Webber ridimensiona la questione dell’infortunio alla spalla

Webber ridimensiona la questione dell’infortunio alla spalla

Mark Webber ha ridimensionato la notizia della settimana, cioè di aver disputato le ultime 4 gare della stagione con una spalla infortunata. La rivelazione più sensazionale, anzichè essere quella se la lesione avesse o meno inficiato le sue chance di lottare per il mondiale, è stata quella di aver tenuto il suo team all’oscuro di tutto.

Il suo team principal Christian Horner aveva reagito dicendosi frustrato e deluso, diffondendo nuove voci sul fatto che il 34enne pilota australiano non sarebbe tornato al volante nella prossima stagione.
“Una piccola notizia può rivelarsi pericolosa”, aveva sottolineato Webber, riferendosi all’esplosivo capitolo nel suo nuovo libro ufficiale dal titolo “Up front, a season to remember”.

L’australiano è tornato a spiegare che solo il medico della FIA dott. Gary Hartstein e il suo trainer Roger Cleary sapevano della spalla perchè “Ero profondamente convinto che il problema non avrebbe avuto conseguenze sulla mia guida”. “Non mi ha dato alcun problema, quindi non c’era alcun bisogno di parlarne”, ha affermato Webber, sostenendo di aver fatto iniezioni di antidolorifico solo per “assoluta precauzione”.
“Non ho mai saltato una corsa, ma certo se non avessi potuto condurre l’auto con sicurezza e al limite, avrei avvertito la squadra”, ha continuato.
Webber ha poi negato le voci secondo cui avrebbe saltato i test con le nuove gomme Pirelli a causa di un ricovero programmato, per curare la spalla destra infortunata.
“Non so chi abbia pensato una cosa simile. Non ho mai pensato di saltare quei test”, ha detto.

Webber ridimensiona la questione dell’infortunio alla spalla
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Focus F1

Lascia un commento

3 commenti
  1. Mik

    9 dicembre 2010 at 20:53

    “Non ho mai pensato di saltare quei test” ma in realtà li ha saltati. Quindi?

  2. Alberto

    9 dicembre 2010 at 22:49

    Quindi come già si sapeva da prima dell’ultima gara la squadra aveva già deciso di non far fare quel test a Webber. La stessa RedBull era ignara dell’infortunio, quindi la decisione è stata presa indipendentemente dallo stato di forma del pilota.

  3. iorek

    10 dicembre 2010 at 17:13

    … e’ sul filo del rasoio. Se fa incavolare Horner a questo punto webber rischia di perdere il sedile per il 2011 e onestamente non so dove potrebbe andare.

    non e’ di certo in una bella situazione comunque

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati