F1 | Ferrari, Leclerc: “Il mio sogno è diventare campione del mondo”

"È quello che voglio assolutamente", ha detto il monegasco nell'intervista rilasciata al TG1

F1 | Ferrari, Leclerc: “Il mio sogno è diventare campione del mondo”

Sono entrato in un taxi da dietro, il taxista non mi vedeva e mi ha chiesto: Sei andato a vedere il Gran Premio oggi (domenica, ndr). Il giovane che ha vinto è molto forte‘. Alla fine del viaggio gli ho detto chi ero, ovvero il giovane di cui diceva che era molto forte”. Si è aperta con questo retroscena l’intervista di Charles Leclerc andata in onda questa sera al TG1.

Per il monegasco quelli appena trascorsi sono stati giorni di assoluta festa, dopo i due incredibili trionfi ottenuti con la Ferrari a Spa (1 settembre) e Monza (8 settembre).

L’alfiere della Rossa, discutendo sulla capacità di controllare le emozioni, ha detto: “Non ero così, primo ero completamente diverso. Anche se facevo una bellissima gara ed arrivo secondo era arrabbiatissimo, volevo fare sempre primo. Mi demoralizzavo troppo. Ho lavorato tantissimo su questo e adesso sono molto più forte mentalmente”.

Leclerc ha bene in mente l’obiettivo da perseguire: “Il prossimo sogno è quello di diventare campione del mondo? Sì. Essere in Formula Uno era già un sogno, essere in Ferrari un altro e vincere a Monza un altro. Essere campione del mondo è quello che voglio assolutamente”.

Il monegasco ha poi svelato un particolare riguardante l’Inno di Mameli: “Mi sono messo in macchina tornando a Maranello con l’inno italiano per impararlo in caso di prima vittoria. Però alla prima vittoria (GP Belgio, ndr) a causa dell’emozione non ce l’ho fatta a trovare tutte le parole. Poi a Monza mi sono abituato e ce l’ho fatta”.

Piero Ladisa


F1 | Ferrari, Leclerc: “Il mio sogno è diventare campione del mondo”
4 (80%) 2 votes
Leggi altri articoli in Ferrari

Lascia un commento

2 commenti
  1. Zac

    15 settembre 2019 at 12:30

    Charliero.

  2. Victor61

    16 settembre 2019 at 22:02

    sognare non costa niente ed è legittimo ma a Monza ancora meno che a Spa sui rettilinei non c’era modo di passare le Ferrari, il GPS ha evidenziato che la Ferrari ha fatto un ulteriore passo avanti con la nuova Spec3 infatti a Monza la Ferrari guadagnava 0″9 secondi sulla Mercedes sul dritto…Hamilton la ha provate tutte e ha braccato per 42 giri Charles Leclerc e se lo avesse passato con la magistrale manovra alla staccata della seconda variante, sarebbe stato due decimi più veloce del rivale solo grazie alla migliore percorrenza in curva e per il monegasco non ci sarebbe più stato niente da fare…Hamilton aveva il DRS e la scia, ma non è riuscito più a passare infatti Lewis guadagnava solo due metri su Leclerc nel rettilineo principale e così Charles ha vinto anche grazie a qualche “aiutino di troppo” dei giudici di gara…la strada per Leclerc per diventare campione del mondo è ancora molto lunga…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati