Paul di Resta: “Alonso meriterebbe i titoli 2012 e 2013”

Per lo scozzese il ferrarista meritava il titolo dell'anno scorso più di Vettel

Paul di Resta: “Alonso meriterebbe i titoli 2012 e 2013”

Paul di Resta ha scelto Fernando Alonso come suo candidato alla vittoria del titolo piloti di F1 di quest’anno. Infatti lo scozzese – che guida per la Force India – crede che lo spagnolo attualmente dovrebbe essere un quattro volte campione del mondo alla fine di questa stagione.

“Doveva essere campione lo scorso anno. Per me Alonso è il campione del mondo 2012” ha dichiarato il ventisettenne a Speed Week.

Ci sono alcune questioni aperte tra di Resta ed il campione in carica nonchè tre volte campione mondiale Sebastian Vettel, che al momento è davanti 17 punti rispetto ad Alonso nella classifica piloti.

Di Resta ha un anno in più di Vettel, inoltre i due erano compagni in F3 ed il tedesco è stato quello che ha ottenuto la possibilità di fare il salto di qualità in F1.

Inoltre Vettel, nonostante sia stato battuto da di Resta nella lotta al titolo F3 Euroseries, è arrivato prima in F1 grazie all’appoggio della Red Bull.

“Loro senza dubbio sono stati più fortunati di me” ha dichiarato di Resta riferendosi anche a Lewis Hamilton. “Vettel non sarebbe dovuto arrivare qui prima di me”.

Dunque per il 2013 di Resta sceglie Alonso.

“Ha avuto i suoi problemi in Malesia e Bahrain, ma la Ferrari sembra forte. Credo che meriti il campionato”.

Stefano Rifici

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

35 commenti
  1. Uenj87

    21 Maggio 2013 at 11:44

    Hai capito di Resta! Anche lui butta le bombe a mano 😉

  2. Stephano

    21 Maggio 2013 at 11:45

    Ha ragione.

  3. alo

    21 Maggio 2013 at 11:54

    Capito lattinari??? Di resta non e “ancora” nessuno. ma e sempre un Pilota di F1. Non e Spagnolo intendiamoci! e semplicemente un Pilota, uno dei TANTI che non si trattiene a dire la sua su FERNANDO ALONSO. Ma voi fate sempre finta di non capire! Vi rinfresco un po’ la memoria! VALENCIA 2012: ALONSO PARTE 11esimo, e arriva primo. Montmeló 2013: ALONSO parte quinto, e vince con 12 secondi di vantaggio su RÄI. Cosa che vettel non e mai riuscito a fare, chissa perche? Lasciamo stare la stagione 2010… anche se solo per la rimonta che ha fatto, ALONSO avrebbe dovuto essere campione del mondo al primo anno con la FERRARI. (sfortuna) Ma… lo scorso anno CAXXO!!!!!! ALONSO avrebbe stra-meritato entrambi i titoli. Uno che arriva a-3 con una vettura che non riusciva ad entrare nemmeno in Q2, uno che lotta conntro due super vetture e riesce a porate una FERRARI a -50 dal titolo costruttori merita i piedi baciati. Quest’anno non ce’ ne sara’ per nessuno. vettel deve mettersi l’anima in pace, questa volta verra’ umiliato.

  4. Davide Alex

    21 Maggio 2013 at 11:57

    In effetti ci mancava il parere del rosicone di turno … Con tutto il dovuto rispetto, Di Resta non è nella condizione di parlare, visto che in due stagioni che è rimasto in F1 si è fatto pirlare prima da Sutil, poi da Hulkenberg. Quando comincerà a vincere qualcosa ne riparliamo 😉

    • My.Name

      21 Maggio 2013 at 12:26

      Questo commento mi ricorda qualcuno….

    • giallo81

      21 Maggio 2013 at 14:25

      Secondo me, e con tutto il dovuto rispetto, tu non è che sei nelle condizioni di poter stabilire chi è che può parlare e chi no.

      Poi il fatto che le abbia prese da Sutil e da Hulkenberg secondo me non c’entra molto sulle affermazioni che ha fatto.

      Personalmente condivido il pensiero di DiResta, rosicone o no, e ritengo che Alonso sia il vincitore morale del campionato scorso (chiedo scusa se non ti ho chiesto il permesso di scriviere).

    • Davide Alex

      21 Maggio 2013 at 21:05

      Ragazzi miei, non è questione di tifo e campanilismo (tifo Raikkonen, ma riconosco che Alonso è un pilota molto dotato e mentalmente molto maturo), semplicemente è palese che il commento di Di Resta non è minimamente obiettivo dal momento in cui afferma che Hamilton e Vettel “sono stati senza dubbio più fortunati di me” o che “Vettel non sarebbe dovuto arrivare qui prima di me”. A questo pilota semplicemente non va giù il fatto che un rivale delle categorie minori abbia fatto più strada di lui giustificandosi sbandierando al mondo che lo ha battuto quando correvano sui go-kart e avevano i brufoli.
      Di Resta sta facendo bene quest’anno, ma se vuole raggiungere il top dovrebbe guardare di più
      nel suo orticello e rimboccarsi le maniche invece che recriminare.

      • Marcocelli

        21 Maggio 2013 at 23:25

        Ma ci faccia il piacere!

        Lo sanno anche i muri che Di Resta nelle categorie minori ha battuto sia Hamilton che Vettel, nonostante lo Scozzese non ha mai avuto, come si suol dire, il Santo in Paradiso che lo pompasse, appunto come Vettel e Hamilton.

        Lo sanno anche i muri quanto è stato veloce nel DTM.

        Di Resta è uno di quei pochissimi piloti che si ritrova in F1 grazie esclusivamente alla bontà del suo manico.

      • Francesco

        22 Maggio 2013 at 00:10

        ma è mai possibile che la gente parli solo perchè ha visto due gp, due di numero???

        Ma sapete di chi stiamo parlando, Paul Di Resta… non di un vitello qualsiasi arrivato in F1 solo per compiacere agli intrallazzi di Mateschitz & co…

        per favore, informarsi prima di parlare a vanvera!!!

      • Davide Alex

        22 Maggio 2013 at 00:18

        Senti bello, ho seguito tutti i Gp di Formula 1 dal 96 ad oggi, quindi gentilmente non rompere le palle.

        Detto questo, se Di Resta fosse così bravo come sostienete mi potreste gentilmente spiegare come mai ad oggi ha sempre preso paga dai suoi compagni di squadra (per altro buoni piloti, ma non certo campioni)? Poi per favore non tiriamo fuori questa storia delle categorie minori: anche Badoer era un asso in Formula 3, cos’ha combinato poi lo sappiamo tutti! Non parliamo poi di Frentzen, che da giovane batteva Schumacher … rinfrescatemi la memoria, chi ha vinto i 7 titoli poi?

      • Davide Alex

        22 Maggio 2013 at 00:25

        Detto questo ripeto, non si sta dicendo che Di Resta è un brocco, ho scritto che è un buon pilota, ma quando parla di Vettel è lampante che traspare una notevole invidia, questo a prescindere da quello che ha detto su Alonso (su cui andrebbe aperto un altro capitolo).

      • My.Name

        22 Maggio 2013 at 08:16

        Che Alonso e’stato il miglior pilota l’anno scorso e che meritava il titolo lo hanno detto molti addetti ai lavori,non solo Di Resta…
        Curioso poi come uno non possa avere un parere (pro-Alonso) che subito passa per rosicone,come uno che non ha diritto di parora,ecc,ecc…

      • giallo81

        22 Maggio 2013 at 08:57

        @Davide Alex
        Secondo me non dovresti prescindere da quello che ha detto su Alonso perchè, se non te ne sei accorto, l’articolo è incentrato proprio su quello.

      • Davide Alex

        22 Maggio 2013 at 09:40

        @My name
        Con tutto il dovuto rispetto a me sembra il contrario: appena ti azzardi a fare un commento critico che vada anche lontanamente a toccare Alonso ecco che parte l’assalto a Fort Apache dei tifosi della domenica, quelli che “o la pensi come me o non capisci un c…o”!

      • My.Name

        22 Maggio 2013 at 22:42

        A me sembra che in TU in questo articolo ti sei scagliato contro Di Resta (facendo le pulci alla sua carriera,ai suoi risultati e dicendo addirittura che ”non ha diritto di parola”) solo perche’ha esternato questo pensiero…poi fai te!

  5. anonimotifosoKIMI

    21 Maggio 2013 at 12:24

    Sante parole paul..vettel le hai prese da di resta e adesso fai il fenomeno..raccomandato

  6. Walter76

    21 Maggio 2013 at 12:48

    Purtroppo per Paul non si è trovato al posto giusto al momento giusto: tipo, se Mallya avesse preso Newey……..

  7. Carlo Alberto

    21 Maggio 2013 at 14:24

    Ennesimo schiaffo morale per Vettel! 😀
    P.S.: Ha ragione Di Resta! U.u

  8. goKimigo

    21 Maggio 2013 at 18:04

    A parte il fatto che il 2013 si si deve ancora concludere. Ditelo a Di Resta.

  9. ringhio

    21 Maggio 2013 at 23:47

    Non capisco anche se apprezzo certe esternazioni.La faccenda è di una semplicità disarmante,ossia che il campionato scorso è stato chiaramente manipolato e venduto dallo Zio Tibia quindi dalla Fia a danno non tanto di Fernando ancor prima che della squadra,ma della baracca intera.Non si è mai visto un muso di gomma come quello di Abu Dhabi al pit stop RB in tutte le competizioni al mondo che venga fatto passare per regolare punto,quindi con eventuale squalifica del Kinder delice il titolo a conti fatti sarebbe stato di Maranello punto.

  10. f1erally

    22 Maggio 2013 at 00:07

    Assurdo, mai nessun altro pilota è stato messo tanto in discussione per i risultati ottenuti!!
    La superiorità della sua macchina rispetto agli altri è stata evidente anche ai ciechi…

    • ringhio

      22 Maggio 2013 at 10:30

      Sono per caso gli stessi ciechi del muso di gomma ai box di Abu 2012?Ogni tanto un po’ di obbiettività nella vita,invece che essere difensori incalliti di chi manipola i regolamenti a proprio vantaggio non farebbe male!

  11. Davide Alex

    22 Maggio 2013 at 09:39

    @My name
    Con tutto il dovuto rispetto a me sembra il contrario: appena ti azzardi a fare un commento critico che vada anche lontanamente a toccare Alonso ecco che parte l’assalto a Fort Apache dei tifosi della domenica, quelli che “o la pensi come me o non capisci un c…o”!

    • Davide Alex

      22 Maggio 2013 at 13:21

      Scusate, per sbaglio ho pubblicato due volte il commento.

      • calb

        22 Maggio 2013 at 14:29

        A prescindere dal giudizio sul commento in sè, non è che ogni volta che uno dà un’opinione gli si può obiettare che non ha vinto niente e quindi non è in condizione di parlare. Anche perché se usiamo questa logica tu dovresti poter parlare ancora meno visto che non sei nemmeno un pilota professionista di F1.

        Quindi: ognuno dia il giudizio che vuole, ma si eviti il “come si permette che non ha fatto nulla”…

      • Davide Alex

        22 Maggio 2013 at 18:58

        Caspita, non offenderti, ma tra te e gli altri qui siamo veramente sul fazioso! Non ho detto “come si permette Di Resta di parlare di Vettel”, ho scritto che non è nella condizione di essere critico nei confronti del collega della Red Bull visto il modesto palmarés in F1 dello scozzese. A sentire Di Resta sembra che Vettel abbia vinto i suoi titoli solo per il mezzo (come pilota meritava di più Alonso), che addirittura è arrivato in F1 per pura fortuna e che lui si ritiene più forte, visto che ha detto che per talento sarebbe dovuto arrivare in F1 prima di Vettel, il tutto perché a dieci anni fa, quando ancora erano due ragazzini lo ha battuto in Formula 3, come se questo bastasse a distinguere un campione da un buon pilota.
        Ripeto per l’ennesima volta, il parere di Di Resta è condivisibile o meno se presa da sola, mentre nel contesto dell’interivsta lascia trasparire una certa invidia.

  12. calb

    22 Maggio 2013 at 14:31

    Ho dato per scontato che non tu non sia un pilota di F1…

    mi correggo: “visto che, suppongo, tu non sia un pilota di F1”.

    • Davide Alex

      22 Maggio 2013 at 19:12

      Non offenderti, ma tra te e gli altri qui siamo sul fazioso: non ho detto “come si permette Di Resta di parlare di Vettel”, ho scritto che non è nella condizione di essere critico nei confronti del collega della Red Bull visto il modesto palmarés dello scozzese in F1.
      A sentire Di Resta sembra non solo che Vettel vinca solo grazie al mezzo (come pilota meritava di più Alonso), ma che addirittura è arrivato in F1 per pura fortuna e che lui, considerandosi più veloce del tedesco, sarebbe dovuto sbarcare nel Circus prima del rivale perché dieci anni fa, quando ancora erano due ragazzini, lo ha battuto in Formula 3, come se questo bastasse a distinguere un campione da un buon pilota.
      Ripeto per l’ennesima volta, il parere di Di Resta è condivisibile o meno se isolato dal resto del discorso, mentre se collocato nel contesto dell’intervista dà molto l’idea di essere un gran rosicone.

      • calb

        23 Maggio 2013 at 01:17

        Ma no, ma no…o meglio sì, io tifo Ferrari (non Alonso), ma qui non volevo difendere l’uno o l’altro.

        é la frase “non ha vinto nulla quindi…” che ogni tanto qualcuno tira fuori (sei capitato te per caso) che non mi sembra un argomento valido… Bisognerebbe sempre discutere sul contenuto non sulla persona. Tutto lì.

      • Francesco

        23 Maggio 2013 at 08:11

        …e secondo te DiResta, e tutti gli altri piloti del circus di F1, non hanno più di te, e di molti altri, le informazioni per affermare quello che dicono tutti da più parti???

        Di Resta non ha un palmares… Di Resta non ha la Truff Bull, altrimenti sarebbe forse con più record del vitello a cui, ormai lo hanno capito in molti, “pioace vincere facile”, quando non ha il solito missile, anche paul gli da paga!!!

      • Davide Alex

        23 Maggio 2013 at 09:33

        Cristo Santissimo beato, chi ha mai detto che non può parlare per mancanza di informazioni e competenza? Qui si sta dicendo semplicemente che è sciocco che un pilota come Di Resta continui a sbandierare che è più meritevole di un tre volte campione del mondo quando lui non è neanche riuscito a battere i suoi compagni di squadra! Insomma dai, non è una questione di essere pro Alonso o pro Vettel, è una cosa lampante e basta. Sono sicurissimo che se lo scozzese avesse fatto un’osservazione simile, che so, su Hamilton piuttosto che su Vettel, sareste tutti qui a darmi ragione, ma siccome il tedesco della Red Bull vi sta sulle palle (magari anche per buone ragioni, chi vi dice nulla?) ogni scusa è buona per dargli contro … ciò non toglie che non sia un giudizio lucido e obiettivo.

      • Davide Alex

        23 Maggio 2013 at 09:34

        Cristo Santissimo beato, chi ha mai detto che non può parlare per mancanza di informazioni e competenza? Qui si sta dicendo semplicemente che è sciocco che un pilota come Di Resta continui a sbandierare che è più meritevole di un tre volte campione del mondo quando lui non è neanche riuscito a battere i suoi compagni di squadra! Insomma dai, non è una questione di essere pro Alonso o pro Vettel, è una cosa lampante e basta. Sono sicurissimo che se lo scozzese avesse fatto un’osservazione simile, che so, su Hamilton piuttosto che su Vettel, sareste tutti qui a darmi ragione, ma siccome il tedesco della Red Bull vi sta sulle palle (magari anche per buone ragioni, chi vi dice nulla?) ogni scusa è buona per dargli contro … ciò non toglie che quello di Di Resta non è un giudizio lucido e obiettivo, ma della classica volpe che non arriva all’uva.

      • Davide Alex

        23 Maggio 2013 at 09:34

        Scusate, ho ripubblicato il commento doppio 🙂

      • Davide Alex

        23 Maggio 2013 at 09:42

        Per rendervi meglio il concetto, nel caso non si fosse ancora capito, il giudizio di Di Resta su Vettel equivale a quelli di Barrichello su Schumacher.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati