Button confuso ma contento del secondo posto in Malesia

Button confuso ma contento del secondo posto in Malesia

Jenson Button ha ammesso che il Gran Premio della Malesia di F1 è stato piuttosto caotico in termini di strategie ma si è detto soddisfatto del secondo posto conquisto alle spalle di Sebastian Vettel.

“E’ stata una gara molto confusa in termini di strategie, capire o provare a capire le soste e come gestire le gomme non è stato affatto facile” ha dichiarato il pilota della McLaren Mercedes.

Il pilota della McLaren ha rivelato di essersi trovato a suo agio con le gomme dure nelle fasi finali.

“Nell’ultimo stint dopo aver montato le gomme dure, la vettura è tornata viva, avevo molto piu’ grip” ha dichiarato Button. “Avevo la sensazione che la gomma non si comportasse nel solito modo”.

Button sperava di poter attaccare Vettel ma la McLaren gli ha ordinato di portare la vettura al traguardo: “Il team mi ha detto di tirare i remi in barca e gestire le gomme” ha aggiunto Button. “Chi guida vuole sempre spingere e andare a prendere il leader anche se non si puo’, ma è stato fantastico ottenere il secondo posto e 18 punti”.

L’inglese è ora ottimista sulle chances della McLaren di sfidare la Red Bull il prossimo weekend in Cina: “Abbiamo fatto buoni progressi” ha detto Button. “Ora guardo già alla Cina, possiamo essere eccitati e speranzosi di poter sfidare la Red Bull”.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

10 commenti
  1. pierpiero

    10 Aprile 2011 at 13:42

    E bravo Button, comincia ad avverarsi la previsione per cui, fra lui ed Hamilton, il secondo sarà spesso in crisi con le gomme.

  2. MC-Nicky69

    10 Aprile 2011 at 16:15

    Ottima gara da parte di button peccato per Hamilton è stato sfortunato con la strategia ed ha fatto fatica con le gomme…
    La mclaren xò c’è e l’ha dimostrato potranno lottare x la vittoria in ogni week-end sono al livello della red bull ormai…

  3. B. ROSSO

    10 Aprile 2011 at 16:46

    Complimenti a Button.
    Al tiffoso mc:non dire stuppidaggini (siamo lì) vedi Hamilton.
    FORZA FERRARI.

  4. Bond

    10 Aprile 2011 at 23:19

    Gomme di me.da. Basta guardare ai lati della pista le tonnellate di mescola sprecata. Poi si parla di ridurre l’inquinamento, ridurre i costi ecc. Ma si va nel senso opposto. Le gomme dovrebbero essere costruite per durare tutta la gara. Bridgestone perché hai lasciato la F1!

  5. francesco

    11 Aprile 2011 at 01:18

    SI GIUSTO!!??!! FACCIAMO LE GOMME DI CEMENTO ARMATO…COSI’ DURANO TUTTA LA GARA…ma vedi cosa mi tocca sentire, MAH!!!

  6. Manuel (tifoso Vettel-RedBull)

    11 Aprile 2011 at 07:21

    A me invece queste Pirelli più passa il tempo e più mi piacciono!!
    Sono stato uno dei primi a criticarle per il consumo eccessivo ma sono felicissimo di smentirmi perchè almeno vediamo gare dove i piloti ci devono mettere del suo e non sono più scontate come in passato ma si lotta anche fino all’ultimo giro… bello bello!

  7. Bonfi

    11 Aprile 2011 at 10:10

    Button tratta le gomme in modo migliore rispetto a Hamilton, e con le Pirelli va meglio.

  8. Marco4

    11 Aprile 2011 at 10:29

    In effetti, rispetto al passato, le gare rimangono incerte fino all’ultimo giro anche perchè potresti avere un decadimento improvviso delle prestazioni ed essere costretto a girare molto lentamente.

  9. MC-Nicky69

    11 Aprile 2011 at 17:24

    X B. ROSSO
    Quali stupidaggini scusaaa???
    Se Hamilton non era in crisi con le gomme non penso proprio che alonso riuscisse a stargli cosi vicino…
    Hamilton sarebbe arrivato secondo button terzo e alonso probabilmente avrebbe superato heidfeld ma nnt di più!
    La ferrari ha un buon passo è vero ma siete cmq lontani da mclaren e ferrari ora come ora in cina soffrirete ancora!
    Ora come ora potete lottare x il 4 posto in giù se avete fortuna salire sul podio…

  10. Manuel (tifoso Vettel-RedBull)

    11 Aprile 2011 at 19:49

    In cina ci saranno temperature molto più basse che in malesia

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati