Caterham, Van der Garde: “La grande tenuta delle posteriori soft potrà aiutarci in gara”

Per Pic qualche difficoltà nella messa in temperatura

Caterham, Van der Garde: “La grande tenuta delle posteriori soft potrà aiutarci in gara”

Nessun grattacapo rilevante per la Caterham nella prima giornata di prove ad Abu Dhabi. Il team malese, che ha potuto contare anche sulla presenza di Kovalainen, è riuscito nell’intento di tenere a bada le Marussia, aspetto positivo in ottica domenica pomeriggio.

“In frenata e inserimento la vettura non era il massimo e questo ha influenzato la guidabilità – ha dichiarato Heikki, 20esimo – Per il terzo run abbiamo deciso di apportare delle modifiche che in effetti hanno funzionato, ma verso la fine le gomme si sono usurate, di conseguenza non abbiamo potuto accumulare molti più dati. In generale è stata una sessione discreta”.

“Il FP2 è iniziato bene malgrado un po’ di bloccaggio alle posteriori e l’instabilità nei tratti veloci – ha spiegato Giedo Van der Garde, 19esimo – Sono partito per due run con le medie, poi per segnare il tempo sono passato alle soft che ho tenuto pure per la distanza. Qui ho notato un certo raffreddamento delle anteriori e del sottosterzo, grande tenuta invece per le posteriori che ci consentiranno di azzardare strategie interessanti in corsa”.

“Al mattino non eravamo messi male, mentre al pomeriggio con le temperature più basse il bilanciamento ne ha risentito – ha detto Charles Pic, 19esimo e 20esimo – Durante l’uscita con le option le cose sono leggermente migliorate, però ho sofferto di sottosterzo specialmente in entrata e in centro curva. Abbiamo aggiunto un po’ d’ala, ma i problemi di messa in temperatura si sono ripresentati. Da rivedere anche la stabilità in frenata”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati