F1 GP Belgio, Qualifiche: arriva la pioggia e Hamilton fa sua la sesta pole stagionale

Il tedesco scatterà affiancato da Vettel. Storica seconda fila tutta Force India, Raikkonen solo sesto

F1 GP Belgio, Qualifiche: arriva la pioggia e Hamilton fa sua la sesta pole stagionale

Puntuale, a spaiare le carte e animare le qualifiche del GP del Belgio, a Spa è arrivata la pioggia, che come una orologio svizzero ha bagnato il tracciato belga allo scoccare della Q3. Tutto da rifare quindi ai box, con meccanici in fermento per montare dopo pochi minuti le gomme intermedie e i piloti impegnati a non terminare la sessione a muro e, nel frattempo, a conquistarsi la migliore posizione di partenza. A spuntarla su tutti è stato Lewis Hamilton, che con il miglior tempo di 1:58.179 è riuscito ad avere la meglio sulla Ferrari di Vettel. Ma la vera sorpresa oggi sono state le due Force India, con Ocon e Perez che domani in gara partiranno dalla seconda fila, grazie a un ottimo tempismo al cambio gomme. Male invece Kimi Raikkonen, tra i favoriti per la pole oggi, ma soltanto sesto al traguardo, alle spalle di Grosjean: il finlandese non è riuscito a mettere a segno il suo secondo tentativo causa mancanza di benzina. Completano le prime cinque file della griglia di partenza Verstappen, Ricciardo, Magnussen e Bottas, che scatterà comunque 19esimo, a vantaggio di Gasly.

Cronaca – Q1 – Partono le qualifiche del GP del Belgio con una pioggia minacciosa che si aggira attorno al tracciato di Spa-Francorchamps, ma la sessione prende il via sull’asciutto. Subito dentro le Ferrari, equipaggiate con la gomma soft, così come Lewis Hamilton, mentre il resto della griglia opta per la mescola più morbida, la supersoft rossa. Tra i primi crono messi a segno svetta subito Kimi Raikkonen, che in 1:42.585 si mette davanti al compagno di box – a 4 decimi – e alla Mercedes del britannico. Verstappen si infila in terza posizione mentre Ricciardo non riesce ad andare oltre l’11esima piazza. Bottas lascia i box tra gli ultimi, andandosi a prendere il secondo posto alle spalle di Kimi, staccato di due decimi. Seguono Hamilton, Vettel, Verstappen, Grosjean, Ricciardo, Leclerc, Magnussen ed Ericsson, mentre vengono esclusi dalla Q1 Sainz, Alonso, Stroll, Sirotkin e Vandoorne.

Q2 – Alla ripartenza si lanciano subito in pista le due Ferrari e Hamilton. La gomma selezionata è la supersoft, tranne per Bottas, che scenderà in pista solo al secondo tentativo e con le soft. Non metterà invece fuori il muso dai box la Renault di Hulkenberg, che insieme al finlandese scatterà dall’ultima fila. Raikkonen è il primo a sbriciolare il precedente record della pista, facendo segnare 1:41.627, seguito da Hamilton, Vettel, Verstappen, Ricciardo, Grosjean, Magnussen, Perez, Ocon e Gasly. Dopo una breve pausa ai box si torna in pista: Vettel si mette davanti con il miglior tempo di 1:41.501, seguito da Raikkonen, Hamilton, Bottas, Verstappen, Perez, Grosjean, Ricciardo, Ocon e Magnussen. Dicono invece addio alla lotta per la pole Gasly, Hartley, Leclerc, Ericsson e Hulkenberg. La bandiera a scacchi sventola mentre a Spa arriva ufficialmente la pioggia!

Q3 – Vettel, Raikkonen, Hamilton, Bottas, Verstappen, Perez, Grosjean, Ricciardo, Ocon e Magnussen si sfidano per la migliore posizione nelle prima cinque file. La prima uscita è con le slick, ma subito si capisce che la Q3 sarà bagnata. Bottas quasi finisce fuori, mentre i piloti uno dopo l’altro si rifugiano ai box per montare le intermedie. Rimangono invece fuori un po’ più a lungo le due temerarie Force India. Le due Red Bull sono le prime a passare alle intermedie, seguite da Hamilton e Raikkonen. Stare in pista non è per nulla facile! Ricciardo e Verstappen fermano per prime il cronometro, poi tocca a Kimi fissare il crono di riferimento a 2.02.671. Vettel, che ai box si è lamentato poiché le gomme non erano pronte, scende in pista a sua volta e si issa in testa in 2.02.446, davanti a Kimi, Verstappen, Ricciardo, Hamilton, Magnussen e Grosjean. Ma Raikkonen rientra ai box, scuote la testa e abbandona la lotta! Probabilmente senza più benzina… Intanto in pista, Hamilton strappa la pole provvisoria in 1:58.179, mentre volano le due Force India! Il britannico si intasca la partenza al palo davanti alla Ferrari di Vettel, che non riesce ad acciuffare il rivale, quindi Ocon e Perez, con le “Pantere rosa” che conquistano per la prima volta la seconda fila di un GP.


F1 GP Belgio – Tempi e risultati Qualifiche 

1 Lewis Hamilton Mercedes 1m58.179s
2 Sebastian Vettel Ferrari 0.726s
3 Esteban Ocon Force India/Mercedes 3.672s
4 Sergio Perez Force India/Mercedes 3.715s
5 Romain Grosjean Haas/Ferrari 3.943s
6 Kimi Raikkonen Ferrari 4.492s
7 Max Verstappen Red Bull/Renault 4.590s
8 Daniel Ricciardo Red Bull/Renault 4.760s
9 Kevin Magnussen Haas/Ferrari 6.754s
10 Pierre Gasly Toro Rosso/Honda -14.335
11 Brendon Hartley Toro Rosso/Honda -14.314
12 Charles Leclerc Sauber/Ferrari -14.117
13 Marcus Ericsson Sauber/Ferrari -13.878
14 Carlos Sainz Renault -13.690
15 Fernando Alonso McLaren/Renault -13.262
16 Sergey Sirotkin Williams/Mercedes -13.181
17 Lance Stroll Williams/Mercedes -13.045
18 Stoffel Vandoorne McLaren/Renault -12.872
19 Valtteri Bottas Mercedes
20 Nico Hulkenberg Renault

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati