F1 | Camilleri favorevole al budget cap: “Se non ci fosse, lo sport morirebbe”

"Abbiamo raggiunto un compromesso relativamente buono"

F1 | Camilleri favorevole al budget cap: “Se non ci fosse, lo sport morirebbe”

L’amministratore delegato della Ferrari guarda con fiducia all’introduzione del limite di budget dal 2021. Ogni team avrà a disposizione 175 milioni di dollari e questo sarà uno svantaggio per le squadre più competitive in quanto si troveranno costretti a continuare le loro operazioni con un budget molto più piccolo in modo da avere maggiore parità.

Il budget cap ricoprirà principalmente lo sviluppo del telaio, ma non influirà in modo decisivo sullo sviluppo della power unit o sullo stipendio dei piloti.

Inizialmente, alcuni top team come la Ferrari erano contrari al limite di spesa, al punto da minacciare di lasciare la Formula 1, ma Louis Camilleri che ha assunto la carica dopo l’improvvisa scomparsa di Sergio Marchionne, ha cambiato punto di vista:

“Penso che abbiamo raggiunto un compromesso relativamente buono in termini di costi massimi, che oggi si applica al telaio”, ha commentato l’AD Ferrari ad Autosport.

“Ne siamo favorevoli perché riteniamo che sia positivo per la sostenibilità economica della Formula 1Col tempo, il budget cap dovrebbe includere più macchine, power unit e anche i piloti. Perché alla fine, se lo sport non è sostenibile, morirà lentamente. Quindi, abbiamo ritenuto che fosse nostra responsabilità garantire che fosse economicamente fattibile”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento
  1. Zac

    31 dicembre 2019 at 14:50

    Tanto di cappello.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati