Vettel fedele alla Red Bull

Il tedesco nega contatti con la Ferrari

Vettel fedele alla Red Bull

Malgrado i test invernali appena conclusi gli abbiano dato parecchi bruciori di stomaco Sebastian Vettel fa professione di fede e alle speculazioni che lo vorrebbero presto in partenza per Maranello nega con fermezza.

“Non sono il tipo di persona che scappa davanti alle difficoltà sia che si tratti del lavoro che del privato- ha affermato alla Bild – E’ troppo facile dire che l’erba del vicino è più verde, ma non bisogna dimenticarsi valori come lealtà, onestà e una stretta di mano. Questo dovrebbe essere applicato soprattutto quando le cose non vanno bene. Siamo stati il team più di successo degli ultimi anni e ora combatteremo insieme. Non so cosa ci attenderà in Australia, di certo cercheremo di fare il massimo e sulla base delle nostre possibilità definiremo gli obiettivi. Se saremo competitivi proveremo a vincere, ad ogni modo non è il caso di fare previsioni sul titolo”.

Chiara Rainis

Vettel fedele alla Red Bull
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

20 commenti
  1. umberto

    6 marzo 2014 at 17:34

    mi sa che quest’anno il quinto titolo mondiale te lo scordi caro vettel.

    forza ferrari!

  2. mauroo

    6 marzo 2014 at 18:25

    e già…. mi sembra che in ferrari con alonso ne abbiamo vinti molti di più……

  3. cpJack

    6 marzo 2014 at 18:39

    ehm se stiamo a vedere di quei 4 forse se ne merita solo 2…… altro che bruciori di stomaco secondo me glie viene pure la diarrea 😀

    • Dany_M

      7 marzo 2014 at 11:57

      E tanto per capire quali sono quelli che non si meriterebbe?
      No perché i mondiali combattuti ci sono stati quando la macchina lo ha lasciato a piedi troppo di frequente

  4. ILLINOISF1

    6 marzo 2014 at 19:19

    I conti si fanno alla fine, Forza Vettel.. vogliamo il quinto mondiale

  5. ale

    6 marzo 2014 at 20:02

    è già successo in passato che altri piloti hanno dichiarato questo e poi non lo hanno rispettato, dai che nel 2015 potrai tentare di battere le Mercedes con una Ferrari F1

  6. Iceman Red Bull

    6 marzo 2014 at 22:23

    bravo Seb, quando e se vorrai andare via un giorno la RB ti lascerà libero

    intato la Red Bull deve guardarsi e lavorare su Kvyat

  7. michi.to

    7 marzo 2014 at 07:59

    Vettel ti brucia il fondoschiena, un campione impara a perdere. Te no, purtroppo perché hai avuto sempre la strada in discesa non hai mai combattuto per vincere un titolo. Avevi la macchina, ovviamente anche le capacità, e una buona scuderia che ha avuto la bravura di sviluppare un’ottima aerodinamica sulla monoposto. Purtroppo o per fortuna, una scuderia forte alterna periodi di vittorie e di sconfitte, ora spetta alla RB vedere cosa farà nei prossimi anni. Non penso però che una scuderia pluricampione debba chiedere aiuto alla Toro Rosso per tappare i buchi dell’ERS. Mercedes e Ferrari hanno lavorato per il mondiale 2014, già a partire dal 2012 mentre la RedBull ha concentrato tutte le forze per migliorare una macchina che andava in pensione a fine 2013, ora vi lamentate??? La Mercedes ha sempre avuto buona affidabilità e la Ferrari è sempre stata la più veloce. Ora quest’anno tocca aspettare venerdì a Melbourne per capire qualcosa in più.
    Secondo me comunque la classifica finale costruttori sarà: Mercedes, Ferrari, Williams, RBR, McLaren, Lotus, STR, Force India, Sauber, Caterham, Marussia.

    • Dany_M

      7 marzo 2014 at 12:13

      No infatti non ha mai combattuto per vincere il titolo… nel 2010 si è scannato col suo compagno di squadra solo perché chi perde paga da bere.
      E nel 2012, con un ritardo in classifica di 50 punti in estate, si è fatto un finale di stagione da urlo, lottando come un leone a Interlagos sotto l’acqua.

      Eh si poi indubbiamente hai ragione, strada tutta in discesa, infatti mentre lui vinceva i mondiali Webber arrivava sempre secondo vero?
      Ovviamente il fatto che Webber non lo abbia mai battuto durante le stagioni denota la mediocrità dell’australiano e non la bravura del tedesco.
      Poi naturalmente quello che è riuscito a fare con la Toro Rosso non conta minimamente. E’ risaputo che la sua ToroRosso era un’auto formidabile che nelle mani di Hamilton o Alonso avrebbe puntato al titolo!

      Ma per favore!
      Ricordati che anche Alonso ha vinto i suoi mondiali con la monoposto migliore sotto al sedere e gli altri se li è giocati con monoposto spesso competitive, ma soprattutto AFFIDABILI(questo è il merito maggiore delle Ferrari degli ultimi anni).

      Almeno leggetevi quello che ha dichiarato Webber(di certo uno che non lo ama) riguardo a Vettel adesso che è fuori dalla RedBull.

  8. ferrarista

    7 marzo 2014 at 11:01

    Quest’anno voglio vedere Vettel a l’opera, se la sua red bull e un catorcio…

    • Dany_M

      7 marzo 2014 at 12:19

      Perché ti sei stufato di vedere Alonso alle prese con la Ferrare, perdere la bussola dello sviluppo della monoposto e buttare alle ortiche tutto ciò che di buono era stato fatto in inverno?

      Ti ricordo che Vettel è arrivato in RedBull nel 2009, quando la monoposto era tutta nuova e non era sicuramente la migliore del lotto. Se l’hanno trasformata in un missile un minimo di merito va anche ai piloti(tutti e due)

  9. Stonami77

    7 marzo 2014 at 14:45

    Vediamo come ti comporti con una monoposto non all’altezza delle precedenti vetture che hai pilotato, hai la tua occasione di dimostrare il tuo valore e zittire tutti quelli che dicono che sei bravo ma non certo migliore dei piloti più dotati, insomma vediamo se riesci ad essere competitivo con una macchina inferiore alla concorrenza. Sono molto curioso in merito..

  10. michele

    7 marzo 2014 at 19:10

    Ridi..ridi..

    che MAMMA HA FATTO GLI GNOCCHI!

  11. mauroo

    7 marzo 2014 at 19:52

    e pensare che avevano dato vettel in partenza per la ferrari …. ( magari ) e alonso in red bull …..
    sai che bello sarebbe stato……

  12. mauroo

    7 marzo 2014 at 19:56

    continuo a dire vettel ha vinto con una toro rosso…….
    ha vinto e fiorato il titolo contro la brawn gp con una macchina si competitiva nettamente inferiore a inizio anno , ricordando che la stessa macchina anni prima non ha combinato niente….anche il nostro schumi che ci ha fatto vincere tanti titoli mondiali per anni ha corso con la macchina più competitiva del lotto…… lui non li ha meritati i titoli mondiali????
    state un’ pò zitti e AMATE QUESTO SPORT PER QUELLO CHE é .

  13. Iceman Red Bull

    7 marzo 2014 at 20:18

    comunque ogni giorno che passa, questo ragazzo merita sempre più rispetto per quello che fa, è un campione serio, preparato, veloce, etica del lavoro e del team ed è molto professionale, ci tiene alla sua vita privata, non è un montato…ha tutte le qualità possibili

    • Francesco

      8 marzo 2014 at 14:22

      …da oggi, ovvero dal prossimo week end, vedremo veramente se questo ragazzo merita rispetto o se è stato solo un fuoco di paglia aiutato dalla competitività della vettura che ha guidato (evitiamo ogni commento sulla vettura e sul team) e, come già detto più volte, sarò il primo a recitare il “mea culpa”… fino ad allora per me rimane solo un buon pilota, ma non il campione, non l’asso, e tanto meno l’erede del mitico Schumi (grandissima bestemmia), di cui tanto si cerca di far sembrare!!!

  14. mauroo

    9 marzo 2014 at 22:57

    questo si può dirlo solo se il motore fosse a posto……o se per finire la gara dovessero farlo andare a metà potenza…..vettel vieni in ferrariiiiiiiiii

  15. mauroo

    9 marzo 2014 at 23:03

    altra cosa , uno per essere un grande deve per forza venire in ferrari?
    senna , piquet,hakkinen tanto per fare qualche nome…….quelli che vincono stanno sulle p.a.l.l.e…..mi piacerebbe che mi stesse sulle p.a.l.l.e. al posto di alonso…….
    a proposito lui sì che ci ha fatto vedere ,il primo anno in ferrari ,come si perde un titolo mondiale ,,,,
    a no ….è stata colpa della squadra

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati