F1 | Racing Point, per Stroll arriva il Gran Premio di casa

Anche Perez avrà tanto sostegno da parte dei messicani

F1 | Racing Point, per Stroll arriva il Gran Premio di casa

La Racing Point si appresta ad affrontare il settimo Gran Premio della stagione in Canada sullo storico circuito di Montreal intitolato a Gilles Villeneuve. Per Stroll è la gara di casa, nato e cresciuto proprio da quelle parti, ma anche Perez avrà tanto sostegno da parte dei messicani vista la relativa vicinanza tra i due Paesi (3.600 km più o meno).

“Abbiamo avuto un paio di gare difficili in Spagna e a Montecarlo, ma sono ottimista in vista di Montreal – ha ammesso Checo Perez. Tutti nel team stanno lavorando duramente e con fatica per portare ancora più prestazioni alla macchina, e siamo nella giusta direzione. Il circuito canadese è veramente unico, con rettilinei e chicane ad alta velocità, e si sposa bene con la nostra vettura. Montreal è sempre stata una gara positiva per me: nel 2012 sono andato sul podio, adoro questo evento! Non ci sono solo canadesi, ma anche tanti messicani e mi viene sempre un sorriso quando vedo le bandiere della mia nazione sugli spalti. Come circuito, sembra più semplice di quello che in realtà è: fare un giro pulito è difficile, mentre al contempo non ci vuole un attimo a commettere degli errori. La parte finale, con la chicane del muro dei campioni è la più eccitante del giro, si arriva a massima velocità e bisogna essere precisi quando si salta sui cordoli. Se fino a quel momento hai fatto un giro perfetto, beh puoi ancora perdere tutto soltanto nelle ultime due curve”.

“Niente può battere la tua gara di casa! Sono nato e cresciuto a Montreal, quindi è sempre una settimana speciale – ha dichiarato Stroll. Da piccolo andavo sempre al Gran Premio con mio padre: avevo 5 o 6 anni quando ho visto vincere Schumacher, era un eroe. I canadesi amano la Formula 1 e questa corsa è diventata una tradizione per tutta la città di Montreal: l’intero weekend sembra un festival e ricevo tanto sostegno da parte dei fans. Vedere le bandiere canadesi sulle tribune e sapere che la folla è dietro di te rende il tutto davvero speciale. Il tracciato è molto tecnico, bisogna spingere molto sui freni e impostare l’auto in modo da poter salire sui cordoli e avere velocità nelle chicane. La migliore opportunità di sorpasso è sul rettilineo prima dei box: se riesci a prendere il DRS hai buone possibilità, ma devi rispettare la chicane finale perché può rovinarti il giro in un attimo, non si possono fare errori”.

F1 | Racing Point, per Stroll arriva il Gran Premio di casa
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati