Team Lotus valuta se mantenere la livrea verde nel 2011

Team Lotus valuta se mantenere la livrea verde nel 2011

Il team Lotus sembra intenzionato ad abbandonare i suoi piani per una livrea nera e oro nel 2011, in seguito all’annuncio della collaborazione tra Group Lotus e Renault.

Settimane fa, mentre si accendeva la diatriba sul nome Lotus, cioè nel momento in cui iniziava a circolare la voce che Group Lotus poteva entrare in F1 seguendo una strada alternativa, il team di Tony Fernandes ha annunciato che avrebbe abbandonato la livrea verde e gialla sfoggiata nel 2010.
I caratteristici verde e giallo sono stati utilizzati dal Lotus Group in altre categorie quest’anno, inclusa l’Indycar, quindi il Team Lotus aveva deciso di scegliere una colorazione differente per il 2011. “So che il ritorno sulle piste del leggendario nero e oro sarà accolto con entusiasmo unanime poichè rievoca fantastici ricordi nei fans in tutto il mondo”, aveva dichiarato l’amministratore delegato Riad Asmat.
La colorazione nera e oro è diventata famosa negli anni 80, quando la monoposto era sponsorizzata John Player Special e guidata dal genio di Ayrton Senna.
Ma quando Group Lotus, nella nuova veste di “Lotus Renault GP”, ha svelato i suoi piani mercoledì, il team di Enstone, che ha diffuso foto di una R30 ridipinta, si è affrettato a commentare che anche le sue vetture saranno nere e oro il prossimo anno.
Appena appresa la notizia, i fans del Team Lotus di Fernandes hanno chiesto al costruttore malese di continuare semplicemente col verde e giallo.
La segretaria di Mike Gascoyne ha puntualmente lanciato un sondaggio, rivelando che il 77 per cento è favorevole al mantenimento della colorazione attuale, mentre solo il 15 per cento chiede che la prossima vettura sia nera.
“Sembra non ci siano tanti dubbi”, ha commentato il progettista.
Fernandes ha comunque accusato l’amministratore delegato di Lotus Group, Dany Bahar, di aver rubato la colorazione scelta dal Team Lotus, ma il proprietario del team Renault Gerard Lopez ha ribattuto in una intervista al Telegraph che è vero il contrario: “Noi abbiamo sempre avuto quell’idea in mente, e la stampa l’ha resa pubblica”.
“Loro (il team Lotus) hanno annunciato solo tre giorni più tardi di aver scelto il nero e oro. Ma, alla fine, non credo ci sarà alcun problema nel riconoscere le vetture in pista”, ha aggiunto Lopez.
Bahar ha detto di non credere all’ipotesi che le 4 Lotus saranno nere nel 2011, ma ha anche spiegato che se succedesse non ne sarebbe dispiaciuto “poichè aumenterebbe la visibilità” del marchio.
“Per me, quattro sono meglio di due. Non ho nulla in contrario”, ha dichiarato a BBC Radio Norfolk.
Ha poi affermato che la Proton, il costruttore malese proprietario di Group Lotus, intraprenderà le vie legali.
Bahar ha spiegato che Group Lotus ha deciso di entrare in F1 con un team già presente, piuttosto che legarsi a un team esordiente come quello di Fernandes, perchè la prima opzione è “decisamente” più conveniente. “Crediamo che ci sia il potenziale per ritornare al punto in cui si trovavano loro quando vincevano i mondiali”, ha affermato.

Filippo Ronchetti

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

6 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati