Alonso: “Lotta per il titolo ancora aperta”

Alonso: “Lotta per il titolo ancora aperta”

Fernando Alonso si aspetta un duro weekend ad Abu Dhabi dove si deciderà il mondiale piloti di F1 2010. Lo spagnolo è riuscito a minimizzare i danni oggi in Brasile con il terzo posto alle spalle di Sebastian Vettel e Mark Webber. La Red Bull ha vinto il campionato costruttori ma il pilota della Ferrari è ancora in testa nel mondiale piloti con 8 punti di vantaggio su Webber e 15 su Vettel.

“Se Mark vincerà ad Abu Dhabi dovro’ arrivare secondo per vincere, un quinto posto se Seb vincerà quindi vedremo cosa accadrà” ha dichiarato Alonso.

“Abbiamo visto oggi che le cose possono cambiare facilmente, con la safety cars, qualcosa puo’ cambiare, altro no. Se prendi la decisione sbagliata al momento sbagliato puoi ritrovarti ottavo o nono e dire addio al titolo. Sarà un weekend stressante per tutti noi, ma questa è la F1 e puo’ accadere di tutto il prossimo weekend. Partiamo tutti da zero e vedremo chi farà il lavoro migliore tra sette giorni”.

Alonso avrebbe potuto restare piu’ vicino alle Red Bull se non avesse perso tempo nel superare Lewis Hamilton e Nico Hulkenberg nei primi giri: “Penso che abbiamo perso nei primi giri della gara provando a superare Hamilton e Hulkenberg” ha dichiarato il pilota della Ferrari. “Quei 10-12 secondi sono stati impossibili da recuperare, e forse eravamo 1 o due decimi piu’ veloci in alcuni giri quindi quando hai perso 12 secondi è finita. Abbiamo avuto una chance con la safety car ma eravamo nella posizione sbagliata con troppi doppiati tra me e Mark, superare quelle sette vetture ha portato un gap di sei, sette secondi. In generale stata una buona gara per noi, essere sul podio dopo aver superato Hamilton e Hulkenberg…Sapevamo che non sarebbe stato facile ma in termini di punti siamo estremamente soddisfatti” ha concluso Alonso.

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

23 commenti
  1. Daniele

    9 Novembre 2010 at 12:29

    Sono altre le cose che fanno incazzare, beato te che te la prendi per cosi’ poco!

  2. Daniele

    10 Novembre 2010 at 14:50

    DAVIDE, te lo spiego io, che vivo nella terra delle rosse, ma non le tiferei mai (a meno che non risorga Enzo Ferrari).
    PEr il ferrarista medio (ESCLUDO ovviamente alcuni personaggi del forum, che fortunatamente seguono lo sport e non seguono i venticelli del giorno) esiste solo la rossa- i buoni- e tutti gli altri sono cattivi e ladri, che siano mc laren (e tirano fuori la spy story, tra l’opera di alonso, de la rosa e stepney) che siano williams (gli assassini di senna) che siano force india (traditori) e cosi’ via.
    L’incoerenza di portare in F1 un ragazzino di talento, vincerci un mondiale e poi accusarlo di essere un paracarro.
    L’incoerenza di prendere l’antiferrarista per eccellenza, odiato fino a ieri, renderlo un santo, perchè colpevole di tutti i peccati del mondo, si è improvvisamente purificato regalando il mondiale del ‘ragazzino’ ad ‘iceman’, prima che diventasse ‘l’alcolizzato’.
    L’incoerenza di aver osannato massa come se fosse il nuovo schumacher, solo perchè raikkonen aveva alzato il piede su ordine di domenicali, e adesso dire che non mai stato capace di fare nulla.
    Troppa gente che crede all’equazione ‘forza ferrari’= ‘seguo la formula 1′.

    Purtroppo, ogni 10 ferraristi, 8 sono cosi’, ogni 10 tifosi mc laren, williams o renault, 2 sono cosi’.

    Ah, e quando ho iniziato a seguire la F1, seguivo le lotus.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati