Emergono nuovi dettagli sul meeting di Parigi tra la FIA e la F1

Discussa l'introduzione delle vetture clienti

Emergono nuovi dettagli sul meeting di Parigi tra la FIA e la F1

Jean Todt ha avuto un “meeting costruttivo” con Bernie Ecclestone e i dodici team di F1 nell’incontro avvenuto lunedì a Parigi.

Oltre le già annunciate nuove condizioni per il Patto della Concordia, sono emersi ulteriori dettagli.

Il meeting proseguirà giovedì ai margini del Gran Premio d’India, qui verrà discusso il fatto che solo i 6 top teams – Red Bull, McLaren, Mercedes, Williams e Lotus – avranno una voce in capitolo riguardo la composizione delle future regole.

Un altro argomento caldo del meeting sono state le “vetture clienti”, vale a dire la possibilità da parte dei teams di vendere monoposto complete ad altre squadre.

Le vetture clienti potrebbero essere una soluzione per i piccoli teams come HRT e Marussia, specialmente dopo che la Renault ha annunciato che in futuro non fornirà motori a queste due scuderie che sono attualmente motorizzate Cosworth.

Tuttavia la situazione potrebbe cambiare se questi team fossero in grado di acquistare un intero pacchetto vettura-motore e a quel punto la Renault potrebbe cambiare idea.

Auto Motor und Sport riporta inoltre, che molti team si sono opposti all’aumento della tassa di iscrizione per il 2013, che a detta di molti sarebbe voluta dal presidente della FIA Jean Todt.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

12 commenti
  1. Gianni (tifoso Ferrari)

    24 Ottobre 2012 at 11:51

    scusate eh, ma ascoltiamo la RB e la mercedes mentre una scuderia come la sauber che è in f1 da decenni viene snobbata??? patetici come accade un po troppo spesso ultimamente… è proprio vero, la f1 è un circo di soldi e basta…come si fa a proporre qualcosa del genere…

  2. stefanoabbadia

    24 Ottobre 2012 at 12:15

    ARTICOLO SCRITTO CON SUPEFICIALITA….MANCA PURE LA FERRARI….FORSE NON E PIU UN TOP TEAM

    • TheTabboz Vettel

      24 Ottobre 2012 at 12:30

      In effetti penso che al posto della Mercedes ci sia la Ferrari.
      E’ impossibile che la Mercedes sia classificata “Top Team” quando può essere superata da Sauber e Force India (senza nulla togliere a queste scuderie).

      • AleMans

        24 Ottobre 2012 at 12:46

        Ce ne sono scritti 5, ma sono 6 perché hanno dimenticato la Ferrari.

        Mi sembra piú che i top team siano classificati in base ai soldi che hanno e che spendoni e non in base ai risultati/storia. Una delle tante stranezze di questa F1.

        Poi le vetture clienti… non vorrei che fosse il preludio ad una specie di monomarca. Mai sia!
        Il tutto per tenere 2-3 scuderie invece di attirare o far tornare big come BMW, Honda, Audi, ecc…

      • angelorosso

        25 Ottobre 2012 at 02:52

        Signor Ricci,

        mi piacerebbe un mondo fare il “lavoro” suo. Non solo ha scritto un articolo che definire ORRIBILE e’ farle un complimento ma nonostante gli “orrori” la pagano ugualmente.

        Poi la ciliegina sulla torta e’ il fatto che non si degna nemmeno di tornare sul sito e scusarsi per quanto ha scritto.

        Complimenti. Continui cosi. Di sicuro lei e; l’orgoglio del suo giornale e dell'”ItaGlia”.

        Angelo

      • quickest

        25 Ottobre 2012 at 08:00

        mamma mia ragazzi, quanto odio in questi commenti, non sara’ Shakespeare ma prendersela con Rifici in questo modo mi sembra esagerato. Ha dimenticato la Ferrari quasi ad intendere che sono le altre che hanno bisogno di essere menzionate…dai ci si rida su, sportivamente!

      • quickest

        25 Ottobre 2012 at 08:02

        Angelo, se posso farti notare, tu poi pecchi nella stessa maniera di noncuranza indirizzando il tuo commento al signor Ricci invece che Rifici. Take a chill pill dai

  3. Federico Barone

    24 Ottobre 2012 at 12:52

    La Ferrari è stat a dimenticata. Si parla di 6 “top teams” e ne vengono menzionati solo 5…

  4. Federico Barone

    24 Ottobre 2012 at 13:08

    Io non sono contrario alle vetture clienti. A patto che chi le compra se le gestisca da solo e non con il sostegno del venditore, come fosse un team satellite.

    Come fece agli inizi pure Frank Williams.

  5. Riccardo_63

    24 Ottobre 2012 at 13:56

    all’inizio della F1 era normale che si comprasse telaio, motore e si facesse una scuderia, quante March c’erano in giro…

  6. mario07

    24 Ottobre 2012 at 16:43

    Secondo me non accadra’. La redbull spende milairdi per vincere e farsi pubblicita’ e poi da la sua macchina a un altro? Tanto x dirne una … Ma vale anche per altre squadre

  7. anonima tifosa vettel

    24 Ottobre 2012 at 20:01

    ahahahha la ferrari e’ stata dimenticata? Tanto 🙂

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati