F1 | Aston Martin, Alonso di nuovo escluso in Q2

"Perdiamo velocità ovunque sul giro" ha ammesso lo spagnolo; diciottesimo Stroll

F1 | Aston Martin, Alonso di nuovo escluso in Q2

Che disastro in casa Aston Martin: sin dal weekend in Texas la vettura sembra non essere più la stessa. Lo sa bene Fernando Alonso, protagonista in qualifica anche di un testacoda. L’asturiano arranca fino al Q2, ma non può fare di più e si ferma in tredicesima posizione. Già ad Austin, prima del ritiro, Fernando riuscì a risalire dal fondo – lo spagnolo partì dalla pit-lane – fino alla decima posizione: l’obiettivo è rimontare anche a Città del Messico, almeno fino alla zona punti.

“E’ stata una qualifica davvero complicata e le nostre performance non sono delle migliori in questo weekend. Abbiamo provato alcune soluzioni col set-up, ma sembra che perdiamo velocità ovunque sul giro. La gara sarà dura per tutti a causa delle alte temperature e di solito c’è molto traffico su questa pista – ha spiegato Fernando – comunque, ho ancora la speranza di poter conquistare dei punti. Dopo tutto, ad Austin eravamo in decima posizione nonostante fossimo partiti dalla pit-lane. E’ una lunga gara e continueremo a spingere”.

Qualifica più difficile e sfortunata per Lance Stroll: il traffico impedisce al canadese di concludere il suo giro cronometrato e resta fermo in diciottesima posizione. Lance scatterà dalla diciassettesima posizione – Tsunoda sconterà le penalità dopo la sostituzione al motore.

“E’ stato un weekend difficile, non riusciamo a far girare al meglio la vettura. Abbiamo faticato col passo per tutta la qualifica e non avevamo abbastanza grip per spingere. Sono rimasto imbottigliato nel traffico nell’ultimo settore del mio giro veloce, per cui ho perso qualche decimo. Abbiamo un grande lavoro da fare, partiremo diciottesimo, ma cercheremo di studiare delle soluzioni e vedremo come andrà domani”.

5/5 - (1 vote)
Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati