F1 | Ferrari, Leclerc: “La situazione non è così negativa, dobbiamo sfruttare tutto il nostro potenziale”

"Speriamo che gli aggiornamenti apportati qui ci facciano fare un passo in avanti", ha detto il monegasco

F1 | Ferrari, Leclerc: “La situazione non è così negativa, dobbiamo sfruttare tutto il nostro potenziale”

Nonostante le quattro doppiette consecutive ottenute dalla Mercedes in questo primo scorcio di stagione e i 74 punti di vantaggio sulla Ferrari nei costruttori, Charles Leclerc crede che il divario tra la scuderia della Stella e quella del Cavallino non sia poi così ampio come i risultati maturati in pista lascino invece credere.

Non penso che la situazione in campionato sia così negativa – ha sottolineato Leclerc da Barcellona, dove domenica si correrà il GP di Spagna -. Abbiamo avuto delle opportunità, ma una volta che ho fatto un errore (qualifiche Baku, ndr) mentre in un’altra occasione (GP Bahrain) un problema mi è costato un risultato migliore. Penso che nel complesso le prestazioni siano lì. Dobbiamo mettere insieme tutti i pezzi, sfruttando appieno il nostro potenziale. Non penso che ci sia stato un calo delle prestazioni dai test di Barcellona ad ora”.

Il monegasco, continuando con la propria disamina, ha poi aggiunto: “Penso che la Mercedes non fosse poi così indietro nei test. L’ultimo giorno è stato quello in cui hanno spinto un po’ di più, facendo un tempo simile al nostro negli ultimi giri. Non penso che siano mai stati molto lontani, così come non è giusto dire che eravamo molto più avanti di loro al termine dei test”.

Speriamo che gli aggiornamenti apportati qui ci facciano fare un passo in avanti e poi vedremo per il resto della stagione. Normalmente Barcellona è una pista abbastanza rappresentativa per le prestazioni della macchina, quindi spero di poter andare forte”, ha concluso Leclerc.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Leclerc: “La situazione non è così negativa, dobbiamo sfruttare tutto il nostro potenziale”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati