F1 | Alfa Romeo, disastro al pit-stop per Antonio Giovinazzi

Un'altra gara compromessa per il pilota italiano, che conclude in quindicesima posizione

F1 | Alfa Romeo, disastro al pit-stop per Antonio Giovinazzi

Gara disastrosa per il pilota italiano in terra catalana. Antonio Giovinazzi, quattordicesimo al via, non è riuscito in un’altra delle sue magiche imprese allo scattare del semaforo verde, ma sono passati solo cinque giri quando la AlphaTauri di Yuki Tsunoda si ferma in pista, provocando il regime di Safety Car. La Alfa Romeo opta per una strategia particolare, richiamando il pilota di Martina Franca ai box, ma ancora una volta qualcosa va storto: la pit-crew monta un nuovo set di gomme gialle alla vettura numero novantanove, ma è in quel momento che i meccanici si accorgono che la anteriore sinistra è sgonfia. I meccanici corrono ai box, dove recuperano un altro set di gomme e Giovinazzi lascia la piazzola di sosta dopo trentacinque secondi. Gara totalmente compromessa per lui, che dimostra un ottimo passo in diversi segmenti di gara, figurando tra i piloti più veloci in pista: è quindicesimo alla bandiera a scacchi.

Non è stata una gara facile, sopratutto a causa del problema durante il pit-stop – ha ammesso Antonio – perdere tutto quel tempo e un nuovo treno di gomme è stato un duro colpo, sopratutto perché ho dovuto seguire il delta durante il regime di Safety Car e non potevo riagganciarmi al gruppo. Appena la pista è tornata verde, ho cercato di recuperare più terreno possibile, ma non c’è stato nessun colpo di scena davanti e non potevo andare oltre la quindicesima posizione. Il nostro ritmo non era così male, ma è comunque una giornata frustrante: speriamo di far meglio a Monaco, non vedo l’ora di correre li“.

 

Motorionline.com è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News,
se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie
Seguici qui
Leggi altri articoli in Alfa Romeo Sauber

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Sauber-Andretti, trattative interrotte

La scuderia di Hinwil non passerà nelle mani del figlio del campione del mondo 1978
Sauber-Andretti fumata nera. Sembrava vicina ad una conclusione positiva la trattativa che avrebbe dovuto far diventare Michael Andretti, figlio di