, Christian Horner: “Sarà una sfida battere le Mercedes, ma la pole è nostra”

"Checo è stato sfortunato, è tutto nuovo per lui, ma non lo escluderei dalla lotta" ha aggiunto il team principal

F1 | Red Bull, Christian Horner: “Sarà una sfida battere le Mercedes, ma la pole è nostra”

Sarà sicuramente soddisfatto Christian Horner e non vediamo l’ora di sapere come racconterà questa giornata alle telecamere di Netflix per la quarta stagione di Drive to Survive. Il team principal può gioire della prima pole stagionale di Max Verstappen, che arriva con ben quattro decimi di vantaggio sul tempo del sette volte campione del mondo Lewis Hamilton. D’altra parte, Sergio Perez non è riuscito a passare il taglio per il Q3: il messicano ha tentato, come il compagno di squadra, di qualificarsi con le gomme medie, ma il poco feeling sviluppato con la vettura non è bastato, e Perez, dopo un lungo in curva tredici, non è riuscito a fare un buon tempo.

E’ fantastico cominciare la stagione in questo modo, la prima volta in pole alla gara inaugurale dal 2013, e la prima della Honda sin dal 1991, con Senna – ha esordito Horner a fine giornata – alla prima gara, quando accendi i motori, non sai mai in che posizione ti troverai. La Q2 è stata un testa a testa e sembrava che le Mercedes avessero un piccolo vantaggio come medie, ma poi Max è tornato dentro con le soft. Sergio è stato sfortunato a mancare la Q3. E’ davvero molto maturo ed esperto e si sta adattando bene. Ha avuto solo un giorno e mezzo di test e tutto è nuovo per lui per quanto concerne il feeling con la vettura, ma sarà competitivo in gara, io non lo escluderei dalla lotta.

Tutto il team ha lavorato estremamente sodo durante l’inverno per metterci in questa posizione e Honda e ExxonMobil hanno fatto anche loro un grande lavoro per noi – ha continuato il team principal – domani sarà dura e le Mercedes alzeranno il tiro, tutti le davano per spacciate due settimane fa e invece sono li, come ci aspettavamo. Sarà una grande sfida, per noi, batterli, ma siamo noi a partire dalla migliore posizione”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati