F1 | Red Bull, Albon: “Ci saranno due weekend diversi in Austria”

"Nel secondo fine settimana le squadre rischieranno di più", ha detto il thailandese

Albon racconta le sue sensazioni prima del weekend austriaco
F1 | Red Bull, Albon: “Ci saranno due weekend diversi in Austria”

Alexander Albon si appresta a cominciare la sua prima stagione da pilota titolare della Red Bull. L’anno scorso esordì in Toro Rosso per poi passare alla casa madre dopo l’estate, mentre adesso sarà impegnato sin dalla prima gara col team austriaco. Il thailandese è tornato su quanto accaduto in Australia, su come ha vissuto la quarantena a casa e come crede che i due weekend di Zeltweg saranno approcciati dalle varie squadre e dagli altri piloti.

“Dal punto di vista personale, è stato strano non correre in Australia – ha dichiarato Albon. Avevo accumulato tanta adrenalina, perché la preparazione mentale dopo i test invernali era stata fatta per esordire al meglio a Melbourne. Ricordo di aver dormito, non troppo bene, nel mio hotel quella notte e di essermi svegliato concentrato per le FP1, era venerdì, e mentre facevo colazione mi è stato detto che avevano prenotato un volo di ritorno, quindi è stato strano, mi sono dovuto resettare. Ti senti come “Qual è il mio scopo adesso?”. Aspettavamo con ansia quella data: adesso però ci aspetta l’Austria, sono contento di ricominciare. Tornare in fabbrica è stato come il primo giorno di scuola. Dopo Melbourne ci siamo assicurati di stare tutti bene, c’era qualche focolaio nel paddock e penso che la sicurezza del team sia stata la prima cosa, ci siamo isolati tutti, non potevamo fare altrimenti. Ho parlato coi ragazzi della fabbrica per raccogliere tutte le attrezzature da palestra necessarie, perché a casa non avevo niente. Aspettavo notizie e parlavo con Christian sugli aggiornamenti per quanto riguarda il virus in UK, niente di più. Siamo atleti, dobbiamo assicurarci di essere in forma in qualsiasi momento, ma è stata una situazione strana, soprattutto perché non ho mai trascorso così tanto tempo lontano dalle corse da quando avevo 7 anni.

“Stiamo passando da uno dei periodi più tranquilli a uno dei più affollati della storia della Formula 1 – ha continuato Albon. Sarà folle, per tutti noi: l’atmosfera sarà diversa senza i fan e correre ogni settimana sarà difficile per tutti nel team, ma sarà importante iniziare bene. E’ importante nella prima gara approcciare nel modo più energico possibile, dovremo mantenerla a lungo. Io mi sento bene, ma dopo tutto questo tempo ci sono dei dubbi, ogni pilota credo che li abbia: la ruggine me la sono tolta nel filming day. C’è stata una lunga sosta, non vedo l’ora di iniziare. Il primo weekend di gara sarà abbastanza simile al solito, mentre nel secondo, considerando che siamo sulla stessa pista, potrebbe essere diverso visto che avremo dei confronti diretti con un intero fine settimana, le squadre rischieranno di più!”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati