F1 | AlphaTauri, Imola battezza l’esordio di Yuki Tsunoda

Il giapponese ha percorso 352 chilometri

Tsunoda potrebbe prendere il posto di Kvyat dal 2021
F1 | AlphaTauri, Imola battezza l’esordio di Yuki Tsunoda

Quella andata in scena quest’oggi è stata una giornata impegnativa per quel che riguarda la Formula Uno. Non solo per la presenza di Fernando Alonso in Bahrain, alla guida della Renault R.S.18, ma anche per l’impegno sul tracciato di Imola – dove domenica scorsa si è corso il Gran Premio dell’Emilia Romagna – dell’AlphaTauri. La scuderia faentina è infatti scesa in pista con Yuki Tsunoda, all’esordio su una monoposto di Formula Uno. 

Il pilota giapponese, attualmente in Formula 2 con il team Carlin, è nel mirino proprio dell’AlphaTauri per sostituire Daniil Kvyat dopo la conferma di Pierre Gasly per il 2021. Difatti, sfondando quest’oggi il muro dei trecento chilometri, Tsunoda ha conseguito la Superlicenza. Condizione indispensabile per la promozione in Formula Uno.

La sessione di oggi, la mia prima volta su una vettura di Formula 1, è stata molto divertente – ha ammesso Tsunoda – Era un mondo completamente diverso rispetto alla vettura di F2 con cui corro quest’anno, soprattutto in termini di maggiore potenza e anche di prestazioni in frenata. Non mi sono preoccupato dei miei tempi sul giro, mi sono concentrato solo sull’abituarmi alla monoposto di F1 e sul completare i 300 chilometri. Sono contento di esserci riuscito. Mi sono allenato molto per prepararmi a questo, ma anche così, ero un po’ stanco alla fine della giornata, ma molto contento dell’esperienza. C’è molto di più che un pilota deve fare in un’auto di F1, ma mi ero esercitato a gestire tutti gli interruttori extra sul volante nel simulatore. Parlo con gli ingegneri della Scuderia AlphaTauri dal mese scorso quando ho fatto il montaggio della sella. Sono un gruppo amichevole e abbiamo stabilito un buon rapporto. Ovviamente, quando si trattava di discutere dell’Honda PU, potevo parlare in giapponese, il che lo rendeva abbastanza semplice. Nel complesso, la giornata è stata molto divertente e parte di ciò è venuto dall’avere questa sessione sulla pista ad alta velocità di Imola, il che ha reso il tutto ancora più interessante. Davanti a me ci sono altri due round di F2, altre quattro gare e mi concentrerò solo su ogni sessione nei due fine settimana e poi potremo vedere quale sarà il risultato alla fine di tutto”. 

Abbiamo fatto un primo test molto produttivo qui a Imola con Yuki Tsunoda e siamo stati in grado di completare 352 km – ha dichiarato il team principal dell’AlphaTauri Franz Tost – La mattina era un po ‘umido, quindi abbiamo iniziato la giornata con gomme da bagnato. Anche così, Yuki ha familiarizzato immediatamente con la macchina, il che significa che quando siamo passati alle gomme da asciutto ha migliorato subito i suoi tempi sul giro ed è stato piuttosto impressionante. Dopo la pausa pranzo abbiamo continuato con nuovi set di gomme e lui è migliorato ulteriormente, dimostrando di sentirsi più a suo agio in macchina, giro dopo giro. Yuki ha fornito un prezioso feedback tecnico sul comportamento della vettura, in linea con quanto ci aspettavamo. Nella sua ultima manche, ha fatto una simulazione di gara ed è stato molto coerente, il che è una chiara prova che aveva tutto sotto controllo. Non vediamo l’ora del suo prossimo test ad Abu Dhabi”.

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

1 commento

Articoli correlati