Toro Rosso, Kvyat: “Non avevo abbastanza velocità”

Fuori dalla zona punti il russo ha fatto meglio di Vergne out a inizio gara

Toro Rosso, Kvyat: “Non avevo abbastanza velocità”

Rispetto a come era iniziato il weekend la Toro Rosso non può certo tornare a casa soddisfatta per quanto ottenuto in Bahrain.

“Sfortunatamente non è andata come avrei voluto – il commento di Daniil Kvyat, 11° – Non avevo il passo ed è stato frustrante vedere gli altri che mi passavano. Nel caos del via ho perso una posizione e seppure abbia cercato di spingere il più possibile, non è stato sufficiente per raggiungere i punti. Ora dovremo analizzare attentamente cosa non ha funzionato e sperare di presentarci più forti all’appuntamento della Cina”.

“Lo start è stato caotico e nella curva 8 mi sono trovato attorniato da parecchie macchine – la spiegazione di Jean-Eric Vergne – Sono riuscito ad uscirne indenne, poi però mentre stavo passando una Lotus, questa mi ha chiuso, le nostre ruote si sono toccate e io ho perso il controllo della monoposto a causa dell’ala anteriore e il fondo danneggiati con conseguente perdita di aerodinamica che mi ha impedito di proseguire la corsa. Mi auguro che la sfortuna ci abbandoni presto”.

Chiara Rainis

Leggi altri articoli in Gran Premi

Lascia un commento

4 commenti
  1. Iceman Red Bull

    6 aprile 2014 at 22:17

    vedendo cosa aveva davanti alla fine era difficile fare meglio

  2. eiskalt

    6 aprile 2014 at 23:03

    per me e un gran talento 🙂

    • Chiara Rainis

      6 aprile 2014 at 23:15

      Grazie al mio lavoro ho avuto la chance di vederlo all’opera quando era nelle formule minori e di parlarci. Ho capito subito che avrebbe fatto strada. Ha sicuramente le caratteristiche del campione

    • Iceman Red Bull

      7 aprile 2014 at 00:07

      grazie Chiara per aver risposto

      dicevo, io seguo un pò i giovani interessanti della Red Bull, i risultati diciamo quando sono in categorie minori, però Kvyat la verità è che vedendolo correre in GP3 mi ha fatto una grande impressione, soprattutto come ha gestito la pressione nei momenti chiave nelle ultime gare, dove praticamente non sbagliava un colpo, poi c’è anche il fiore all’occhiello monzese

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati