Test F1 Barcellona, giorno 3: mattinata alla Force India di Hulkenberg

Seguono Magnussen e Rosberg. Problemi alla ferrari di Raikkonen, che completa solo tre giri

Test F1 Barcellona, giorno 3: mattinata alla Force India di Hulkenberg

Force India la più veloce nella mattinata della terza giornata di test al Montmelò. Nico Hulkenberg ha centrato il miglior crono, 1:25.286 con la gomma media, lasciandosi alle spalle la Renault di Magnussen, seconda a quasi un secondo, che ha ottenuto il tempo su mescola soft. Terzo Rosberg, davanti a Sainz, Kvyat, Massa, Nasr, Button, Grosjean e Haryanto, neo assunto alla Manor.
Niente crono invece per la Ferrari di Raikkonen: il finlandese si è unito al gruppo a meno di un’ora dalla fine – per una serie di controlli al sistema dell’alimentazione – ed è riuscito ad effettuare tre giri soltanto. In generale l’attività al mattino è stata meno intensa rispetto a ieri, anche se la Mercedes si è confermata la più presente in pista con 74 tornate. Durante la mattinata ci sono state anche due bandiere rosse, causate nell’ordine da Sainz e Haryanto.

Cronaca – All’accendersi del verde la McLaren con Jenson Button è la prima a entrare in pista, subito seguita dalla Mercedes di Rosberg, “addobbata” con le ali rastrellate fin dal primo giro di installazione. Il tedesco ferma subito il cronometro a 1:43.636, con la gomma medium, migliorandosi poi fino a 1:38.878. Dopo i primi 15 minuti sono ancora ai box Raikkonen, Massa, Kvyat e Haryanto.
Hulkenberg con la Force India e su gomma soft passa in testa in 1:31.586 e dietro arriva Magnussen. Terzo si piazza Sainz. Rosberg torna al comando in 1:26.287 ma la Toro Rosso di Sainz si ferma in uscita dalla pit lane e sventola la bandiera rossa.

Rosberg e Massa sono i primi a rientrare. Scaduta la prima ora di test il tedesco è in testa davanti a Hulkenberg, Magnussen, Grosjean, Nasr e Sainz. Massa si inserisce in terza posizione davanti a Magnussen, grazie al tempo di 1:27.186 ma subito dopo tocca a Sainz scavalcare il brasiliano in 1:26.484. Dopo quasi un’ora e mezza dal via la Force India passa al comando in 1:25.598 – su gomma media – e la Manor è pronta per fare il suo ingresso in pista, con Haryanto al debutto. Solamente Raikkonen manca all’appello.

Il tempo di Hulkenberg scende a 1:25.286. Dietro di lui altri si migliorano rimescolando la lista dei crono: secondo è Rosberg, seguito da Sainz, Nasr, Massa, Grosjean, Button, Magnussen, Haryanto e Kvyat. Intanto arriva la notizia che sulla Ferrari di Raikkonen stanno eseguendo dei controlli al sistema di alimentazione. Grosjean scavalca Massa al quinto posto, mentre Kvyat torna in pista dopo aver passato un’ora e mezza fermo ai box. Con il tempo di 1:27.260 il russo sale all’ottavo posto. Pausa prolungata anche per la Renault di Magnussen, che al suo ritorno in pista con le soft mette a segno il tempo di 1:26.014 e si prende la seconda posizione.

A un’ora dalla pausa pranzo Hulkenberg rimane saldo in testa davanti a Magnussen, Rosberg, Sainz, Massa, Nasr, Button, Grosjean, Kvyat e Haryanto. Alle 12.18 fa finalmente il suo ingresso in pista la Ferrari di Raikkonen. Solo due giri però per la SF16-H, prima che sventoli nuovamente bandiera rossa: la Manor è stata protagonista di un testacoda alla curva 5.
Si riparte a quindici minuti dalla conclusione della mattinata. Rosberg, Massa, Nasr, Button e Grosjean lasciano subito i box. Raikkonen li segue ma rientra dopo un solo giro.

Sul filo del rasoio si migliora Kvyat, salendo al quinto posto con il tempo di 1:26.497, proprio quando la bandiera a scacchi decreta la fine della terza mattinata di test.

Test Barcellona F1 2016 – Tempi, risultati e giri Giorno 3, mattino
1 Nico Hulkenberg Force India 1’25″286 37
2 Kevin Magnussen Renault 1’26″014 63
3 Nico Rosberg Mercedes 1’26″084 74
4 Carlos Sainz Toro Rosso 1’26″239 66
5 Daniil Kvyat Red Bull 1’26″497 29
6 Felipe Massa Williams 1’26″712 57
7 Felipe Nasr Sauber 1’26″840 61
8 Jenson Button McLaren 1’26″919 45
9 Romain Grosjean Haas 1’26″955 54
10 Rio Haryanto Manor 1’29″808 25
11 Kimi Raikkonen Ferrari 55’55″555 04

Leggi altri articoli in News F1

Lascia un commento

3 commenti

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati