Tronchetti Provera: “Alonso critica la Pirelli? Nervoso perchè non vince”

"La Ferrari non usa correttamente le gomme, non per colpa nostra"

Tronchetti Provera: “Alonso critica la Pirelli? Nervoso perchè non vince”

Marco Tronchetti Provera, presidente di Pirelli, rispedisce al mittente le critiche di Fernando Alonso alle gomme di F1 della casa italiana. Lo spagnolo di recente ha messo in dubbio la qualità delle gomme di quest’anno.

“Devo dire che era molto nervoso quando l’ha detto” ha dichiarato Tronchetti Provera alla CNN. “Non è stata colpa delle gomme, non è stato in condizione di vincere per molti motivi. Se non usano le gomme correttamente non è colpa nostra”.

L’italiano ha spiegato che poichè la F1 ha richiesto gomme dall’alto degrado è cruciale che i team rispettino le linee guida di Pirelli: “Possiamo fare tutto quello che è necessario, ma nel rispetto delle regole. Ciò significa che le gomme devono essere usate nei limiti che forniamo ai team”.

Pirelli ha rievuto il via libera dalla FIA per la fornitura 2014 ma secondo Tronchetti Provera è possibile anche un accordo oltre il 2015.

Secondo molti la richiesta di gomme ad alto degrado da parte della FIA ha di fatto minato l’immagine di Pirelli: “Abbiamo avuto qualche danno per diverse settimane dopo Silverstone” ha ammesso il presidente di Pirelli. “Ma penso che oggi la gente abbia capito che non è colpa di Pirelli”.

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

48 commenti
  1. Maxfunkel

    8 Novembre 2013 at 10:34

    Complimenti.
    Occasione di stare zitti SPRECATA.
    Egr. sig. Lup.Man. Tronchetti Provera si rende conto di cosa ha combinato la sua Pirelli quest’anno?
    Possiamo ricordarglielo brevemente:
    La federazione vi richiede pneumatici che durino poco per lo spettacolo e voi li fornite.
    Questi pneumatici accontentano certi team ma scontentano altri.
    Dopo Barcellona combinate un bel patatrac con Mercedes con i famigerati 1.000km di test illegale che per grazia di Dio viene avvallato in modo sconcertante dalla federazione.
    Finché succede che per una sfortunata a Silverstone i pneumatici delaminano per colpa dei cordoli e li i team in crisi con le gomme prendono la palla al balzo e chiedono di tornare alle gomme 2012… E voi proni li accontentate creando di fatto una confusione nei progetti.
    Il resto è storia.
    Avete falsato il Mondiale intervenendo con una scusa per cambiare le carte in tavola per favorire alcuni team con la scusa della sicurezza… Bell ESEMPIO DI CORRETTEZZA.
    bastava adeguare ioli battistrada e non la carcassa… Ma ad alcuni non andava bene e voi subito PRONI li avete accontentati.

    Adesso lei caro Duca Conte Tronc. Prov. Dice così di Alonso… Dovreste essere nervosi VOI che non sapete gestire una situazione in modo AUTOREVOLE E CORRETTO.
    Non solo la Ferrari avete danneggiato, ma anche tante altre scuderie che hanno basato la loro monoposto sulle gomme da voi fornite.
    Che poi questi team non abbiano saputo reagire ai cambiamenti è vero ma è anche vero che gli altri team prima non hanno reagito ma hanno preferito far pressione su di voi piuttosto che adeguarsi. E voi PRONI li avete accontentati.

    BELLA FIGURA.
    COMPLIMENTI ANCORA.
    Speriamo solo che chi utilizza Pirelli come primo equipaggiamento si ricordi di questo vostro comportamento scorretto e sleale.

    • sschumy1

      9 Novembre 2013 at 15:14

      …la grandezza e la classe sta anche nell’adattarsi e nel reagire velocemente ai cambiamenti! Queste qualità sono ad oggi estranee al team ed ai piloti Ferrari!

  2. easyman

    8 Novembre 2013 at 14:32

    Intanto le Pirelli invernali nei test dell ADAC in Germania vincono ogni test e questo da anni. Ma voi poveri c*gli*ni aiutate un fallito come Alonso (che ha anche insultato sia italia che italiani) piuttosto che difendere un prodotto italiano. Ahahaha che rinco che siete.

    • Maxfunkel

      8 Novembre 2013 at 16:48

      Prodotto “italiano”??!??
      Se per italiano intendi pneumatici realizzati in Turchia ecc. con il nome Pirelli hai ragione sono italiani e tu ci caschi… Michelin li fa in Italia, Pirelli NO.
      è i cogli.oni siamo noi vero?
      Ciao.

  3. Tizi65

    8 Novembre 2013 at 23:30

    Che un furfante come Tronchetti Provera che ha un passato torbido per le vicende Telecom (con anche questioni mai pienamente chiarite su intercettazioni e spionaggio) ed anche ultimamente una condanna per ricettazione, e qui mi fermo perché la lista delle cose poco chiare sarebbe troppo lunga, si permetta di criticare il pilota della Ferrari, le cui posizioni sono fra l’altro condivise anche da molti addetti ai lavori, mi sembra il colmo. Capisco che ha a cuore le sorti della sua azienda che fra l’altro ha ottenuto grazie al matrimonio con Cecilia Pirelli, ma perlomeno ci risparmi le cazzate e veda in futuro di essere più corretto, per esempio mi riferisco alla vicenda comnque non limpida dei test Mercedes.

  4. osj

    9 Novembre 2013 at 15:46

    Le gomme Pirelli le fabbricano in Turchia altro che made in Italy il Tronchetto va dove ci guadagna, non gliene frega niente dell’Italia, svegliatevi, tutti quelli che credono che questi personaggi siano capitani di industria italiani sono degli idioti!

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati