Domenicali: Invariata la gerarchia dei piloti Ferrari

Domenicali: Invariata la gerarchia dei piloti Ferrari

Dopo la gara di Monza Stefano Domenicali, team principal della Ferrari, ha tenuto a precisare che Felipe Massa non è stato trasferito ad un ruolo di puro supporto ma che disputerà il resto della stagione 2010 dando il meglio di se per raggiungere gli obiettivi della squadra.

La precisazione di Domenicali si è resa necessaria per evitare le polemiche che potevano scaturire in seguito ai dubbi che Massa aveva espresso circa il suo pit stop lento. In verità in Ferrari, e mi sembra evidente, il ruolo di Massa per il resto del 2010 è stato deciso ad Hockenheim e le parole espresse servono solamente a smorzare i toni e preparare un paravento mediatico per quelle che saranno, giustamente vista la posizione in campionato, le future scelte a favore di Fernando Alonso.

Massa accusa 63 punti di distacco da Webber e dal Brasile fa sapere: “Continuerò a lottare per le vittorie e per il bene della squadra”.

Mentre Domenicali da Maranello aggiunge: “Per me e per noi la sensazione è che tutti facciamo del loro meglio per la squadra. Non abbiamo cambiato le nostre gerarchie, andiamo avanti così dall’inizio della stagione e siamo felici per noi stessi e per il modo in cui gestiamo la situazione”.

Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

14 commenti
  1. POETA

    15 Settembre 2010 at 11:45

    Domenicali bugiardo come pinocchio!
    Massa si rivelerà come in testa un pidocchio!

    Gerarchie invariate? Bene della squadra?
    Massa ribellati ciò non quadra!

    Massa darà il meglio? Non di supporto?
    Domenicali vattene! Meglio coltivar l’ orto!!!

  2. D-Lord

    15 Settembre 2010 at 12:30

    Ovvio che Massa darà il meglio quello che conta sono i soldi e si prendono con la posizione nel mondiale costruttori, non piloti. Per il pit poi anche se avessero impiegato 1 secondo in meno al massimo avrebbe passato Button…

  3. Leonardo

    15 Settembre 2010 at 12:40

    Poeta con questa invece cadi in basso..secondo te che dovrebbe fare Massa? arivare davanti ad ALonso? ma dai ragiona

  4. lelu79

    15 Settembre 2010 at 13:02

    chiaramente tutti fanno il meglio per la squadra…di sicuro più punti massa porta a casa e meglio è per la Ferrari…ma senza bisogno di andare a fare ordini di scuderia gioco di squadra significa anche, in caso di alonso dietro a massa, che felipe sappia tener dietro gli altri e gli dia del filo da torcere. senza ordini, questo è il vero lavoro di squadra sportivo. Ed è una cosa che Felipe ha fatto con Raikkonen e viceversa l’anno dopo!

  5. Walter

    15 Settembre 2010 at 14:45

    Lo credo bene che non è cambiata la gerarchia dei piloti Ferrari, è dall’inizio del campionato che si sapeva Alonso prima guida e Massa gregario!

  6. gianluca

    15 Settembre 2010 at 15:17

    Ma Massa cosa vuole?
    Per raggiungere Alonso sia i meccanici McLaren sia i meccanici Ferrari avrebbero dovuto farsi un sonnellino durante il cambio gomme.

    Massa deve capire che non è un singolo ordine di scuderia (di cui anche lui in passato ha beneficiato) che lo nella posizione in cui si trova in campionato ma la scarsezza delle prestazioni che negli anni ha offerto.

    Massa vuole essere prima guida? Vada più veloce sempre (non una volta a campionato) del suo compagno (come avvenne nel secondo anno di Kimi in Ferrari) e la smetta di fare l’eterno scontento.

  7. LUIS

    15 Settembre 2010 at 17:44

    A Stefanooo, va a raccontà ste fregnacce a qualcun altro!!!! Per voi Massa deve solo fare il tassista! Non dico che non deve fare la seconda guida, ma non offendere l’intelligenza delle persone dicendo che il trattamento è uguale per i due piloti! Questo proprio no!!!

  8. cosimo

    16 Settembre 2010 at 07:56

    domenicali dice: disputerà il resto della stagione 2010 dando il meglio di se per raggiungere gli obiettivi della squadra.

    gli obbiettivi non li ha chiariti ma sono: campionato piloti e costruttori.

    il primo si ottiene dando ad alonso un “aiutino”, il secondo cercando di arrivare a più punti possibili, ma nell’ordine il campionato piloti ha la precedenza.

    io non le vedo tutte queste bugie, non ha detto nulla, la domanda che gli intervistatori dovrebbero rivolgere è: in futuro che dovesse accadere di avere massa davanti ed alonso che lo segue attuerete la stessa scelta?

  9. anonimo

    16 Settembre 2010 at 09:20

    dispiace per massa ma ha sempre dimostrato di essere piu lento di alonso si e sepre limitato a fare il compitino da sei e normale che la ferrari punti tutto su alonso

  10. marcello

    17 Settembre 2010 at 11:16

    Signor Domenicali, è infantile tentare farci pensare che non ci siano gerarchie, a meno che in Ferrari abbiano deciso di fare harakiri.
    Massa è bravo, ma Alonso malgrado qualche errorino di adattamento è molto più veloce, il punteggio lo determina.
    Quindi. Per cortesia non insista su questa ridicola posizione.

  11. marcello

    17 Settembre 2010 at 11:18

    Oppure “l’invariatezza” definisce proprio il ruolo già assegnato hai piloti? In ogni caso Massa è seconda guida.

  12. controaltare

    17 Settembre 2010 at 12:56

    Il “povero” Domenicali dimostra grandi doti di “arrampicatore sugli specchi” per non dire chiaramente che in Ferrari la politica è sempre stata una sola: chi è davanti in classifica ha tutto l’appoggio del team, chi è dietro, ora Massa, è obbligato a “inchinarsi” al suo compagno di squadra.

  13. Enzo

    21 Settembre 2010 at 17:02

    invece negli altri team fanno diversamente? favoriscono chi sta dietro? ma se pure schumacher ormai non gode più di questo trattamento…

  14. Maurizio

    14 Novembre 2010 at 19:19

    Inchino allo Staff Ferrari.
    Il Sig. Domenicali va cambiato e pure Il Sig. Massa
    Penso non ci sia da dir altro…

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

F1 | Hakkinen: “Bottas è un grande pilota”

Nel corso di un'intervista, l'ex campione del mondo crede che Bottas abbia le qualità per puntare al titolo nel 2020
Tra i più grandi estimatori di Valtteri Bottas, c’è chi ha avuto l’opportunità di lavorare con il pilota finlandese a