Alonso: “La mia più bella vittoria di sempre”

Lo spagnolo è ora al comando della Classifica Piloti a quota 111

La vittoria di Valencia ha emozionato moltissimo l'asturiano, che sul podio quasi piangeva: un trionfo che viene dopo una gara in cui ha creduto di poter fare bene nonostante le qualifiche negative di ieri
Alonso: “La mia più bella vittoria di sempre”

Fernando Alonso ha descritto la sua vittoria nel Gran Premio d’Europa come la migliore della sua carriera: senza dubbio, quella più emozionante e sofferta.

Dopo essersi qualificato in 11ma posizione sulla griglia di partenza ieri, lo spagnolo della Ferrari era pessimista sulle possibilità di una vittoria prima della gara di Valencia. Tuttavia, un’ottima partenza, delle soste perfette, una guida aggressiva e senza una sbavatura e anche un pizzico di fortuna quando Vettel si è ritirato hanno consentito all’asturiano di risalire per dieci posizioni e di trionfare in quella che è una delle sue due gare di casa.

“E ‘difficile esprimere a parole ciò che sento al momento”, ha detto Alonso. “Probabilmente è la vittoria più bella in termini di emozioni. Vincere un Gran Premio di casa è qualcosa di unico, una sensazione molto speciale che ho provato a Barcellona 2006 con la Renault, e ricordo perfettamente quel giorno… Ora ho fatto la stessa cosa qui a Valencia, ma con questa squadra speciale Ferrari, con tutte le tribune piene di colore rosso, piene di bandiere spagnole. C’è anche un sacco di Spagna dentro di noi. Mi sento molto orgoglioso di essere uno sportivo spagnolo in questo momento e vincere questa gara in Spagna è probabilmente la vittoria più bella che abbia mai ottenuto: niente a confronto di questo”.

Alonso ha aggiunto che aveva chiesto alla squadra di crederci dopo le qualifiche perché in questa stagione imprevedibile tutto può accadere:
“Si tratta di risultati imprevedibili, ma la F1 è ancora uno sport e lo sport è caso, lo sport è alti e bassi. Ieri abbiamo avuto un momento difficile, ci è dispiaciuto non essere in Q3, ma non si deve mai rinunciare a provare, perché può succedere di tutto nello sport in generale. Forse più in Formula Uno, che è un qualcosa che ha molti fattori interni. Ci sono le macchine, ci sono i freni, i motori, tutto può avere un guasto in gara”, ha concluso il ferrarista, che ora dopo la sua 29ma vittoria in carriera si gode il primo posto in solitaria nel Mondiale Piloti a quota 111, 20 punti davanti al secondo, Mark Webber.

Lorena Bianchi

Alonso: “La mia più bella vittoria di sempre”
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

170 commenti
  1. Riccardo

    25 giugno 2012 at 10:27

    Grandissimo Alonso che ha dimostrato ancora una volta che è il migliore in campo !

    Tuttavia ritengo che abbia avuto anche una straordinaria dose di fortuna, fin dalla partenza ed in ogni sorpasso ha veramente rischiato tanto e ci poteva benissimo stare un ritiro.

    Grande Alonso ma anche che fortuna !!! E adesso ci chiediamo tutti che c…o ci sta a fare Massa ?

  2. Kliton

    25 giugno 2012 at 13:51

    HAI VINTO CON LA RENAULT I MONDIALI MA CON LA FERRARI NON LO VINCERAI MAI

  3. Ale

    25 giugno 2012 at 13:53

    Non so se faccia più pena o più ridere leggere di gente che si presume dovrebbe essere matura che con la perizia di un agente della CIA sventa complotti internazionali ai danni della Red Bull…
    Ora, capisco che possano esserci piloti che si preferiscono ad altri, piloti che non si sopportano o, in questo caso, si odiano, ma giungere fino questi livelli è imbarazzante!
    Come si può negare l’evidenza di una gara tanto spettacolare quanto commovente? E’ vero, la fortuna ha fatto la sua parte, ma sveglia!, questa è la formula uno! E’ quello sport meraviglioso in cui la bravura dell’uomo si fonde in armonia con la macchina, e come si rompe la nostra di macchina, a maggior ragione si può rompere un gioiello sofisticato come una vettura di formula uno!
    Quindi cari anti-ferraristi (anti-Alo più che altro), fate attenzione a non sconfinare nell’antisportività e rovinarvi così uno sport tanto bello…

  4. stefano

    25 giugno 2012 at 18:35

    Il bello di tutta la faccenda e’ la consacrazione di Alonso a Dio eterno,a straordinario campione da parte tutti i ferraristi.Che si accorgono come al solito che un pilota e’ un campione solo quando corre con la Rossa.Alonso era un fuoriclasse gia ai tempi della renault,faceva gare simili gia all’epoca,solo che era considerato come il peggiore dei mali.Io ero a Monza nel 2006,ricordo quando in prima Variante esplose il motore di Alonso…ricordo quanti insulti,quante belle paroline vennero fuori dalle bocche dei beceri tifosi..Gli stessi che magari ora lo esaltano..E lo stesso valeva per Schumacher ai tempi Benetton e per Prost ai tempi della Renault.Questo significa essere tifosi con il paraocchi…non sportivi amanti delle corse.

    • minideto

      25 giugno 2012 at 21:19

      Scopri l’acqua calda..e’ sempre andata cosi’in tutti gli sport in Italia..pero’ devo dire che se passi in Ferrari e sei un grande poi hai gloria eterna…-))

      • F1&Rally

        26 giugno 2012 at 00:29

        Perchè è la Ferrari ad essere grande…

  5. RossoRovente

    25 giugno 2012 at 19:55

    Alonso,dopo la gara di Valencia meritava subito il titolo iridato sul podio….P1 TANTA ROBA…

  6. alo

    25 giugno 2012 at 21:18

    Volevo dire una cosa a frederich… il frustratello!!! BAU, BAU BAU. QUA-QUA-QUA-RA-QUA!!! Vogliamo parlare di tutti i sorpassi, e di tutte le rimonte che ha fatto IL SIGNOR FERNANDO ALONSO? e di tutte quelle che ha fatto il pupino-viziato? No lasciamo stare va! Non si possono paragonare i pulcini con i LEONI!

  7. alo

    25 giugno 2012 at 21:21

    frederich: ho vogliamo parlare di super-culo-campione-del-mondo-2010? Questo mondiale lo merita ALONSO, e adesso che la macchina va RASSEGNATI!!! Questo mondiale ALONSO se lo porta a casa. E nessuno puó farci niente, perche con ALONSO a paritá di macchina non ce ne per nessuno.

    • stefano

      27 giugno 2012 at 14:54

      @ alo

      Bisogna vedere se ci sara’ parita’ di macchina perche’ Vettel sino a quando e’ stato in gara ha tenuto un ritmo spaventoso.E’ ovvio che se la redBull terra’ un ritmo insostenibile tutti diranno che sono fuori legge..e barano come negli ultimi 2 anni.

      • FA#

        28 giugno 2012 at 14:53

        Questo è il problema. Assistiamo sempre più ad una F1 dove la differenza non viene data dal pilota ma sempre più dal mezzo o dalle gomme che usa.

  8. alo

    25 giugno 2012 at 21:24

    MAMMA MIA ALONSO! IL CLADIATORE. LUI NON SI ARRENDE MAI. E UN COMBATTENTE!!! E UN VINCENTE. Se la FERRARI riuscira a recuperare altri 3 decimi e finita per tutti, ALONSO vincera come minimo altri tre mondiali.

  9. Priamo Floris

    25 giugno 2012 at 22:37

    ALONSO ,A’ vinto non di certo DOMENICALI

  10. Shumy1

    26 giugno 2012 at 20:56

    …l’erede del PIU’ GRANDE e’ semplicemente vettel!

    • FA#

      28 giugno 2012 at 14:58

      Vettel è forte ed è veloce non v’è dubbio. Lo è però con una macchina stratosfericamente più forte delle altre. Fare la pole e poi dare un secondo al giro agli altri è un conto. Partire dalle retrovie e battagliare con gli altri è un altro conto. Mi è parso di vedere quest’anno che con la macchina non al top, soffrisse parecchio partendo da dietro e non ha mai esaltato in prestazioni. Hamilton è un pilota velocissimo e aggressivo è però poco costante e la sua irruenza spesso gli fa compiere errori e conseguente perdita di punti. Alonso è il più completo dei tre non v’è dubbio si adatta ad ogni situazione e da ogni situazione riesce a trarre vantaggio Schumacher …. è stato fortissimo.

  11. Shumy1

    27 giugno 2012 at 21:03

    …ce carini che carini che carini…!!!!!

  12. Stonami77

    29 giugno 2012 at 13:29

    Ripeto..se fernando vince questo mondiale sarà il più bello della sua carriera perchè lo farebbe contro tanti campioni in pista e con una vettura che non è sicuramente superiore alle altre; Questo significa avere un GRAN MANICO DAVVERO!!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

News F1

Valencia, addio alla F1?

Il circuito preso d'assalto dai ladri
Il futuro di Valencia in Formula 1 sarebbe ormai segnato e la città spagnola potrebbe non ospitare mai più un
Focus F1

La pazza idea di Ecclestone: un GP a Londra

Il patron della F1 sarebbe tentato dall'idea di una gara nel cuore della capitale britannica
Bernie Ecclestone a 81 anni pare immune dagli scandali finanziari che lo circondano e pensa a nuove gare sempre più
Focus F1

A Valencia spettacolo e 58 sorpassi

La bellissima gara di domenica scorsa fa crescere il rammarico per una pista che è a rischio eliminazione dal calendario
Descritto in anticipo come una corsa noiosa, il GP d’Europa di Valencia è stato uno dei gran premi più belli